Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola,lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione (art.21)

* HOME * CHI SONO * REGOLAMENTO * COSA HO APPENA [RI]LETTO * COSA HO APPENA [RI]VISTO, [RI]ASCOLTATO *
MI PIACE * FB 1 * FB 2 * SCRIVIMI * CONDIVIDO * DEFINIZIONI * SCRIVIMI * FONTI *


.

mercoledì 26 gennaio 2011

Traditori ed eversori

Cassano torna a Marassi con la maglia del Milan (gli sta male). Aveva giurato eterno amore ai colori blucerchiati, poi ha fatto in modo di farsi cacciare (un tribunale lo ha riconosciuto colpevole marcio, sanzionandolo in maniera clamorosa): ha dunque tradito la promessa, una città, un amore. Ha sputato su un popolo che da subito lo aveva amato sulla fiducia, regalandogli un'altra formidabile e immeritata chance sportiva ed umana. Stasera ha ricevuto i fischi che si merita, ora veda di stare zitto e di dimenticarci, di stronzate offensive come quelle dette il giorno della presentazione in rossonero ne abbiamo abbastanza. Lui non crescerà mai, noi ci siamo rotti. Ok? Si goda la sua nuova avventura, felice di aver trovato una società che non bada troppo all'etica, dopo una che pur di rispettarla non ha esitato a rinunciare a due o tre decine di milioni di euro.

Dalle intercettazioni della corte del premier emergono giorno dopo giorno retroscena di uno squallore insopportabile, oltre ad ipotesi di reato di notevole gravità. Ma i fedelissimi, incuranti del ridicolo, continuano a chiudere gli occhi di fronte all'evidenza. Carfagna, ministro non certo per meriti politici (curriculum zero), parla di persecuzione dei pm. Berlusconi di complotto. Bossi di scartoffie. Questi qui sono eversori. Dileggiano le istituzioni, denigrano la magistratura, si credono al di sopra della legge, si rifiutano di sottoporsi al giudizio dei giudici, la cui autorità non riconoscono. Non hanno neppure la dignità di dimettersi da una carica pubblica di cui non sono degni e di farsi giudicare alla pari di qualsiasi altro cittadino (ma potendo difendersi molto meglio in virtù delle paccate di miliardi possedute). Sono un pericolo per l'unità e la natura democratica dello Stato italiano. Il loro comportamento, le loro parole sono quelle di eversori. Stanno demolendo la Repubblica, per la quale tanto sangue è stato versato dai nostri nonni. Vanno fermati.

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it)

Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.

Leggi tutto...

