Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola,lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione (art.21)

* HOME * CHI SONO * REGOLAMENTO * COSA HO APPENA [RI]LETTO * COSA HO APPENA [RI]VISTO, [RI]ASCOLTATO *
MI PIACE * FB 1 * FB 2 * SCRIVIMI * CONDIVIDO * DEFINIZIONI * FONTI *


.
Se trovi interessante quel che scrivo non sai cosa ti perdi su Twitter e Facebook.
Se non mi trovi interessante, lo accetto, ma hai un problema! :-)

mercoledì 21 agosto 2019

Lega, un amore (?) infinito

Dico sempre di pensare male della LegaNord (oggi ripulitasi in Lega) dalla sua nascita. Non ho registrato le mie conversazioni politiche degli ultimi 30 anni (vorrei vedere), tuttavia sono sicuro di poter ritrovare lettere spedite e a volte pubblicate sui giornali che stigmatizzano tutto quel che si può stigmatizzare della Lega. Rimandendo al solo blog, che ho aperto alla fine del 2008 (con l'elezione di Obama), ecco cosa scrivevo 10 (dieci) anni fa...

----27 agosto 2009
Mentre l'ennesima strage di migranti in mare suscita sdegno e sgomento, su Facebook gli internauti leghisti si divertono a far sparire con un clic le barche con gli immigrati a bordo. Vince chi riesce a rimandare indietro più extracomunitari. Ogni volta che un barcone viene respinto, si viene avvisati con il suono di una campanellina. Si chiama "Rimbalza il clandestino", ed è un'applicazione sviluppata all'inizio di questa estate e disponibile sulla pagina ufficiale su Facebook della Lega Nord. Da qui può essere condivisa e pubblicizzata su ogni profilo.
Ad amministrare la pagina del Carroccio è il figlio di Umberto Bossi, Renzo, classe 1988, affiancato nell'opera da Fabio Betti, un altro leghista doc.

Che dire? Ogni volta ci si stupisce. E di cosa? La Lega da sempre ha atteggiamenti razzisti, violenti, xenofobi, secessionisti, antinazionali. E alura? Molti la votano e ciò sembra poter sanare tutto, in Italia, dalle leggi disumane contro i clandestini, alle proposte razziste tipo autobus per soli milanesi, alle azioni imbecilli tipo pulire con alcol i sedili del treno su cui si sono sedute alcune prostitute (vero, Borghezio mon amour?), al voler punire per legge clienti e prostituite e poi scoprirsi cliente di prostitute, al magnificare e omaggiare un tiranno sanguinario come Gheddafi. Dai ragazzi, è l'Italia degli anni duemila!
------------------

Per dire, eh. Io non cambio idea dalla mattina alla sera.

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it) Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.

Leggi tutto...

Ragazzi, non provateci

RAGAZZI... NON PROVATECI

Siccome qualcuno butta là, ammiccando. che io parlerei bene di Conte solo ora che la sua grandezza è parsa evidente anche agli ottusi, mi spiace far notare che io parlo bene di Conte (perché ne penso bene)... da quando ho potuto vederlo all'opera (prima sarebbe stata dura, in effetti).

Limitandomi al solo Facebook, che non è l'unico social che uso o l'unico canale su cui scrivo, addirittura parlo bene di Giuseppe Conte premier, qui, già il 14 settembre 2018, quindi 100 giorni appena dopo il suo insediamento e quindi 11 mesi fa! A voce pure prima, ma insomma, adesso stavo al solo dimostrabile e al solo Facebook.
E poi moltissime altre volte.

Non sono il tipo che cambia opinione senza dirlo, o che la cambia a seconda del tasso di umidità; scrivo quel che penso, sono discretamente coerente e posso dimostrarlo, basta leggermi. Oppure prendere atto di questo fatto -vedi oltre- che smentisce la succitata illazione.
--------------------------------

Scrivevo il 21 lug 2019, 12:46
Giuseppe Conte si sta rivelando un ottimo politico, un valido mediatore, un premier all'altezza come non ne avevamo da decenni.
Dubito che l'Italia meriti un premer di tale valore.
Spero non mantenga l'idea di porre fine alla sua esperienza politica alla fine di questa legislatura.
Coerente, corretto, misurato, sa quel che deve dire, sa quel che deve fare, ha stile. Si presenta bene ed è tutta sostanza, non solo forma. Dà sicurezza.
Eravamo abituati a politichetti cafoni, arroganti, so-tutto-io, senza spina dorsale, opachi, bugiardi, senza stile e senza misura, senza competenze e con scarse qualità, voltagabbana e, quando è andata male, anche disonesti.
Ecco perché c'è stupore.

e poi, fra le altre, il 4 luglio, 22 maggio, 4 maggio, 9 marzo,

e poi il 27 gen 2019, 16:17
Il fuorionda (banale, quasi irrilevante) ci mostra un #Conte a suo agio, equilibrato, imparziale, rassicurante, un vero garante e un ottimo premier. Dico ottimo in assoluto, non paragonandolo ai fenomeni dei due/tre decenni passati. #piazzapulita

e il 12 gennaio 2019, 8 mesi fa:
Conte è quello che subito apparve a un occhio equilibrato e attento: un buon presidente. In sei mesi è pure (lievemente) migliorato (solo i cretini non migliorano col tempo, e noi lo sappiamo bene).
"Migliore degli ultimi PdC" è un'offesa. Buon presidente è un giusto e moderato riconoscimento. Sa comportarsi e sa come muoversi. È educato, pacato, equilibrato ma efficace e deciso. Sa mediare. È preparato e colto. Non è superbo, buffone, bugiardo. Non ha processi, indagini, condanne. Non possiede grappoli di tv, giornali, banche, assicurazioni. Non si è circondato di amici d'infanzia, ex avvocati ed ex segretari personali, delinquenti o amanti. Sa ascoltare. Conosce gli uomini, le regole e le lingue. Ha a che fare con due vice non affini e se la cava bene. Parla poco e coi fatti.
Ne veniamo da tragedie, è normale salutare con gioia un presidente normale che sa fare il presidente. La bella normalità fa esultare quando diventa inaspettata eccezione.

e ancora più indietro: 29 dicembre e....
25 novembre 2018, cioè 9 mesi fa!:
Già avere come premier una persona normale, istruita, competente, che sa l'inglese, che sa comportarsi in pubblico, che risponde alle domande e a tono, che non fa l'arrogante il permaloso e il bimbo dell'asilo, che non possiede giornali tv assicurazioni etc pare un miracolo #Conte

e anche 20 ottobre 2018 e 27 settembre e 14 settembre 2018!!!



autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it) Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.

Leggi tutto...

Conte, discorso al Senato 20 agosto 2019


Discorso di #Conte al Senato, da 10 min.
Non meritiamo un premier così.
Chi non lo stima è bacato e non ha la mia stima.
Sta distruggendo Salvini senza offese e senza menzogne. Coi FATTI.


