Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola,lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione (art.21)

* HOME * CHI SONO * REGOLAMENTO * COSA HO APPENA [RI]LETTO * COSA HO APPENA [RI]VISTO, [RI]ASCOLTATO *
MI PIACE * FB 1 * FB 2 * SCRIVIMI * CONDIVIDO * DEFINIZIONI * FONTI *


.
Se trovi interessante quel che scrivo non sai cosa ti perdi su Twitter e Facebook.
Se non mi trovi interessante, lo accetto, ma hai un problema! :-)

venerdì 14 febbraio 2020

Escrementi sociali

Un amministratore che ruba è un fatto odioso.
Non si tratta del disgraziato che ruba il borsello all'uomo d'affari in pausa pranzo, o del poveraccio che esce dall'iper con due scatolette di tonno in tasca. In questi casi si tratta di furto che deve essere punito, ma il giudizio morale non può non risentire delle circostanze.

Io parlo del politico. Si tratta di una persona che abbiamo eletto e a cui abbiamo affidato la gestione della cosa pubblica. Egli dunque ruba somme ingenti alla collettività e tradisce la nostra fiducia.
Da un punto di vista sociale è un escremento, come del resto chi evade eppure usufruisce dei servizi pagati da tutti noi.
Le pene dovrebbero essere raddoppiate.

Vorrei carceri piene di evasori e politici ladri. Carceri moderne, in cui la sola pena consista nella privazione della libertà, senza il corollario tristemente noto delle attuali carceri italiane e non. Ma vorrei pene dure, da scontare fino all'ultimo osso, senza sconti, premi e carnevalate varie.
Invece sono propri i colletti bianchi a farla franca 9 volte su 10, mentre il tizio del tonno è facile che per riuscire a sfamare suo figlio rischi di prendersi 9 mesi.

Una giustizia a doppio binario è ingiustizia.

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it) Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.

Leggi tutto...

Griveaux

Si parla tanto in queste ore del candidato a sindaco di Parigi che ha annunciato il suo ritiro dopo la diffusione ad opera di terzi di immagini e conversazioni porno a lui riferibili.
Chiariamo:
1) violare la privacy di una persona e pubblicare suo materiale senza il suo consenso è illegale e eticamente non accettabile (potrei accettarlo solo se ne andasse di mezzo la sicurezza nazionale)
2) è giusto che si dimetta, soprattutto se vi è contrasto tra quel materiale (che non ho visionato) e quanto da lui predicato (la politica in favore delle famiglie è una delle sue priorità in campagna elettorale...).

Sperando che perseguano chi ha commesso il reato, approvo la decisione di ritirare la candidatura. Abitudine che nel nostro Paese è quasi del tutto scomparsa: qui, più sei impresentabile, più ti votano, vedi Papi che va al Family Day e poi fa le cene eleganti, o Salvini, Meloni etc che sono divorziati ma si battono per la famiglia tradizionale: la mancanza di coerenza in alcuni casi è grave quanto il commettere un reato, se sei un personaggio politico.autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it) Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.

Leggi tutto...

giovedì 13 febbraio 2020

E’ la bestia o il suo avvocato?


Una cosa mi ha sempre stupito. E cioè il fatto che i quotidiani non si rendano conto dell’involontaria associazione che creano nella mente delle persone, di primo acchito.
Faccio un esempio.
Titolo: “Condannato a 15 anni per aver ucciso il vicino dopo averlo torturato per 50 ore con un cacciavite imbevuto nell’aceto”
A fianco: foto, bella grande, di un uomo. Magari in giacca e cravatta.
Che non è, badate bene, la vittima. E nemmeno l’efferato assassino. No, è... l’avvocato. O, a volte, il giudice.
Ma messo lì, sotto quel titolo, pare lui la bestia. Il nostro cervello, anche fosse solo per un secondo, fa l’associazione, non c’è’ niente da fare.

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it) Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.