domenica 23 gennaio 2011

Il solito silenzio interessato


In tutto questo bailamme di ragazze che vendono il proprio corpo per qualche bigliettone da mille o per una casa o per una carriera in tv, di minorenni corrotte che sono indotte a far sesso per soldi e di un premier che aggiunge altri due reati, di cui uno odiosissimo, alla lista nutritissima dei suoi exploit criminali, si ode distintamente un fragore gia' udito: il silenzio assordante della Chiesa Cattolica, quella di Papa Ratzinger per capirci. Quella che non puoi usare il preservativo a meno che (forse) non sei una puttana e chi se ne frega se l'Aids su questo divieto idiota ci banchetta da anni uccidendo migliaia di persone di grande fede e poco cervello, quella che se scopro che un prete è o può essere pedofilo lo trasferisco ad altra parrocchia, di modo che possa provarci coi piccoli di un'altra zona, invece di indagare e di cacciarlo dalla Chiesa e di denunciarlo, quella che gli omosessuali rovinano la famiglia tradizionale e quindi dobbiamo impedire a milioni di persone per bene di godere dei nostri stessi diritti di eterosessuali sposati e infedeli o pluridivorziati, quella che non ti do la comunione se sei divorziato ma al premier (divorziato due volte) perbacco se la do, quella che non faccio mai chiarezza sugli aiuti forniti dal Vaticano ai nazisti in fuga in Sudamerica, quella che sono dalla parte dei poveri e poi navigo nell'oro e non pago un becco di tasse, anzi l'ICI per me non esiste, mi incamero l'otto per mille e nomino io gli insegnanti di religione superpagati dallo Stato italiano, quella che l'educazione sessuale è un pericolo per la libertà di religione, quella che se bestemmia un cittadino normale ecco un bestemmiatore se lo fa il premier la battuta va contestualizzata.
Abbiamo un premier ultrasettantenne accusato di sfruttamento della prostituzione minorile e di concussione (cito gli ultimi reati in ordine di tempo) e che non ci pensa nemmeno non solo a farsi processare come un cristo normale ma neppure a dimettersi in un sussulto di dignità, abbandonando quelle istituzioni che non è degno di rappresentare e che del resto infanga sempre più, abbiamo i resoconti di squallide feste e di orge con decine di donne fra cui minorenni, di rapporti con papponi e criminali, abbiamo frequentazioni di altre minorenni "ma sempre in presenza dei genitori"; abbiamo un anziano malato (cito la moglie), solitamente definito premier, che, in virtù delle solite leggine su misura, non è stato condannato per aver corrotto un testimone che però è stato condannato per essere stato corrotto da lui! e che non è neppure stato condannato perchè suoi colleghi o amici o collaboratori hanno comprato una sentenza che gli ha regalato una casa editrice, abbiamo un premier che ogni giorno che Dio manda in terra calpesta buon gusto, Costituzione, leggi, morale, oltre a non pensare alla cosa pubblica e a farsi gli affaracci suoi e la Chiesa, la suprema custode della vera morale, l'immacolata e perfettissima Chiesa, che fa? Tace, abbozza, fa un sorrisetto di circostanza, mi parla del preservativo e della pillola, mi scassa le palle con le solite fobie sugli omosessuali facendo passare dal retro pedofili e tangentari. Gente che ha bruciato Giordano Bruno e che chiede scusa dopo secoli. Gente che ha sempre cercato di tenere il popolo nell'ignoranza perchè un cittadino che sa è meno manovrabile. Questi qui pensano solo ai soldi, non scaricano il governo per paura di perdere posizioni sui soliti temi quali l'aborto, la bioetica, la pillola, per non perdere i privilegi fiscali e gli aiuti di stato. Si fanno belli con la parola di Gesù e poi la disattendono con la loro condotta ventiquattr'ore al giorno: chi pensano di prendere per il sedere, ancora? Avete una credibilità in picchiata da decenni, presto sarà pari a zero, presto anche gli idioti, quelli che arrivano sempre per ultimi, vi sbugiarderanno.

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it)

Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.

Leggi tutto...