Da cafone nemmeno saluta l'Aula prima di parlare.
#Salvini
Adesso cominciano le forzature, le menzogne.
(Trovate una menzogna nel discorso di Conte)

Orgoglioso di #Conte, di cui ho cominciato a dire bene molti mesi fa.
Orgoglioso che lo abbia regalato all'Italia il Movimento, una forza cui do fiducia dal 2009.


Parla sempre di migrazioni.
Non ha spiegato perché ha violato il Contratto.
Sul voto delira: si vota ogni 5 anni non ogni 3 mojito.
Ha ragione Conte: non è all'altezza.
Qui vedo solo neuroni che sono migrati.
#Salvini

Non ha capito molte delle cose dette da Conte.
Me lo aspettavo.
#Salvini

Salvini urla.
Conte ha parlato.
Fra i due discorsi, nella sostanza e nella forma, un abisso.

#Salvini parla di un accordo M5S PD pre-esistente...
forse gli sfugge un particolare: che ci potevano anche essere mille accordi ma non sarebbe successo nulla se come un incapace non avesse fatto cadere il governo...
La Lega ha il 17, Il PD il 18, il Mov. Il 33.
Il resto è fuffa.

#Renzi lo sto a sentire mentre leggo, tanto è la solita fuffa da anni.
Cita il Vangelo, vedo che ha capito il rimprovero di Conte: un altro somarello.
Ci spieghi gli accordi libici del governo Gentiloni definiti vergognosi e disumani dall'ONU...

Un populista dileggia il populismo.
Che poi populismo non è termine negativo, in teoria.
Con #Renzi ci si diverte spesso.

La Russa che parla di volontà popolare e ricorda la Costituzione (antifascista) è comica, davvero.
Sarebbe comune uno juventino che si appelli al regolamento interno dell’Inter, se mi si passa lo stupido paragone sportivo.
Finora Conte 9, Salvini 2, Renzi 2, Bonino 3, La Russa 2,5 (il mezzo punto perché smaschera il gioco di Renzi che controlla i senatori Pd), ma io mi chiedo in genere che ci facciano i fascisti al Senato e in Parlamento, mi sfugge da sempre. Bernini 6 per l’impegno, 1 per i contenuti, media 3,5 ed è troppo generosa. Grasso 7, a volte non lo condivido ma l’uomo non si discute. Morra, che ha preferito concentrarsi su Salvini e la mafia e sul suo rifiuto di rispondere all'invito o meglio alla convocazione della commissione antimafia, 6,5. Zanda, che comicamente ha criticato il premier Conte su questioni di costituzionalità e che ha lasciato comunque un aperta aperta ad un accordo col 5 Stelle e bontà sua ha anche riconosciuto che vi sono differenze notevoli tra 5 Stelle e la Lega (clap clap) merita comunque un 5 perché alla fine ha usato anche tanta fantasia, troppa, nel criticare il governo cadente.
Tutti col voto... bisogna dare la parola agli elettori etc. Gli elettori hanno parlato a marzo 2018. Vogliono le riforme promesse dai 5 stelle (33% dei consensi, primo partito alla Camera da sei anni). Chi ci sta, ci sta (Papi escluso, ovvio, e adesso escluso pure Salvini per manifesta inaffidabilità)

Forza Italia, fondato e diretto da un Grande Frodatore Fiscale, implicato in decine di processi, autore di più di 60 leggi ad personam (pensate per salvare il cul* a se stesso, agli amici e alle sue aziende), tuttora sotto processo in varie aule, titolare di plurimi fallimenti politici, ha il coraggio, con le parole della Bernini, di fare lezione di buon governo, di coerenza e di moralità e di accreditarsi come i salvatori del Paese... ragazzi, oggi c’e’ da scompisciarsi, peccato che fra un po’ io debba uscire.

FACCIAMO I CONTI
Il discorso di Conte è stato esaustivo, pacato, ragionevole, cristallino. Ha distrutto Salvini senza offenderlo: è bastato descriverlo e descriverne le gesta. Ha dimostrato ancora una volta di essere una spanna sopra tutti, un vero e proprio marziano della politica.Qualità morali, umane, politiche di livello eccezionale e inusuale in certi consessi.
Spero che il PD riacquisti la ragione e, dopo la ridicola e irricevibile proposta di Bersani del 2013 (con Napolitano a mettere bastoni fra le ruote) e il rifiuto da asilo nido del 2018, collabori affinché questa esperienza positiva di governo (mai un esecutivo ha fatto così tanto e mai ha cercato di restare fedele alle promesse elettorali così tanto) possa continuare, per completare questo percorso nuovo che un italiano su 3 votanti ha chiesto a gran voce appena 16 mesi fa.
A me piacerebbe, come cittadino, un Conte bis con Pd e LEU e un nuovo Contratto, depurato dalle boiate verdi. Pd e M5S hanno storie diverse, colpe passate diverse (il Movimento non ne ha) e diverso atteggiamento nei confronti della Magistratura e diversa storia giudiziaria (complicatissima i primi, immacolata i secondi); tuttavia hanno enormi punti in comune quanto a politiche sociali, del lavoro, ambientali, ecc. Ci sono spazi enormi, ma occorre mettere da parte personalismi e renzismi, anche se odio ripetermi.
M5S e Pd si sono sempre cercati, ma sappiamo come è finita. Governare con la Lega è stato un ripiego, per cercare finalmente, dopo 5 anni di opposizione da primo partito!, di tradurre un roboante 33% in fatti concreti. Adesso il ripiego è finito per colpa del Capitano che si è infilato in un bel sacco da solo e adesso strepita.

Calenda a nome di chi parla? Mai capito.
---
La situazione del PD è questa. C'è un nuovo allenatore, Zingaretti, ma 45 giocatori su 51 obbediscono all'allenatore precedente (che fra l'altro li ha portati in serie B)... sarebbe meglio che il PD prima di parlare di futuri accordi coi 5Stelle facesse pace con se stesso... Renzi, quando fece le liste, le fece in maniera molto astuta, e allora chi osserva con attenzione lo aveva capito: le fece proprio allo scopo di dare le carte nel caso di una successiva crisi di governo... mi sembra quindi che prima di tutto il PD debba cercare di mettersi d'accordo con se stesso, anche magari attraverso una scissione, perché la situazione che ho descritto prima con la metafora sportiva è ingestibile e ridicola... e il bello è che si tratta dello stesso partito che non perdeva occasione di parlare di divisioni fantomatiche all'interno dei 5Stelle ad ogni minimo starnuto di Beppe Grillo.