Leggi tutto...

mercoledì 12 febbraio 2020

Fatti processare e fa’ un po’ ’ di silenzio

E’ un cittadino come gli altri (ah no, gli altri in genere lavorano e alla fine del mese si ritrovano con un tozzo di pane, lui straparla e incassa 15mila euro, nostri), quindi è giusto che, se sospettato di reato, venga giudicato da un giudice dopo regolare processo, e non dai suoi pari, o dalle urne (?) o da un sondaggio buono per pulire i sanitari.
A differenza di me, ha tempo e denaro per difendersi egregiamente, oltre alle trombe mediatiche su cui far leva. E può fare la vittima. Tutte cose che un comune cittadino (giustamente) si sogna, se finisce nelle maglie della giustizia.
#salvini

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it) Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.

Leggi tutto...

martedì 11 febbraio 2020

Cambiamenti climatici

I cambiamenti sono sotto i nostri occhi da anni. Sono stati quasi impercettibili, se presi nella loro singolarità. Facilmente confondibili con eccezioni o fenomeni episodici. E invece facevano e fanno parte di un unico cambiamento globale. Un lento e inesorabile percorso, passo dopo passo, che adesso sta cominciando a diventare imponente, se ci si ferma e lo si guarda bene. L'Europa, l'Italia cominciano ad essere interessate da tempeste come mai se ne sono viste, qui. Un tempo erano un'esclusiva di altre zone del mondo, per esempio le Americhe. Adesso toccano l'Europa. In queste ore Olanda, Inghilterra e altri paesi del Nord Europa sono flagellati da Ciara. In Trentino abbiamo avuto vento a 190 km/h. Notevoli problemi anche in Piemonte.
E nessuno fa nulla. E molti negano. E Trump ride. E i cinesi e gli indiani inquinano a palla (adesso tocca a loro, quando toccava a noi non ci siamo fatti mancare nulla). E Greta viene coccolata perché innocua. E i giovani oggi sono sull'ambiente, domani si occupano di altro. Solo pochi esperti levano alto il loro grido, che di perde nel vento.
Domina solo il profitto, che rende ottuso e miope l'essere umano.
Quale livello di stupidità può dimostrare questa umanità?

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it) Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.

Leggi tutto...

domenica 9 febbraio 2020

Una buona sintesi

Quando si è al governo non da soli occorre trovare, a volte, una sintesi sui temi controversi, per cui l'accordo che hanno raggiunto i 5 Stelle il PD e Leu e che modifica in minima parte la Bonafede non è la soluzione migliore possibile, per me, ma è un ottimo compromesso che garantisce comunque di eliminare le isole di impunità e di accelerare i processi.

Questo si chiama fare politica: cercare di ottenere gli obiettivi che si sono promessi in campagna elettorale, cercare di ottenerli impegnandosi al massimo e, laddove possibile e senza contraddire i valori fondamentali in cui si crede, giungere a sintesi quando le parti con cui sei alleato hanno una visione diversa.

Che poi in questo caso la visione del PD sia sbagliata e influenzata da scorie del passato che non avrei più voluto sentire è un altro discorso.

Se non accetti il principio per cui ogni tanto devi fare una sintesi di posizioni divergenti non riesci a governare e quindi non riesci a ottenere niente di tutti gli obiettivi che ti eri proposto, e puoi allora tranquillamente rassegnarti a lasciare l'Italia in mano ai vecchi partiti che l'hanno condotta sul lastrico.
Prima, nei 14 mesi con la Lega, si era, è vero, giunti a un accordo su qualche legge ma, fondamentalmente, vi era un clima di tensione continua e insopportabile, provocato ad arte dai leghisti che si comportavano come se fossero perennemente in campagna elettorale.
Non è che col PD siano tutte rose e fiori, molte cose sono simili nella visione del PD e dei 5 Stelle ma molte sono differenti, inoltre nel PD c'è ancora la cappa opprimente di Renzi, ma noto uno spirito di collaborazione e una lealtà sicuramente maggiori.

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it) Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.

Leggi tutto...

