Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola,lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione (art.21)

* HOME * CHI SONO * REGOLAMENTO * COSA HO APPENA [RI]LETTO * COSA HO APPENA [RI]VISTO, [RI]ASCOLTATO *
MI PIACE * FB 1 * FB 2 * SCRIVIMI * CONDIVIDO * DEFINIZIONI * SCRIVIMI * FONTI *


.

giovedì 29 agosto 2013

L'IMU cambia di nuovo nome

Il PD fa finta di aver abolito l'IMU ex ICI, cosi' il PDL puo' cantare vittoria e prendersi il merito e magari non far cadere il governo quando il delinquente verra' dichiarato decaduto in base alla legge Severino.
Questi qui stanno a fare i giochetti e studiano h24 il modo per salvare il culo al delinquente; ai problemi veri del paese penseranno forse un giorno.

"Fra i governanti quanti perfetti e inutili buffoni" (Povera Patria, Franco Battiato: questa canzone e' eternamente attuale)

Alfano che canta vittoria ed elogia Brunetta, Berlusconi che sventola le bandiere a festa, il PD che si mostra orgoglioso: carini ma patetici.
Grazie alla stampa di regime che abbiamo in Italia tutti da oggi crederanno che l'IMU e' stata abolita: risultato raggiunto.

In realta' e' stata tolta solo alle prime case (anche a quelle dei ricchi). Inoltre e' stata tolta solo la prima rata, mentre quella di dicembre in pratica no, visto che non c'e' copertura e ad ottobre tocchera' riparlarne. Per di piu' dal 2014 l'IMU torna, ma con un nome diverso: il solito giochetto dei buffoni ad uso dei cretini (noi), un giochetto che finora funziona. E infine dove sta l'IMU del 2012 che avevano promesso di restituirci?

Difficile immaginare entita' piu' inutili e piu' dannose a un tempo.


autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it)

Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.

Leggi tutto...

domenica 18 agosto 2013

Omofobia, che brutta malattia

Non si conosce ancora la reale motivazione del bacio, a me piace pensare sia una plateale protesta contro le leggi omofobe del dittatore omofobo Putin; non fosse cosi', avrebbero perso una grande occasione, ma Putin resta un dittatore onmofobo e le recenti leggi uno schifo di merda che dovrebbe spingere ogni paese civile a disertare le prossime Olimpiadi.
21.8.2013 / La Federazione ha smentito che il bacio fosse da intendersi come protesta per le leggi caldeggiate da Putin. Ok, prendiamo atto. D'altra parte in Russia devono viverci loro, e' comprensibile.

nella foto: Tatyana Firova e Kseniya Ryzhova, Mondiali di Mosca, 4X400 femminile (corriere.it)

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it) Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.

Leggi tutto...

giovedì 15 agosto 2013

Consiglio un kit di grazie

Consiglio al Delinquente di richiedere un Kit di Grazie, e non solo una, perche' dopo questa, che gli sara' vergognosamente concessa contro ogni regola dal Garante del Nulla nonche' Ostaggio di Pregiudicati, avra' bisogno di altre grazie per le altre numerose sentenze in arrivo.

Quanto alla grazia, non sconfesserebbe la sentenza (non ne tocca mai la legittimita'), non eliminerebbe gli effetti accessori della condanna, implicherebbe il riconoscimento della colpa da parte del richiedente (non che serva che il Delinquente riconosca un reato acclarato con abbondanza di prove, in verita'), farebbe del Garante del Nulla il peggior presidente di sempre e non solo da quando sono nato e assicurerebbe all'Italia una figura di merda mondiale, l'ennesima. Certificherebbe che la legge non e' uguale per tutti. Gia' il caso di Sallusti e' stato un pateracchio schifoso (sì, quello che adesso ha ricominciato a sparare balle sui giudici che hanno condannato il suo padrone); Berlusconi graziato sarebbe l'apoteosi dell'ignominia.

Dal '94 questo paese si occupa in primo luogo delle vicende personali e aziendali di un delinquente matricolato; tutto il resto e' in secondo piano: ecco spiegato lo stato comatoso in cui ci troviamo, pazienti abbandonati al loro destino, con al capezzale dottorucoli da cabaret incapaci perfino di somministrare un'aspirina.

Curioso come chi sta tirando la corda cosi' violentemente da anni non si renda conto che non reggera' per sempre: i soprusi alla fine chiedono il conto.

Siamo guidati da emeriti buffoni, che nemmeno abbiamo eletto. Chi alle ultime politiche ha votato pd, pdl, lega, monti-fini-casini farebbe meglio a nascondersi per vent'anni per la vergogna. Sono gli stessi che lo rifarebbero domani.


autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it)

Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.

Leggi tutto...

domenica 11 agosto 2013

Alla fine di chi e' la colpa?

E' stato Berlusconi a evadere quantita' colossali di denaro. E sono parimenti provate le tangenti pagate ad alcuni finanzieri, a un giudice, etc. Ed è colpa sua se si è beccato, oltre ai 4 anni definitivi per l'evasione, anche, in primo grado, 1 anno per il nastro Fassino-Consorte e 7 anni per il caso Ruby, per non parlare del caso Mills in cui e' stato riconosciuto colpevole di corruzione di testimone ma prescritto, e degli altri innumerevoli casi in cui grazie a vergognose leggine su misura o a potature dei termini di prescrizioni ad hoc se l'è cavata pur essendo stato riconosciuto diverse volte colpevole. Ripeto, è soprattutto colpa sua.