Quello del lanciafiamme parla di clima di odio.
#Renzi

Crisi governo, Zingaretti a Conte: «Ok discorso ma lui e Salvini sono causa del pantano. Deve riconoscere errori»
Un partito diviso in due e che in 16 mesi non ha fatto un minimo di autocritica sui 4 + 1 anni di governo pessimo dell'Italia avanza questa pretesa... Ahaha
... date un po' di zucchero a Zingaretti

Questo è il fallimento di Salvini, non certo di Conte (ha fatto miracoli) o Di Maio (corretto e pugnalato).
Salvini ha tradito, e si è fregato con le sue mani. Come un Giuda che finisse all'opposizione.
Il #Pd smetta con le lezioni, dato che sta ancora dietro alla lavagna col cappello da somaro.

Replica di Conte al Senato
La seconda metà è clamorosa
Siccome Salvini ha innescato la crisi e ora vorrebbe far credere che l'hanno provocata altri Conte racconta come sono andate le cose e dice che visto che Salvini non ha il coraggio politico delle sue azioni, è disposto a mettercelo lui... in pratica gli dà del #coniglio.
E con ragione.


SUPER-PADANO
Rifarebbe tutto, dice il Capitano Demolito. Uhm...
A parte che non ci credo: si è infilato da solo in un bel sacco e sa di aver fatto una caxxata immane, fidatevi.
Ma se fosse vero, perché allora ha ritirato la sfiducia?
Salvini, lascia stare, non è roba per te tener testa a Conte. Almeno senza "pieni poteri" (questa frase resterà nella storia di questa Repubblica un po' cialtronetta). Con quelli, quando sarai SuperPadano, forse potrai provarci.

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it) Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.

Leggi tutto...

sabato 17 agosto 2019

Furbizia non è intelligenza

Salvini è molto furbo ma non è intelligente e l'intelligenza politica è cosa ben diversa dalla furbizia.

Fa politica (male) da 30 anni ma questo non basta per diventare un buon politico; tanto per dire, Di Maio, quello che tutti definiscono incapace, dopo due o tre anni di gavetta era già migliore.

Il cosiddetto Capitano ha fatto un errore clamoroso, pazzesco, un autogol da centrocampo che rimarrà nella storia della Repubblica, e adesso sta cercando di fare marcia indietro in modo farsesco.

Io da mesi scrivo che non è affatto detto che staccando la spina al governo si realizzerà quel che Salvini sogna; e 24 ore di di presunta crisi mi hanno già dato ragione. E sono mesi che scrivo che il MoVimento 5 Stelle, oltre a non avere problemi giudiziari (e, nel caso, a saperli affrontare nel modo giusto), a differenza della Lega, e un passato imbarazzante di pessimi governi col Delinquente, a differenza della Lega, è una forza politica nuova e pulita che pensa agli interessi del Paese e non al proprio tornaconto, e un anno di campagna elettorale permanente leghista e quest'ultimo atto di Ferragosto mi hanno dato clamorosamente ragione.

Inoltre ho scritto che il Mov. è adesso il vero partito affidabile, sia in Italia che in Europa, mentre dalla Lega tutti si aspettano instabilità, sorprese, tradimenti e inaffidabilità: non può essere diversamente quando per 14 mesi fai campagna elettorale da Twitter e dalle spiagge e ti concentri ossessivamente sui due o tre temi a te cari tipo quello dei migranti, trascurando completamente il tuo ruolo e comunque comportandoti in un modo che viola clamorosamente l'articolo 54 della Costituzione.

In due giorni Salvini è riuscito a portarsi da una posizione immeritata di forza gestita in maniera molesta a una posizione di estrema debolezza, in cui ha mostrato a tutti la sua incapacità e inaffidabilità; ha resuscitato il PD, un PD peraltro diviso e clamorosamente ancora ostaggio di Renzi, facendolo diventare in un certo senso ago della bilancia, e ha rimesso in carreggiata il MoVimento 5 Stelle che ora, liberato dal giogo di una Lega sanguisuga e fintamente alleata, brilla per senso di responsabilità e per coerenza e può gestire la situazione con più tranquillità.

Sui social invece sono mesi che leggo idiozie tipo i 5s sono come i leghisti o sta tornando il fascismo; adesso che, con lo spettro di elezioni rapide e governo con Casapound e Fdi, Salvini premier e Papi min. Giustizia, il pericolo autoritario ha un suo fondamento, tutti questi presunti esperti da social che consideravano questo governo il peggiore dei possibili e invitavano i 5s a sfiduciarlo sono rimasti a bocca aperta e cominciano ad aver paura. Solo che a forza di gridare "al lupo" quando il lupo non c'è (al massimo c'è un coniglietto molesto), bisogna poi vedere se l'invocazione di aiuto verrà presa sul serio quando il lupo fascista, distrutto l'argine stellato, ci sarà davvero.



autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it) Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.

Leggi tutto...

Morandi un anno dopo

"La presenza di Atlantia e Autostrade alla commemorazione di Genova era l’equivalente di Casapound oppure i nazisti dell’Illinois al memoriale di Sant’Anna di Stazzema." B. Grillo

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it) Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.

Leggi tutto...

Paraculi e utonti

Premesso che la politica in fatto di migrazione sia di Conte, in qualità di premier, che del Movimento non è assolutamente cambiata nelle ultime settimane, e che la differenza è che prima c'era un alleato scomodo che faceva il diavolo a quattro con le sue ossessioni e ora non c'è più, vorrei far notare la schizofrenia di certi commenti partoriti da celebrati media e da anonimi utonti social: quelli per cui se un movimento asseconda in parte le ossessioni di Salvini è fascista ed è come gli altri... Ma se, nel momento in cui Salvini toglie le tende, e quindi può decidere liberamente quello che ritiene giusto fare in tema di immigrazione, decide per l'appunto liberamente, è opportunista e cambia idea solo perché Salvini non c'è.
Io non capisco tutta questa voglia di andare contro il Movimento... la noto da 14 mesi, anzi la noto da quando il movimento è nato nel 2009... perché è ovvio che chi nasce per demolire o rifare il marcio esistente ha come nemici tutti coloro che quel marcio sono o grazie a quel marcio vivono o per quel marcio tifano, però vediamo di non esagerare, eh.

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it) Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.

Leggi tutto...

Un errore che farà storia

Mezza retromarcia di Salvini.

Come avevo detto, ha fatto i conti senza l'oste e si è accorto di essere in trappola.
Il tradimento ha dato la conferma della misura delle sue qualità di uomo e della sua inaffidabilità, questa mezza retromarcia piuttosto comica della misura delle sue scarsissime qualità politiche, che del resto avevamo già inquadrato.
Dopo aver tagliato tutti i ponti ed essersi prontamente rimesso al guinzaglio di Berlusconi, ora fa ventilare l'ipotesi di potersi anche rimangiare tutto.

Questo errore rimarrà nella storia della Repubblica.

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it) Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.