domenica 16 gennaio 2011

Vattene vattene vattene

Falla finita, dimettiti e fatti giudicare come un cittadino qualsiasi quale sei. Non ti accorgi che non ha senso rappresentare le istituzioni dal momento che non ne riconosci l'autorevolezza (per tacere del fatto che le infanghi e le calpesti)? Che sei la vergogna d'Italia e del mondo, una barzelletta che cammina e una delle maggiori cause della nostra rovina economica e sociale? Che ci togli quel poco di futuro decente che potremmo avere solo perche' ti va di farti una donna a sera, non importa se minorenne, e grazie agli immensi potere e riocchezza che hai? Che ti sei fatto politico grazie al consenso estorto col monopolio dei media solo per salvarti il culo e sfangarla dai tuoi numerosi processi? Che ti manca solo il reato di strage e di schiamazzi notturni per aver fatto l'en plein del codice penale?
Hai paura della galera? Sei pieno di soldi, ti escono anche dalla bocca, fuggi all'estero, raggiungi Battisti, va su un'isola tropicale e vivi alla grande fra lussi e lussurie, senza guastarci la vita. Ti ammireremo da lontano, ma almeno saremo governati da persone che pensano al nostro di futuro, o almeno ci provano, e non al tuo presente di "malato" e di ricco che deve divertirsi ogni tanto con prostitute e servi fedeli.
Io ho diritto di essere governato da una persona che rispetta istituzioni e leggi, che non se ne fa di sue e che, come tutti e piu' di tutti, se ne va e si fa giudicare se e' accusato di averle violate. Non mi interessa se è di destra o di sinistra, sebbene io abbia le mie idee in materia. Se di destra aumentera' le inutili spese militari, se di sinistra gli asili, ma l'importante e' che sia degno di rispetto e onesto, oltre che competente. Essere votato dopo aver manipolato il consenso con i media che si possiedono illegalmente (chi è titolare di una concessione non può candidarsi, recita una leggina) non e' requisito sufficiente per amministrare la cosa pubblica.
Non ne possiamo piu' di quella cerchia di papponi ottuagenari decerebrati e viziosi che frequenti. Del fango che di continuo getti su magistrati che fanno solo il loro lavoro. Dei colpi di piccone che pervicacemente dai alla sanità, all'istruzione, alla cultura di questo paese. Degli sconosciuti e incompetenti che eleggi a cariche pubbliche solo perchè ti hanno fatto un favore personale. Della demolizione dei diritti dei lavoratori e delle stronzate che ci propinano le tv che possiedi e quelle che, coi nostri soldi, dirigi.
Vattene a quel paese, scegli tu quale.
Io ho diritto a un futuro e anche mio figlio. Tu stai violentando il mio paese, stai distruggendo le nostre vite. Hai corrotto nel profondo questa nazione un tempo scapestrata ma alla base onesta, ora menefreghista, razzista, disonesta e zozzona. Ci vorranno decenni per scrostare i tuoi residui dalle nostre coscienze.
Vattene, fatela finita, tu e i tuoi sgherri, con le bugie idiote, sappiamo bene che nessuno passa giorni e notte con prostitute minorenni solo per parlare di Proust, che nessuno invita venti donne e sceglie quella con cui passare la notte e crede che tutto questo non abbia un costo; non prenderci per idioti, non lo siamo tutti. Guarda anche a quelli che non ti hanno votato e a quelli che si sono astenuti: sono la stragrande maggioranza di un paese che di te, dei tuoi amici, dei tuoi servi, dei tuoi metodi, delle tue balle, della tua non politica, del tuo livore, dei tuoi vizi, delle tue stupide barzellette e dei tuoi (dis)valori, non ne puo' piu'.
Senza di lui staremmo meglio o peggio, si chiedono alcuni. Non è questo il punto. Chi è ricco starebbe meglio, gli altri peggio, chi ha a cuore la Costituzione starebbe meglio, chi fa affari con lui o grazie a lui peggio, ma il punto è quel che ho detto finora: non hai i requisiti per governarci, morali nè legali, tanto è vero che devi farti leggi su leggi, per lo più aborti incostituzionali, per tenere le tue chiappe fuori dalle patrie galere in cui ogni anno si suicidano decine di persone che non possono trovare un cavillo e farselo votare come te, quando si mettono nei guai.
Nessuno ti vuole morto, nessuno ti vuole a tutti i costi in galera (sebbene quello sarebbe il posto, o perlomeno le aule di svariati tribunali, tanto per cominciare). I comunisti cattivi esistono solo nella tua testa, nella quale sappiamo bene quale tipo di idee circolino... Non siamo antiberlusconiani, siamo anti tutto quello che fai, è diverso: se lo facesse Paperino, saremmo antipaperini. Non nasconderti dietro i soliti triti e tristi giochetti buoni per i cervelli fusi che ancora ti difendono e chiudono gli occhi davanti alle miserie che ci regali. Ma almeno sparisci per sempre dalle nostre vite, smetti di guastarci presente e futuro.
E vattene, porca troia. Vattene finchè sei in tempo, finchè puoi uscirne bene. Prima che la storia, che sempre punisce chi osa l'inosabile, ci pensi al posto tuo.

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it)
Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.

Leggi tutto...