Ma non vi e' dubbio che il clima da buffonata perenne che questo paese sta vivendo da vent'anni ha molti complici: che ne dite per esempio di quelli che avrebbero dovuto fare opposizione e invece hanno fatto solo pena e schifo?. E non vi e' dubbio che basterebbe una parola di Napolitano per porre fine a questa indegna gazzarra, a questo disgustoso show di quart'ordine che vede ora i media al servizio del condannato (perche' di sua proprietà o perche' suoi servi) scatenarsi e infangare con assurde balle il giudice che lo ha di recente condannato: ennesima dimostrazione degli effetti devianti di questo conflitto di interessi insostenibile in una democrazia e mai risolto.

Sono anni che aspettiamo una sua parola, abbiamo avuto solo silenzi-assensi, critiche ai magistrati, generici quanto assurdi e inutili richiami alla concordia e all'unità e inspiegabili firme su ignobili leggi ad personam.

Alla fine la colpa è di Napolitano, se dura ancora questo circo, se un delinquente "naturale" riesce ancora ad influenzare pesantemente il cammino di questo povero paese che gira in tondo da anni.

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it)

Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.

Leggi tutto...

domenica 4 agosto 2013

Napolitano: la misura e' colma

L'accozzaglia di servi idioti e senza vergogna, di pastrocchi in qualche caso ex ministri, di fedelissimi con la lingua allenata e fedelissime senza piu' il controllo delle proprie supposte facolta' razionali, che in queste ore sta ricattando in modo ignobile ed eversivo il presidente della Repubblica al fine di ottenere la grazia per un delinquente matricolato, non pentito, recidivo e che non riconosce i poteri dello Stato e i reati commessi, ne' pensa a chiedere scusa, gia' riconosciuto colpevole di molti reati e finalmente condannato per uno di questi, non avrebbe speranza di ottenere alcunché se non un sonoro pernacchione se avessimo un Presidente, tipo Pertini. In queste condizioni, invece, in cui abbiamo un presidente, peraltro al suo davvero bizzarro secondo mandato, non so dire: potrebbe verificarsi anche l'inaudito, d'altra parte parliamo di un presidente che non perde occasione per omettere di difendere la Magistratura oggetto di vili attacchi da parte di pregiudicati, che ha messo la sua firma sotto alcune delle peggiori leggi degli ultimi decenni, che non ha voluto farci sapere cosa si e' detto al telefono con Mancino, che sembra disposto alle peggiori cose pur di garantire lunga vita a questo governo delle larghe intese e a questo parlamento di nominati non eletti.
Quel che e' certo e' che in caso si verificasse questo sconcio impensabile io ridurro' a frammenti la mia tessera elettorale e la spediro' al presidente assieme a una circostanziata lettera di spiegazioni. Sarebbe infatti la fine ufficiale di questa finta democrazia e la tessera non mi servirebbe piu'.
Bella canaglia di stato quello che pretende dal cittadino il rispetto delle leggi, che lo vessa togliendogli la casa per debiti di pochi euro, che gli restituisce i soldi dovuti dopo anni mentre pretende immediatamente il pagamento dei debiti, che mantiene un migliaio di perdigiorno molti dei quali incapaci con la faccia da incapaci e delinquenti e nel contempo salva dall'applicazione della legge e dall'esecuzione delle sentenza alcuni delinquenti di alto bordo accampando presunte ragioni umanitarie o politiche assurde e inconsistenti.
Ricordo al presidente che la grazia puo' essere concessa in casi molto particolari che farebbe bene a ripassare, al ritorno dalle vacanze. Lo Stato non e' tuo, Napolitano, e' nostro; la Costituzione non e' tua, e' nostra: se non sei in grado di garantirla, dimettiti. Se non vuoi o non puoi respingere queste orde di idioti famelici, dimettiti. Se non sei in grado di far scontare la sua pena a un grande evasore coinvolto in altri 5 processi e gia' riconosciuto colpevole di svariati reati, dimettiti. D'altra parte avevi affermato che non ti saresti mai piu' ricandidato e poi hai tradito la promessa, mi ricordi il PD ("mai col PDL!!!") e, ti assicuro, e' tutto ma non un complimento.
Adesso la misura e' colma. Come cittadini pretendiamo il rispetto delle sentenze, basta ai mezzucci, ai cavilli, alle forzature, alle leggine su misura, basta a questo sconcio. Cosi' si infanga la bandiera. Giu' le mani dalla Costituzione. E' ora di smetterla di assecondare i ricatti di delinquenti e servitori sciocchi. Ma chi abbiamo a capo delle istituzioni? Chi cavolo abbiamo, dico io? Il mondo nemmeno ride piu' davanti alle nostre buffonate, sta in silenzio rispettoso, come di fronte a uno spettacolo cosi' patetico da risultare, ormai, troppo tragico anche per prendersene gioco.

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it)

Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.

Leggi tutto...