Leggi tutto...

Luschi


Alessandro Luschi

Notevolissimo


autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it) Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.

Leggi tutto...

La lista

Il #Movimento ha una lista di cose da fare.
Chi ha votato un anno fa, al 33 per cento l'ha approvata e si aspetta che cerchi di farle. Quindi adesso, con alcune cose fatte, altre in pista e molte ancora da fare (siamo a 1 di 5 anni), è normale che si cerchi di andare avanti, con chi ci sta, non importa chi! (Papi escluso ovvio). E poi, detto fra noi, se si è fatto un contratto con la Lega (bei soggettini) si può fare certo col PD (con Renzi tranquillizzatosi), che è sempre un partito vecchia maniera come la Lega, quindi bleah, ma che di certo come valori di riferimento teorici ne ha di migliori; si tratta di vedere quanto teorici. Gli ultimi 4+1 anni di governo pd sono stati orribili, roba che questi 13 mesi parevano Atene.

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it) Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.

Leggi tutto...

Il figliol prodigo

Mi pare che adesso ci sia anche la dimostrazione ufficiale di una cosa che sapevamo tutti da tempo e cioè che, mentre i 5 Stelle hanno deciso di provare a formare un governo per cambiare qualcosa, la Lega ha deciso di provare a formare un governo per ostacolare quanto più possibile il cambiamento che il 33% dei grillini annunciava e che terrorizzava il Sistema, e capitalizzare un po' di consenso per poi buttarlo gambe all'aria.

Difatti, come volevasi dimostrare, puntualmente si riuniscono i vecchi soci della Casa della Libertà, la casa in cui puoi fare quello che ti pare e in cui ci sono più indagati,, imputati e condannati che in qualunque altro posto. I responsabili quasi unici dello sfacelo in cui versa il nostro paese si ripropongono come salvatori.

Sapevamo benissimo che Lega, delinquente naturale e fascisti sono elementi affini fatti per stare assieme e che il governo giallo verde era solo uno strumento da abbandonare al momento giusto violando un contratto e tradendo la parola data, è quindi ovvio che chiunque non voglia un governo di destra fascista deve cercare di fare il possibile per mettersi d'accordo e continuare quest'esperienza Conte, che stava dando buoni frutti almeno per l'ottanta per cento (e, credetemi, se rapportato ai risultati di un governo italiano standard è un qualcosa di incredibile) e per non perdere tutto quello di buono che si stava per fare...

RIcordo che la lega in Italia ha il 17%, quindi è possibile, legittimo e anche doveroso che di fronte a questa crisi irragionevole e senza spiegazioni altri partiti cerchino di proseguire quello che è stato cominciato.

Salvini sta perseguendo un suo obiettivo personale, fregandosene degli interessi del Paese; se qualcuno invece preferisce pensare un attimo a questi ultimi è bene che metta da parte i personalismi e faccia qualcosa per impedire a questa banda, che conosciamo bene, di continuare a fare danni..

Salvini ha fatto i suoi conti ma ha la tendenza a sovrastimare le sue capacità (irrilevanti) e le sue facoltà ed in particolare quelle che il ruolo gli concede, e quindi dopo tutto potrebbe anche aver sbagliato qualcosa.



autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it) Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.

Leggi tutto...

domenica 11 agosto 2019

Leghista angusto, triste e vecchio

Il mondo dei leghisti è vecchio, triste, marcio, sporco, grigio. Egoista, solo, meschino, sparagnino, tirchio. Opprimente, angusto, senza futuro. Guardate l'espressione dei leghisti. Denti famelici, occhi piccoli, non c'è luce, non ci può essere dove non c'è amore universale, pace e condivisione. Annaspano nel mare della vita. Si gonfiano di boria, fin quando scoppieranno. Urlano, minacciano bava alla bocca. Mentono, tramano, tradiscono. Ingoiano tutto senza rimorsi. La "Lega Nord Per l'Indipendenza della Padania" (che non esiste) nasce a inizio anni '90 e fa subito abbastanza schifo, quanto a idee e modi. Intrisa di razzismo, intolleranza e omofobia, avalla tutte le immense porcate del ventennio del delinquente di Arcore. Vuole ripulire il Paese dai ladroni, finisce per restare coinvolta in decine di processi, intascare tangenti e rubare 51 milioni di soldi pubblici.
Io la osteggio dal '92. Molti di voi nel' 92 ciucciavano il latte dal seno materno. E ora col vostro stupido e cieco comportamento la state aiutando a diventare un problema per la democrazia. Avete schifato l'unica forza intellettualmente onesta che poteva fare da arginare a un governo di destra, i 5stelle, siete così stupidi che meritereste una dittatura. La destra mi fa schifo, ma quanto a stupidità ve la giocate con lei.

---
(fonte immagine Il Fatto Quotidiano)


autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it) Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.

Leggi tutto...

Lega Comics

7 ago 2019 7:15 OGGI VEDIAMO DI CHE PASTA È FATTO IL PD
Se il Pd ci crede davvero, quando parla di governo autoritario, democrazia a rischio, fascismo alle porte e altre cavolate del genere, oggi deve fare una sola cosa: uscire dall'aula con Fi. A quel punto il quorum scenderebbe e passerebbe di sicuro la mozione 5s antiTav e avremo la crisi.
Se invece oggi il PD non lo farà, per proteggere Tav e Partito degli Affari, dimostrerà di saper fare solo sceneggiate e di essere il primo a non credere in quello che dice.
[non lo ha fatto]

7 ago 2019 8:15 LA CONTA
Oggi il Pd potrebbe, con Fi, far cadere il governo ma non lo farà perché è col Partito del Cemento e perché non crede davvero alle critiche che fa al governo. Inoltre ha una paura fottuta delle elezioni, in particolare Renzi che perderebbe controllo del partito.
La Lega metterà in minoranza i 5s, violando quindi il contratto.
La Lega, Fi etc temono le leggi 5s in arrivo (prescrizione, taglio deputati, salario minimo, lotta a evasione etc) , quindi cercheranno di far saltare tutto.
Forza Italia vota col Partito degli Affari e fa un favore all'amico di sempre.
La Lega ancora una volta vota come il Pd.
La Val di Susa stasera avrà su carta l'elenco dei veri nemici.

7 agosto 2019 13:13
Per la Val di Susa, promemoria
Fotografia sul TAV
Dal Senato
Contro il TAV
110: i senatori grillini, quelli di Leu, più Tommaso Cerno Pd
Per il TAV:
TUTTI GLI ALTRI, quindi Lega, Pd, Fi etc.