Reddito e malafede

Non passa giorno che qualcuno non infanghi la eccezionale misura del reddito di cittadinanza... nessuno però dice le cose come stanno.
Innanzitutto, su due milioni e mezzo di beneficiari a cui effettivamente è cambiata la vita, fino ad oggi sono stati scoperti solo 341 furbetti (0,0001%).
Il fatto poi che siano stati scoperti pone a favore della misura perché vuol dire che i controlli si fanno e sono efficaci e, infine, nessuno dice che tutti questi 341 percepivano già il reddito di inclusione, il cosiddetto Rei, solo che nessuno controllava e nessuno aveva interesse a dire che vi era qualcuno che lo percepiva indebitamente...
Come ci ricorda Tridico, presidente dell'INPS, finché non si pagano le tasse si chiude un occhio ma se si prende indebitamente il reddito di cittadinanza si sparano i titoli sulle prime pagine dei giornali.

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it) Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.

Leggi tutto...

giovedì 6 febbraio 2020

“FilmTv” e “Maria è con te”

Questa mattina, all’interno del negozio del mio edicolante-libraio, cerco “FilmTv”, che acquisto per conto di mio fratello tutte le settimane (generalmente il martedì, anche se oggi era giovedì). Sono consapevole di avere appena rivelato un dato sensibile.

Non lo trovo. Poi lo vedo.
Era posizionato 30-40 cm a sinistra della sua collocazione abituale.
L’edicolante lo ha notato, e io ho rimarcato la cosa. Ha detto che già un altro cliente aveva avuto un’incertezza e glielo aveva fatto notare.
Al posto di “FilmTv” vi era (casualmente o, come sostengo io per poter accusare scherzosamente il titolare, per precisa scelta di marketing) “Maria è con te”, rivista di cui bellamente ignoravo l’esistenza (ed è ero più felice).

Tutto questo per dire che quando effettuiamo gesti banali e consueti (come allungare la mano verso FilmTv ogni martedì) il cervello mette il pilota automatico e guida la mano esattamente nello stesso punto di sempre, senza che noi si debba fare alcunché per trovare il punto: è memoria visiva/gestuale.
E, se FilmTv è più in là, spodestato da una pubblicazione para-religiosa di cui i più non sentono la mancanza, l’aggancio fallisce (Houston, Houston, abbiamo un problema...) e noi ci restiamo male.

Quello che mi sono chiesto, uscendo dal negozio, è come mai in queste cose che potremmo definire minimali, come il compito di giudicarci meccanicamente verso un settimanale, il cervello risulti essere così efficiente e preciso, al punto da ricordarsi in maniera così accurata la collocazione dei prodotti acquistati di solito, mentre in molte altre cose (nettamente più rilevanti) risulti del tutto inefficiente o addirittura scandalosamente passivo o incompetente.

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it) Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.

Leggi tutto...

Soldi buttati


E’ un bel mondo, è un bel Paese quello in cui al Conad il parcheggio è gratis e all’ospedale costa e pure salato.
E’ un bel mondo, è un bel Paese quello in cui gli ospiti illustri ricevono compensi assurdi per prendere parte a Sanremo, mentre dovrebbero andare gratis (vedi Lopez e Shakira al SuperBowl) per motivi intuibili.
E’ un bel mondo, è un bel Paese quello in cui la fidanzata di Ronaldo, per fare un giretto sul palco dell’Ariston e garantire la presenza del borioso Cr7 in platea, chiede (pare) 140mila euro, mentre gli orchestrali di seconda fila, quelli “precari”, se non erro per 5 serate di musica tireranno su 250 euro in tutto.

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it) Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.

Leggi tutto...

Il citofono ci salverà

Pare (lo hanno detto gli stessi leghisti, se ricordo bene) che il traffico di droga sia calato, nel quartiere in cui Salvini importunò cittadini ignari suonando al citofono ad uso campagna elettorale modalità indegna ON.
Direi che la cosa si può capire: bisognerebbe essere scemi, oltre che spacciatori, per continuare sin da subito ad agire in una zona che è stata di recente così tanto sotto i riflettori.
In ogni caso abbiamo forse trovato il rimedio allo spaccio: per debellare questa piaga, basterà suonare citofoni a casaccio e molestare ignari cittadini un po’ in tutti i quartieri chiacchierati.