lunedì 3 gennaio 2011

Perle ai porci

Tutti questi strippati che sbavano per Lady Gaga mica si rendono conto che decenni fa la mitica Rettore faceva cose che ancora oggi sono nettamente superiori. Si agitano parlando di avanguardia e non sanno nulla di una diva i cui dischi e i cui video ancora oggi sono stupendamente ipnotici e sembrano avanguardia, figurarsi quanto erano avanti anni e anni fa. Tu riascolti Donatella, Lamette, Diva, Splendido splendente, Oblio, Karakiri, Kobra, guardi i videoclip, davvero incredibili per quegli anni, rifletti sui testi, analizzi le scenografie e ti sembra impossibile che si tratti di brani degli anni a cavallo fra i '70 e gli '80: trasudano talento, idee, personalità, originalità, modernità, capacità di innovare, sono clamorosamente attuali e artisticamente clamorosi, il trionfo della genialità, il festival della fantasia. Sono opere del passato che appartengono al futuro sin da quando sono uscite, anche se non ce ne siamo accorti e che spesso anticipano temi che poi acquisteranno rilevanza negli anni a venire. Sono anticipi di modernità, preludi di tendenze e mode a venire. Per non parlare della presenza scenica e della voce... Tutti questi confusi che si stracciano le vesti per cantantucoli che escono dai vari reality musicali e poi vanno a vincere a Sanremo surclassando in classifiche false come Giuda opere immortali come Il solito sesso dell'inarrivabile Gazzè non sanno nemmeno di cosa sto parlando, e forse è meglio così: non capirebbero più di tanto, per riconoscere il bello occorre averlo negli occhi e nella testa.
E che dire di Ivan Cattaneo, genialmente irriverente come pochi e sempre messo da parte chissà per quale motivo, eh? Tu rivedi Io sono bugiardo nella fantasmagorica interpretazione anni '80 su Rai Uno in prima serata e ti stupisci della sua modernità: ti trascina e veicola concetti che ancora oggi i decerebrati imprigionati nelle gabbie dei pregiudizi non hanno colto. Arte allo stato puro, incompresa perchè troppo avanti rispetto ai tempi in cui muoveva i primi passi. Abbiamo e abbiamo avuto talenti di livello assoluto in Italia e li trattiamo come cianfrusaglie, regalando onori e gloria ad incapaci assoluti: è uno dei segni del declino che stiamo vivendo. Teniamo ai margini persone del calibro di Dario Fo, Massimo Fini, Daniele Luttazzi, Milva, Franco Battiato, Paolo Rossi, Margherita Hack, ecc., ci dimentichiamo di talenti quali Rino Gaetano e ci inginocchiamo adoranti davanti a perfette nullità ridicole per quanto inconsistenti, oscene per quanto impresentabili. Siamo stati la culla della cultura mondiale ora siamo solo un branco di rozzi e incivili buffoni, prigionieri di una classe dirigente di corrotti incapaci, anestetizzati dai media spargimerda che inquinano il nostro salotto sei ore al giorno e blanditi dagli screditati adepti di una setta religiosa che appoggia le nefandezze del potere giustificandone obbrobri ed eccessi con buona pace del Gesù quello vero, quello del Vangelo, che non avrebbe mai suggerito di contestualizzare una bestemmia o avallato un clero che si strozza nell'oro e predica l'amore per i poveri. Avanti così, tra un Grande Fratello, una Fattoria, una decina di leggi ad personam, quattro cantanti che non se la caverebbero nemmeno sotto la doccia, una fila di puttanelle che fanno politica e un mazzo di fiction banali e zeppe di spot per citrulli: facciamoci del male!

Ecco una serie di incredibili perle:

Rettore, Diva, http://www.youtube.com/watch?v=CQ1ZKKsHUbs
Rettore, Donatella, http://www.youtube.com/watch?v=8uTDvIikLx0
Cattaneo, Io sono bugiardo, http://www.youtube.com/watch?v=oIQFf7mo7hQ

Rettore, Splendido splendente, http://www.youtube.com/watch?v=RGVwO20MXK0
Rettore, Lamette, http://www.youtube.com/watch?v=DVqGf2clvxo
Rettore, Oblio, http://www.youtube.com/watch?v=eEPLpanHkgY
Rettore, Kobra, http://www.youtube.com/watch?v=LHlO5nt__qM

Rettore, Karakiri, http://www.youtube.com/watch?v=eH4hnYSTvxI
Rettore, Cambio, http://www.youtube.com/watch?v=YVU7WEmOals&feature=related
Rettore, Kamikaze Rock'n'Roll Suicide, http://www.youtube.com/watch?v=vrAHJTvJXWk
Rettore, Zan zan zan, http://www.youtube.com/watch?v=NqGDhusD7WY&feature=related
Rettore, Estasi, http://www.youtube.com/watch?v=A2FrcT8NuTY&feature=related
Rettore, Io ho te http://www.youtube.com/watch?v=Jf8AVvvo1Uc&list=MLGxdCwVVULXeRCq-rkbl76AM2i1vV9prQ&playnext=5

Rettore, Eroe, http://www.youtube.com/watch?v=fP3mxf2jIms&feature=related

Gazzé, Il solito sesso, http://www.youtube.com/watch?v=GR4AUxtjL9Y
e la versione con Turci e Rei al Festival di Sanremo, http://www.youtube.com/watch?v=XZ01vRSaMVI

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it)
Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.

Leggi tutto...