8 agosto 2019 13:47 - LA SOLUZIONE E' SEMPRE LA STESSA
Sempre più convinto che per cambiare le cose in questo paese occorra un movimento del tutto nuovo, di persone nuove e pulite, non compromesse (e questo ce l'avremmo) al 51% o un'alleanza di questo con gente seria, che rispetta gli impegni, che non sbraita da mattina a sera, che non fa campagna elettorale permanente, che rispetta le Istituzioni, che non è razzista o fascista, che non è legata a doppio filo con ambienti illegali o con il Partito degli Affari e lobby varie, che non abbia indagati, imputati o condannati a bordo, che non menta e che voglia cambiare davvero. Insomma, politici seri, animati da buone e sincere intenzioni. Che amministrino il potere che come è noto non appartiene a loro.
Questo esclude tutti e 4 i partiti che vi vengono in mente. Unica chance che ancora do, oltre all'ipotesi 51%, è un PD completamente disboscato da renzismi vari, un partito di sinistra che pensi alla povera gente, non un partito che si dice di sinistra e attua politiche di destra, fra l'altro sbagliando con arroganza tutto e di più.

8 agosto 2019, 15:28
LADRI
La prescrizione ha salvato Bossi e Belsito, quella prescrizione che i 5 Stelle vogliono bloccare con tutte le loro forze e i fan dei delinquenti no.
Ma il reato è stato provato.
La Lega dava ai meridionali l'appellativo di cani che puzzano e ai politici "romani" quello di ladroni. Ma alla fine chi rubava i nostri soldi per spese personali, false lauree, multe e polizze era la Lega Nord.

9 agosto 2019, 7:21
TOCCA FERRO
Vieni meno alla tua parola (ribadita pure a maggio}, straccia il Contratto che hai firmato e butta giù un governo e un premier che hanno un gradimento altissimo.
Ti salvi dalla legge 5s che sta per dimezzare i deputati e da quella sul blocco della cara prescrizione che ha spesso salvato i tuoi amici delinquenti.
Ti conviene sperare che l'italiano capisca questa crisi di governo che ti inventi a Ferragosto tra un drink e un balletto.
... bel Salvini, ti conviene TOCCARE FERRO.

9 agoto 2019, 12:49 BUONA FORTUNA
L'ultimo atto ridicolo di un anno di ministero svolto quasi solamente su twitter, in piazza e in spiaggia, a raccattar voti, mentre altri lavoravano (Conte in primis).
Fino a ieri cianciava di 5 stelle che non si fidano di Conte, ora lo sfiducia lui, dopo che Giorgetti a maggio disse: "Non mi fido di Conte". La coerenza, proprio.
Hanno messo in minoranza i 5s sul Tav (mossa vietata dal Contratto, che prevedeva anche di rivederlo integralmente, questo Tav) e adesso violano il patto definitivamente.
C'e' chi è di parola e chi no. La Lega, si sapeva, lo sanno in Europa, lo sa Mattarella, non è affidabile, segue i suoi fini, non certo quelli di buon governo, i fatti lo hanno dimostrato ampiamente.
Buona fortuna a lui.
In genere non va benone a chi fa saltare tutto per capriccio e calcolo, la storia insegna. E poi a Ferragosto, con lo spread pronto a salire, la legge di bilancio che incombe, etc.
Certo, saltano le leggi paurose che stavano per arrivare, su spinta 5s, e che avrebbero bloccato la prescrizione salva delinquenti e dimezzato i parlamentari quindi le poltrone: anche questo ha contato, statene certi.
E buona fortuna a chi osteggiava questo governo e adesso potrebbe ritrovarsi con Salvini premier e Berlusconi ministro. Siete stati molto acuti. Avete la visione di una talpa.

9 agosto 2019 13:02
POPCORN TIME adesso lo prendo io il popcorn (se Renzi non lo ha finito tutto) e osservo.
Non è detto che si voti, Salvini è troppo sicuro di sè (e questo mi farà divertire ancora di più quando franerà).
Non è detto che, se si vota, Salvini, unico colpevole di questa violazione di Contratto, ottenga quel che spera...
E se si voterà e avremo un bel governo davvero di destra riderò in faccia a tutti quelli, piddini confusi, renziani deliranti, cani sciolti incompetenti e succubi di giornali e tv, che per mesi hanno scassato le p@lle con 5 stelle di qui, 5 stelle di là, ritorno del fascismo, Carola e ong e caxxatelle varie, non capendo che con questo governo eravamo al sicuro, grazie al 33% di una forza costituzionale, equilibrata e antifascista, oltre che animata da ottime intenzioni; dopo, saranno cavoli amari. E si dimostrerà chi aveva ragione. E chi aveva torto: voi.


9 agosto 2019, 13:09
Berlusconi è durato parecchi anni, una lenta agonia e penosa.
Renzi stessa partenza sprint e in 4+1 anni si è carbonizzato da solo, e già dopo 2 aveva raggiunto il punto di non ritorno.
Salvini dopo 13 mesi prova lo scatto, avendo già confermato in pochi mesi il suo curriculum noto a tutti da tre decenni.
Tanto in TV non danno nulla ad agosto: aprite le danze.

9 agosto 2019, 16:37 VERDE BOTTIGLIONE
Lasciateli lavorare, questi poveri verdognoli... ex padani, ex nord, ex ampolle del Dio Po e indipendenza dall’Italia Ladrona subito...sapete come sono fatti, ora ce l’hanno tutti bello dur... ehm, tentano di prendere tutto, naturalmente per il supremo bene del Paese. Se sembra che mandino tutto a fancu... ehm, per aria, è un’impressione errata: danno la scossa al Pil!
Richiamiamo anche il delinquente delle cene eleganti, dai! Eddai, su! È la Casa della Libertà new edition, e ognuno può fare quello che gli pare, in libertà. Nipoti del Mubarak ne abbiamo?