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it) Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.

Leggi tutto...

mercoledì 5 febbraio 2020

Maiali mangiapane a tradimento

Adoro quelli che (infami) avendo un lavoro o magari guadagnando migliaia di euro di soldi nostri (esempio i deputati) o magari evadendo a mani basse criticano l'idea di un reddito di cittadinanza.
E' facile parlare quando ti entrano in tasca migliaia di euro, pensiamo a chi non arriva a fine mese e fatica a dar da mangiare ai suoi figli. Il Rdc è una misura logica, che l'Italia ha stabilito in netto ritardo (al solito) rispetto ad altri Paesi più evoluti ed è solo il primo passo. Davvero, solo il primo passo.
Chi sta bene, stia bene ed eviti di scrivere o dire cose infami.
Son poi gli stessi, spesso, che bruciano paccate di euro per fare referendum inutili o per il fatto di non accettare l'election day. Non diciamo nulla, poi, sugli acquisti di armi, sul trattamento di favore alla Chiesa, etc. E su evasione e corruzione. Soldi per star bene tutti ce ne sarebbero eccome, se li levassimo dalla bocca dei maiali mangiapane a tradimento che si abbuffano a spese nostre in spregio alla morale e alle leggi.

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it) Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.

Leggi tutto...

martedì 4 febbraio 2020

Due regolamenti

Forse non è chiaro, forse io mi spiego male, forse voi avete bisogno di leggere due volte :-)

Il punto non è se il 2-2 era da annullare. Magari da regolamento di quest'anno (FOLLE), lo è pure.
Il punto è che tale regolamento è folle e soprattutto che a una c.d. big un gol così non lo togli, altrimenti poi ti trovi a coltivar rape in Siberia. Quindi il problema non è solo il regolamento idiota, ma l'esistenza di due regolamenti (tu protesti una volta, giallo! l'avversario protesta 97', nulla).
Vecchio problema gravissimo del calcio italico malato.
Se Piero (nome di fantasia), arbitro, sbaglia con noi, se ne parla 2 minuti e non succede nulla (giustamente, dato che tutti possono sbagliare e che la Samp non ha potere mediatico e ha stile e sportività); se sbaglia con una big, viene crocifisso, offeso, infangato, sezionato, ricusato e la sua carriera è a rischio. E' quindi ovvio lo stato d'animo col quale un arbitro in Italia arbitra.

#sampnapoli

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it) Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.

Leggi tutto...

sabato 1 febbraio 2020

RIECCOLO con le frontiere da chiudere

Non gli par vero.
C’e’ il coronavirus e: chiudiamo tutte le frontiere, di aria, di terra, di mare!Italiani!!!! 🙂 Il tono è quello, spiace, non è colpa mia, è colpa sua che lo ha, quel tono fra il ridicolo, il cialtronesco e il ducetto.
Il governo ha dormito, è incapace! ha perso tempo e non fa quello che dovrebbe! Spezzeremo le reni al virus!!! (Peccato che non sia greco!)...
Poco importa che nessuno a parte l’Italia abbia bloccato i voli, misura forse anche eccessiva, o forse no, non saprei.
E poi, a chi gli chiede se mangerebbe cinese: io per fortuna stasera mangio a casa, poi domani mangio toscano, emiliano. Insomma, aiuta i ristoratori cinesi... Non ha la minima idea di cosa voglia dire essere un politico (non ne ha le capacità, del resto: sa solo acchiappar voti soffiando sui peggiori istinti), non sa che occorre pesare le parole, che hai una responsabilità enorme, verso tutti, verso gli Italiani nati in Italia, ma anche verso gli Italiani nati altrove, e verso gli stranieri che qui risiedono o aggiornano o transitano, e verso tutti i popoli di tutti i Paesi del mondo. Non sa nulla, semplicemente non è adatto, come se io discettassi di capelli, come se facessimo contare gli scudetti vinti a uno juventino, come se chiedessimo a un gatto di risolvere un’equazione.
Che pena.