9 agosto 2019, 17:50 IL PROGRAMMA È SEMPRE IL SOLITO, MA BASTA CHE CAMBINO SIMBOLO E FACCIA CHE VOI CI CADETE SEMPRE CON ENTRAMBI I PIEDI
All’orizzonte c’erano salario minimo, dimezzamento numero parlamentari, taglio bollo e canone Rai, revoca concessione Benetton, blocco della prescrizione, etc.
Tutte cose anti lobby, anti Casta, ante Potere e Pensiero Unico. Tutte cose per cambiare questo Paese che francamente puzza da anni.
Tutte cose annunciate dai 5stelle, che io e molti come me hanno votato proprio per questi motivi.
Salvini sta cercando di completare il programma di Berlusconi, che Berlusconi, ostacolato da scempiaggine, evasioni, corruzioni e fissa per la gnoxxa non ha completato e che Renzi, invece, ha sviluppato molto bene da quel finto centrosinistra che teneva e tiene in ostaggio.
È il solito centrodestra, che difende il potere costituito e se ne frega dei poveri, dei salari, della sanità pubblica, della scuola, della ricerca, dell’ambiente. Pensa solo ad ingrassare chi li vota e ad ingrassarsi. Non capisce l’importanza della cultura, non ne ha neppure, spesso, e soffia sulle paure delle persone, mettendo poveri contro poveri, disoccupati contro migranti. Salva Bossi Ladrone e sfratta la povera gente, accarezza i fascisti e si accanisce sui disperati. E non ha il minimo rispetto delle leggi e della Costituzione, e fa mancare le risorse alla Giustizia. Mente, si contraddice e non perde voti perché ha un elettorato con lo stomaco di ferro, che digerisce col rutto anche topi di dieci chili. Ed è pesantemente venato di omofobia e razzismo, intolleranza e nostalgia dei Ventennio del Maiale.
Nulla di nuovo.
Il punto era vedere, stante l’atteggiamento da asilo nido del pd, quanto sarebbe durata e quante cose buone i 5s sarebbero comunque riusciti a fare (e in tredici mesi hanno fatto molte cose buone, basta informarsi, magari non sui media di regime lacchè della Casta).
Ma che la Lega viaggiasse per la sua strada era evidente, era un ostacolo al Cambiamento, che prima o poi avrebbe cercato di fermare.
Non vedo doti in Salvini.
Non ne vedevo in Renzi.
Non ce ne sono in Berlusconi, perlomeno di utili al Paese.
Ora, popcorn (ma mi siedo lontano dal Bomba, che starà pensando a come evitare le urne.)

10 agosto 2019, 9:34 BICICLETTA - È un governo che in 13 mesi ha fatto tantissime leggi. Chi non le conosce, ed è normale se legge i soliti giornali e guarda le TV, si informi prima di parlare Tutte molto buone, a parte due o tre, specie quelle di ispirazione leghista, che hanno difetti evidenti cui metteranno mano i giudici. Un governo che ha lavorato molto per il paese, con Salvini che ha lavorato molto per sé. A Salvini non riuscirà la storiella del governo dei no. Si inventi qualche altra balla. Ha voluto la bicicletta della stupida crisi e irragionevole? Adesso pedali. Ci saranno salite spezza gambe.

10 agosto 2019, 14:31
STRUMENTO
Approvate molte leggi, quelle a trazione leghista discutibili (come il decreto sicurezza, che però laddove è incostituzionale sarà potato dai giudici: d'altra parte se fai un contratto qualcosa devi concedere), o migliorabili (quota 100), quelle a trazione cinque stelle buone o ottime. Prima manovra economica di sinistra dopo decenni! Per la prima volta si pensa ai poveri e in maniera massiccia. Taglio vitalizi, taglio pensioni d'oro, Reddito di Cittadinanza, Legge SpazzaCorrotti, Rimborso ai truffati delle banche (prima volta in Italia), etc etc. Ruolo di Conte fondamentale per tenere buoni mercati, spread e Ue ed evitare procedure di infrazione. Un inizio che, al netto delle continue urla leghiste condite di minacce, faceva ben sperare per i prossimi 4 anni (in arrivo erano: dimezzamento numero parlamentari, salario minimo, blocco prescrizione dopo primo grado!, etc.). Un governo molto attivo (ad eccezione di chi stava in spiaggia o su twitter), un premier serio e lavoratore, leggi attese da decenni. Ma leggi che il Sistema non gradisce, quindi in un modo o nell'altro il banco salta. Lo strumento per bloccare queste leggi innovative, questo governo che fa cose nuove, è Salvini. Lui pensa di essere capitano, ma è strumento. Non è capitàno, al massimo è "càpitano".

10 agosto 2019, 14:38 CONTI SENZA L'OSTE? - Se mandassimo Renzi e i renziani convinti (non tutti, quelli convinti) in vacanza per qualche anno alle Maldive a spese nostre (raddoppiamogli pure lo stipendio per 5 anni), il Pd adesso non avrebbe problemi ad accordarsi coi 5 stelle e continuare a realizzare il programma del Contratto, depurato da quelle due o tre caxxatelle leghiste come la flat tax.
Si tratterebbe di un programma accettabile sia per i 5stelle che per il Pd partito di centrosinistra (non per il Pd renziano di destra, inciunciante con Papi) e davvero ottimo per il Paese.
Il Pd ha il 18, la Lega il 17, M5S il 33. Fate i conti.
E si andrebbe avanti 4 anni (o almeno fino ad aprile), senza scossoni, spread, crisi e senza un ministro dell'Interno che fa campagna elettorale dal Viminale.
Votare a ottobre è impossibile, ci porterebbe nel baratro.
E che Salvini possa fare campagna elettorale da qui ad aprile come Ministro dell'Interno è impossibile.
Salvini non ha considerato diverse variabili, mi sa..

10 agosto 2019, 22:48
Il Movimento è nato per fare certe cose, quelle che ha promesso, o meglio: per cercare con impegno di farle... qualcosa ha fatto, molto resta da fare...se il governo cade mi spiace perché non riesce a fare quello che ancora deve fare ma certo la poltrona non è una preoccupazione, ahaha...non può essere la poltrona la preoccupazione di un Movimento che si dà comunque un limite stretto di mandati, rispetto invece ad avversari politici che bivaccano con i nostri soldi per decenni e decenni... la poltrona semmai è la preoccupazione di chi manda all’aria per un capriccio un governo che stava facendo cose e che spera ora di ottenerne ancora di più con le elezioni.

11 agosto 2019, 13:20 Siccome i grillini sono "fascisti" o "come i fascisti", sono "ignoranti", "inaffidabili", "un pericolo per la democrazia", "disumani", "come tutti gli altri", "attaccati alle poltrone", e ci "porteranno alla rovina", non avrete problemi a votare Lega, Fratelli d'Italia, Casapound. O, se non a votarli, ad accettarne serenamente la vittoria.
Non si può peggiorare. Se i grillini erano fascisti...
Attendo di verificare la vostra coerenza, in caso si votasse.

11 agosto 2019, 15:35 Uno che prima dice di voler affrontare i giudici a petto nudo e poi scappa adesso vuole pieni poteri, ma che è? L'ultima della Disney?

11 agosto 209, 15:43 Piccola riflessione sui piddini alias #senzadime
Il Pd vuole tornare a governare, nei prossimi 30 anni (possibilmente senza renziani, cioè benino)?
Sì?
E pensa di poter prendere il 51%?
Oppure pensa di allearsi con Salvini e/o fascisti? O di di allearsi di nuovo con Berlusconi (che ora però sta a percentuali da albumina)?
E allora è ovvio che se mai vorrà incidere dovrà liberarsi dei rimasugli neoliberisti e forzisti e cercare i numerosi punti di contatto con i 5s.
A volte, basta accendere tutti i neuroni.

11 agosto 15:45 I #5s hanno sempre un grande vantaggio. Che delle poltrone frega loro relativamente, hanno più interesse verso le cose da fare. Non può che essere così per gente che al massimo può fare due mandati, o forse tre se il primo è da consigliere comunale. Non vorrete mica paragonarli a gente che sta in politica (a ufo, perlopiù) da 30-40-50 anni, vero?






autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it) Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.

Leggi tutto...

venerdì 9 agosto 2019

L'Italiano è stupido

L'Italiano è stupido, da un punto di vista civico e politico.
Quindi se un politico è intelligente, fa più fatica.
Se è stupido, riesce meglio.
Se parla di onestà, è fritto.
Se è di parola, è un rompiscatole.
Se ci richiama al dovere, fa il primo della classe.
Se caccia chi ruba, "scagli la prima pietra chi..."
Se è incensurato e non chiaccherato, è visto con sospetto.
Se è tollerante e non è razzista, è un volgare buonista.
Se gozzoviglia ed evade e segue le gonne, è come noi, quindi viva!
Se mente e si contraddice, è come noi! Ci piace.
Se ragiona di pancia e si fa i casi suoi, avrà successo, anche se non duraturo.
Ma poi, caduto l'ultimo, ne arriverà un altro, e, come detto, se è poco stupido faticherà.
E si riprende, in circolo.
Sempre così. A volte con brevi parentesi felici. Ma davvero brevi.



autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it) Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.

Leggi tutto...

mercoledì 31 luglio 2019

Prima gli Italiani, come no

Prima gli Italiani è uno slogan talmente becero che ormai commentarlo è superfluo. Tipo "America First" del Carota, altro bel tipo. D'altra parte parliamo di un partito vecchio tipo, il più vecchio fra i partiti attuali, che coniò tanti slogan idioti tipo "la lega ce l'ha duro".
Voglio solo aggiungere una riflessione.

Se io invito a casa mia Lucia e Piero, e offro biscotti, prima di tutto li offro a loro. Poi a noi, cominciando da anziani o donne. Mi pare norma di comune garbo, di galateo quasi basico.
Invece qui dovrei pensare prima agli Italiani, mettendo in secondo piano chi è ospite, e magari è in condizioni di difficoltà o bisogno non banali.
Non ha senso.
Al massimo, se non vogliamo applicare il galateo agli affari di Stato, che richiedono certemente un tasso di obiettività maggiore rispetto al modo in cui si porge il vassoio dei frollini nel proprio salotto, dovremo dire: sono tutti in fila, Italiani e no, e serviamo prima chi ha più bisogno e, fra pari bisogno, chi ha chiesto prima.

Ma spiegarlo al Carota e agli emuli padani è impresa quasi impossibile. Ci nasci e ci cresci, con certe chiusure.

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it) Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.

Leggi tutto...

venerdì 26 luglio 2019

Voti che è bene perdere

Leggo sempre con piacere le dichiarazioni di chi, sia un personaggio noto o un comune cittadino, afferma che dopo la questione del TAV (oppure, qualche mese fa, dopo la questione Diciotti) non voterà più il MoVimento 5 Stelle, perché penso che perdere questi voti sia solo un bene per il Movimento stesso. Si tratta infatti di voti di persone che non erano assolutamente convinte, che non avevano capito qual è il programma del Movimento, la filosofia che lo anima e la straordinaria novità che esso rappresenta per l'Italia, e quindi lo hanno votato un po' perché erano stufi del PD, un po' perché non sapevano dove sbattere la testa.... voti così possono essere utili in una giornata elettorale per prendere qualche punto in più ma, alla lunga, è meglio che se ne vadano: ci vogliono voti di persone convinte, che conoscono il programma, che ragionano, che sanno valutare i risultati ottenuti alla luce delle condizioni in cui ci si è trovati ad operare, e che non che cambiano idea da un giorno all'altro sulla base di quello che leggono sui giornali, fra l'altro servi.

Per quanto riguarda il TAV, penso che il Movimento abbia fatto il massimo possibile per cercare di fermare, anzi di non far partire, un progetto addirittura folle, che purtroppo i politici degli anni precedenti hanno già, da un punto di vista burocratico, avviato in maniera tale da rendere difficile fermarsi.

In ogni caso, siccome il movimento non ha il 51% mentre il partito degli affari e il partito del cemento, che sono trasversali, ce l'hanno eccome, non si può certo pretendere che possa comandare come un dittatore.

Si sottoporrà la questione al voto del Parlamento e prevedibilmente voteranno tutti a favore del TAV e i 5 Stelle voteranno contro; di più davvero non si può chiedere.

Ripeto: chi non vota più il Movimento sulla base di queste cose in realtà non l'ha mai votato convintamente e quindi è con grande piacere che lo saluto augurandogli miglior fortuna, ma anche essendo consapevole del fatto che, stante l'attuale panorama politico italiano, non la troverà.

Per finire non mi resta che ribadire che i recenti dati oggettivi confermano quello che si è sempre pensato e cioè che il TAV è un'opera folle, assolutamente non utile e anzi dannosissima e pure molto costosa. E nessuno può piegare i numeri. Il discorso di Conte è un discorso ottimista che si basa su certe previsioni e su certi finanziamenti, su una serie di ipotesi Insomma che non sono molto probabili... se stiamo ai fatti e non alle previsioni il TAV è un progetto folle.

Chi è pro TAV, quindi ignora la matematica e se ne frega di trinciare soldi pubblici, impari almeno che TAV è maschile e non femminile.

Quanto a Renzi e Salvini, poco tempo fa erano nettamente no TAV.
Capite da soli la ridicolaggine della cosa.

--
vignetta: Mannelli


autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it) Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.

Leggi tutto...

Sì, certo, come no

L'utente medio dei social, o elettore medio, dimostrando l'arcinota scarsa brillantezza, chiede: perchè Di Maio non fa cadere il governo sul Tav?
Sì, come no.

Per ritrovarsi fra tre mesi con un governo di DESTRA con Salvini premier e Berlusconi ministro della giustizia, e magari pure coi fascistoni.
Allora siete un po' duri di comprendonio.

Il Movimento ha il 33% di voti e li usa per cercare di fare le cose che ha promesso. E si sta impegnando al massimo per questo.
Alcune cose riesce a farle, altre no.
Perchè non ha il 51%.
Punto.

Se non sei fascista non puoi desiderare altro, adesso. Percè quest'altro sarebbe quell'incubo di cui sopra.

A molti piacerebbe che i 5s mollassero, lo so. Rompono le balle, si formalizzano sul rispetto delle leggi etc: che noia.
Continuate a sognare.

Prima ragionare deinde scrivere o parlare.

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it) Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.