Il coronavirus è temibile, spero di non averne nulla a che fare, né io né familiari o amici. Ma, allargando il discorso da Salvini al resto del mondo, il virus della cialtroneria (cit. Lucarelli), dell’intolleranza, della paura nei confronti dello straniero, del razzismo ente o conclamato, dell’omofobia, della xenofobia, della famiglia tradizionale e poi hai divorziato 18 volte, del mito del lavoro e poi non hai mai lavorato in vita tua, della mente ristretta sono altrettanto pericolosi, e molto più persistenti, financo inguaribili. Un cazzaro (cit. Travaglio) al bar fa pochi danni, uno in posti di responsabilità è dannoso come la peste.

E, in Italia e in altri Paesi, certi partiti questi virus li coccolano, li carezzano, ci fanno l’amore, quando proprio non decidono di esprimerli direttamente (vi ricordate Borghezio, tanto per citarne uno? Quello che puliva con alcol i sedili dei treni sui cui si erano sedute delle presunte prostitute? O Fini, quello de “I maestri omosessuali non possono insegnare”? O Fontana, che parla di razza bianca? O il Salvini dei napoletani che puzzano? Gli esempi sarebbero decine e decine).
Il razzismo, se espresso da chi ha rilevanza pubblica, dovrebbe essere punito il doppio.

E comunque ha ricominciato coi soliti tweet a metà fra l’irrilevante e il lisergico, giusto per dare un titolo al giorno ai media servi, giusto per raccattar qualche voto da chi ragiona con la pancia, o peggio...

—-
Img: Wikipedia


autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it) Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.

Leggi tutto...

mercoledì 29 gennaio 2020

C’e’ movimento


Quante volte ho sentito dire: eh, se sei contro il tema X, allora impuntati e fa’ cadere il governo.
Certo, così governano quelli col 17, brutta destra fra l’altro, e tu , col 33 da 6 anni, stai a guardare. Eh no.
Il Movimento vuole cambiare le cose.
Per cambiarle occorre governare, se ti votano.
E da due politiche le Stelle sono i più votati di tutti.
Allora se hai i numeri per far da solo, governi e probabilmente di cose che vuoi fare ne concretizzi molte.
Se non ce la fai pur avendo molti numeri, ti allei con chi ci sta, imponendo i tuoi valori, certo, ma mediando sui temi sui quali si può, altrimenti non è alleanza ma dominio.
Non concretizzerai tutto e subito, ma qualcosa o parecchio sì.
E cominci a cambiare le cose, sia pure con maggior fatica rispetto all’ipotesi in cui fossi solo.
Ma se governano gli altri, i soliti, le cose non cambiano.
E tu sei nato per cambiarle.

Forse non vi è chiaro.
Al Movimento interessa cambiare le cose. Portare a casa Notav, noTap, RDC (novità pazzesca, il Rei era buono ma minimale), blocco prescrizione (novità clamorosa), risarcimento ai truffati dalle banche (prima volta nella storia),
spazzacorrotti etc sarebbe stato ottimo. Ma portarne a casa 3 su 5, per esempio, è buono eccome. In due anni hanno raggiunto diversi obiettivi, alcuni clamorosi. Il Tap no, perché hanno scoperto dopo che si erano sbilanciati troppo con le promesse e le decisioni assunte dal PD erano tremendamente vincolanti. Il Tav no, perché se tu voti NoTav ma il Parlamento vota sì, è sì. Ma tanto il Tav non si farà MAI.

Chiedete coerenza e talebanismo 100% al Movimento e poi votate da 40 anni gente che ha coerenza zero e ruba. Su, pacificatevi. Il Movimento sono cittadini che dieci anni fa si son rotti le balle di questi politicanti. Sapevamo che avrebbero pagato una iniziale inesperienza. Ma le cose qui devono cambiare. Se tutte subito o piano piano vedremo.
Ma se molli tutto e rivanno su gli altri, l’Italia sta dov’è, anzi frana ancor di più.
Non avete capito questo, e cianciate. Il Movimento si dissolve, sparisce, è come gli altri...
Come no. Eh eh eh.

Date retta ai media servi, forza.
Il Movimento ha il 90% dei media contro.
Non usa finanziamenti pubblici. Non può spendere milioni nostri per veicolare le sue idee (un noto partito spese 11 mln per pompare il sì al referendum). Non possiede Tv, giornali, banche, assicurazioni. E’ contro poteri forti e lobby, quindi le ha contro.
Eppure va.

Se non vi piace non votatelo. Ma raccontar palle o infangarlo è sciocco e inutile.
Se preferite i soliti corrotti, votate loro.
Che problema c’e’?

Una persona non va convinta. Si deve convincere da sola che i partiti sono marci.

Autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it) Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.

Leggi tutto...

Odio libero

Questo è un mondo alla rovescia.
I nazisti e i fascisti (altrimenti detti: ignobili maiali) hanno compiuto crimini inenarrabili, sono la feccia della feccia della feccia, non sono nemmeno esseri umani. Benito Mussolini e Adolf Hitler sono volgari assassini, criminali efferati. Mi fanno ribrezzo.
E fresca fresca Alessandra Mussolini (un cognome che vi dice nulla?) afferma che la senatrice Liliana Segre (vittima di questi orrendi porci) "non deve fomentare l'odio contro il fascismo".
Io dico che dobbiamo incentivare in tutti i modi l'odio contro il fascismo.
Il fascismo è vomito di satana, è sterco del più puro, è cacca fumante e puzzolente: va odiato al massimo livello.

---
img: pixabay

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it) Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.

Leggi tutto...

lunedì 27 gennaio 2020

Male assoluto

Tanti genocidi ci sono stati, tanti massacri, mille pagine oscure nella storia del genere umano, interi secoli macchiati da stragi e violenze orrende, ma il nazismo, il fascismo sono un qualcosa di unico, il Male assoluto. Nella teoria nazista, in quella fascista non c'è nulla di buono, non un grammo, sono teorie nate per uccidere, per fare il Male, per spargere sangue e creare dolore. Sono teorie inumane, deliranti, diaboliche.
E' inutile paragonarle ad altri massacri della storia, magari compiuti da assassini che si ispiravano a questo o quel dio o a questa o quella teoria; qui è proprio il fondamento teorico ad essere marcio fin dall'origine. E' inutile rifugiarsi sotto l'alibi del comunismo ogni volta che si parla del nazismo: chi ha ucciso in nome del comunismo lo ha fatto usurpando una teoria che non predica genocidi, ma anzi persegue ideali positivi e utopici, chi ha ucciso in nome di un dio lo ha fatto usurpando quel dio, chi ha ucciso in nome del nazismo ha invece applicato alla lattera il nazismo.
Chi si definisce fascista, nazista, mussoliniano, chi è nostalgico di quei maiali e delle loro gesta disumane e bestiali si pone al di fuori della comunità umana. Deve essere emarginato, messo in condizione di non nuocere. Sia chi agisce, sia chi sobilla con parole e violenza verbale, in special modo se lo fa da posizioni pubbliche o di potere.


autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it) Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.

Leggi tutto...

E' sereno

Lo so anch'io che il Pd è ben lontano dall'essere la salvezza di questo Paese. E so anche che i 5s devono ancora maturare parecchio per tradurre meglio in cose buone le intenzioni buone (perchè hanno intenzioni buone, a volte commoventi).
Ma uno dei pregi del Pd, che ha giocato a suo favore in Emilia Romagna (oltre alle "sardine", al voto disgiunto di qualche "grillino" e alla non ostilità del Movimento), è quello di non essere la Lega. Sembra poco, ma in queste condizioni (non buone) è tanto.

Bonaccini non è Gesù, tutt'altro. Ma la regione è amministrata meglio di tante altre, e la campagna elettorale è stata condotta in maniera sobria, senza interi cataloghi di menzogne, senza arroganza, senza citofonate, senza volgarità o violenze via social, senza eccessive strumentalizzazioni.
Il Pd ha fatto tanti errori e il renzismo lo ha stravolto. Ma è un partito nell'alveo della Costituzione e non strizza l'occhio agli estremismi. Poi, certo, ha mille e uno difetti, e i 5s hanno sempre fatto bene a combatterne i vizi e le storture (al punto che Grillo, prima di fondare il Movimento, provò a candidarsi nel Pd per riformarlo ma fu respinto).

Io sono convinto che questo paghi; questo non essere come la Lega Nord, intendo. Con media imparziali, avrebbe pagato di più. I Cinque Stelle propongono ben altro, ma qualcosa che comunque potrebbe far suo anche il Pd (non renziano); tuttavia laddove non si è (ancora?) pronti per il salto in avanti, quello che si deve evitare è il passo indietro verso il baratro. Ricacciare la destra indietro è condicio sine qua non perché abbia un senso parlare di un futuro migliore.

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it) Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.

Leggi tutto...

domenica 26 gennaio 2020

Demolire la sponda

Chi sottovaluta il fascismo è fascista. O non conosce la storia, al massimo sa quella delle coppe europee e della serie A degli ultimi anni. O è proprio idiota.
Non parlo di Ganassa, quello è cinico più che fascista. Ma non innocuo.
Parlo propri dei fascisti.
Il nostro Paese ne era zeppo, alla fine della guerra. Il giorno dopo non ne trovavi uno.
Si sono rintanati. Si sono riciclati.
E adesso rialzano la testa.
Il fascismo è come l’herpes: non passa mai del tutto.
Non si deve abbassare la guardia.
Esagerare, vedendolo dove non c’è’, fa il suo gioco.
Non vederlo quando c’e’, però, lo fa di più.
Combatterlo è la priorità. Dopo, si può pensare al resto.
Non puoi far progetti sulla tappezzeria mentre fuori una cingolato sta per buttarti giù la casa.
Le frange di decerebrati fascisti, nazisti, nostalgici, mussoliniani, xenofobi, omofobi, razzisti, violenti, che nascono dal fango e nel fango vivono, adesso sono belli vispi, perchè sentono di avere una sponda.
Noi quella sponda dobbiamo buttarla giù.
E’ semplice.
Non ho detto facile.

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it) Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.

Leggi tutto...

sabato 25 gennaio 2020

Consigli per le urne


Si può sempre fare meglio ma è evidente che l'Emilia Romagna è una delle regioni meglio governate d'Italia e che l'alternativa sarebbe nettamente peggiore.
Quindi visto che in queste elezioni c'è il voto disgiunto è evidente che, per quanto mi riguarda, la scelta migliore è votare Bonaccini governatore e Movimento 5 Stelle come lista.

La priorità è come sempre scegliere l'opzione migliore fra quelle offerte (e in grado di vincere, in questo caso) e in Emilia Romagna, come spesso accade, anche fermare la deriva a destra.

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it) Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.

Leggi tutto...

Definitivo su nazismo e comunismo

*DEFINITIVO*
#Barbero Alessandro

D: Quindi “via Stalingrado”
non è pari a “via Hermann Göring”?

R: No. Il nazismo è un’ideologia
inventata in Germania da Hitler e i suoi soci, è durata 20
anni; essere nazista vuol dire
essere d’accordo con quella
cosa.
Il comunismo è esistito
per 150 anni, in tutto il mondo,
ha avuto milioni di fedeli e militanti.
In alcuni casi questi
sono andati al potere e hanno commesso delitti. Ma il
comunismo non ha mai
voluto dire prendere il
potere per mandare la
gente nei lager. Erano
quelli che lottavano
per i diritti della povera gente,
e finivano loro nei lager."
----
#FQ, #Ranieri
(foto C. Orrico)

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it) Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.

Leggi tutto...