Leggi tutto...

martedì 23 luglio 2019

5 Stelle e 2 Mandati

L'ho già scritto, ma so di rivolgermi anche a persone che alla prima non afferrano (o fanno finta).
5 STELLE e 2 MANDATI
Due mandati io li ho sempre interpretati come 10 anni (2 legislature), perché non ha senso dire due mandati e poi le due legislature durano 1 anno ciascuna. Si sa che in Italia di rado la legislatura finisce regolarmente. ------- Inoltre è una regola che il Movimento si è dato da solo, quindi puo' modificarla tranquiilamente (e senza perdere la faccia) se l'esperienza dal 2009 ad oggi suggerisce modifiche, non penso debba rendere conto a nessuno, e certo non può prendere lezioni da chi certe regole non solo non le rispetta ma nemmeno se le dà e spesso nemmeno rispetta le leggi vigenti, anche perché se pure i mandati fossero tre (o sempre due ma interpretati nel senso logico dei 10 anni), si tratterebbe sempre di una regola anni luce migliore di quella inesistende degli altri partiti, in cui generalmente tutti campano di politica 4 o 5 decenni. ------- Pertanto fanno bene a rivedere la cosa, ho sempre pensato che il primo mandato, soprattutto se locale, non debba essere considerato e che i due vadano intesi col numero di anni. Perchè un conto è non bivaccare in Parlamento a vita, un altro è dover abbandonare appena hai acquisito esperienza: sarebbe un danno per la collettività. Ma tre mandati sono sempre meglio di infiniti... E chi ne prevede infiniti e oggi parla fa solo pena. -------Il trucchetto di cercare di blindare il Movimento nelle regole che da solo si dà non funziona, perchè a volte l'esperienza ti suggerisce aggiustamenti, e trattandosi si una forza politica nuova che nel 2009 non aveva esperienza di governo è fatale che qualche revisione (moderata, motivata e logica) possa esserci. --------------Spiace (e fa un po' ridere) che a fare lezione dalla cattedra siano gli asini (gli altri partiti), che hanno sempre fatto e tuttora fanno ben di peggio. Non starò qui a dire che Renzi e Boschi promisero 8 volte di lasciare la politica e non l'hanno fatto o che Salvini era no tav e contro i meridionali e adesso è a favore di entrambi, perchè sarebbe un paragone assurdo, trattandosi in questi due casi di vere e proprie promesse mancate o voltafaccia pazzeschi, e non di normali aggiustamenti di ottime regole autoimposte. Ma insomma, chi doveva intendere ha inteso.

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it) Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.

Leggi tutto...

Diritti TV

Quando vi chiedete perché la nostra serie A è in declino e invece altri campionati europei volano, in particolare la Premier, provate a pensare al fatto che l'ultima classificata nel campionato inglese ha preso di diritti TV più di quanto ha preso la Juve in Italia.
Il nostro è un sistema marcio e sbagliato, in cui 4 o 5 squali si mangiano praticamente tutta la torta.
Non parliamo del resto, poi.

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it) Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.

Leggi tutto...

E allora i marò?

Non mi torna questa cosa.
Non si può parlare di Bibbiano (scandalo pazzesco, crimini orrendi) perché altrimenti il PD (che, Bibbiano a parte, ha ormai più problemi giudiziari di Forza Italia) si risente per la “strumentalizzazione”.
Non si può parlare della tangente russa ai tizi della delegazione leghista (nell’audio questa è, poi decideranno i giudici) o dell’indagine sulla presunta tangente a Siri, altrimenti Salvini matteggia e fa cadere il governo.
Ma se il babbo di Di Maio, quando Di Maio aveva 1 anno, un giorno ha buttato una cartaccia per terra, scandalo epocale, lo dicevo io che sono come gli altri, onestà onestà ahaha, dimissioni subito, colpa della Raggi.
Salvini è in politica da 30 anni ma la colpa dello schifo del Paese è dei 5stelle. La Lega ha governato col Grande Evasore per anni e anni e tuttora ci governa in 12 regioni ma la colpa dello schifo è di chi è al governo da un anno. Roma è stata sistematicamente distrutta da decenni di politica di cacca di destra e sinistra ma la colpa è della Raggi, che in due giorni non l’ha trasformata in Ginevra. Salvini ha il 17% ma fa il ministro di tutto (senza mai essere al Ministero, peraltro) e fa pure il premier, che anzi si dice vorrebbe sostituire, e minaccia la crisi ogni giorno. E l’Italiano gonzo apprezza. Il Pd ha governato per 5 anni in maniera orrida, poi ha spianato la strada alla Lega ma da 15 mesi ci sta facendo la lezioncina su tutto (nel tempo che rimane fra un arresto e un’indagine).
Ma vedete un po’ di andare dove sapete (sì, in quel posto che frequentate sovente).
Sappiamo tutti che il sindaco Pd non è indagato per azioni su bimbi ma per le nomine. Sappiamo tutti che un conto è l’indagine un conto le sentenze. Ma di Bibbiano si deve parlare eccome: è uno schifo che rivolta lo stomaco, e il primo a voler far luce dovrebbe essere il Pd. E si deve parlare pure dei 65 milioncini di cui all’audio di BuzzFeed: non è una bischerata , è una questione gravissima.

——
Img: focus junior it

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it) Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.

Leggi tutto...

Approcci da Mesozoico

Sottotitolo: Cosa non dire a una donna
Catenella acchiappa lettori: Consigli fondamentali a costo zero: deve esserci un errore!
(Lo dice anche il mio psichiatra quando cerca di farmi la diagnosi)

Svolgimento:

L’approccio (nei confronti di una donna) è una tecnica difficile. Spesso la cosa più semplice è apprezzata, ma altrettanto spesso ad essere semplici si appare banali. E’ un campo in cui la brutta figura è sempre dietro l’angolo, anche se a volte una mossa stupida ti fa fare bingo.

Più si è tranquilli più si riesce a “staccare”, ma chi è single non è mai tranquillo, perché sta giocando la partita sul serio. Chi invece è fidanzato o sposato quando flirta va alla grande perché è sereno, è come se giocasse a scudetto vinto, e quindi dà il meglio. Non deve vincere per forza, quindi gioca e bene e spesso vince; un insuccesso non lo fa disperare, tanto è sistemato. Quindi gioca alla grande, è sciolto, brillante, addirittura in stato di grazia. Sa di non rischiare nulla, o quasi, quindi osa. E osare, essendo tranquilli e non sull’orlo di una crisi di nervi, è garanzia di successo.

Ecco perché spesso le donne dicono: “i migliori sono già presi”. Non è così. E’ che voi li vedete migliori perché essendo già presi danno l’idea di non essere difettosi, come invece parrebbe essere il single (se non lo vuole nessuna a 40 anni un motivo ci sarà, pensate) E poi c’è il fatto che appaiono migliori perché, come detto, sono più sciolti nel flirt, dato che giocano, anziché giocarsi la vita.

In ogni caso molti ancora non hanno capito che ormai alcune frasi sono una condanna senza appello. pare impossibile ma è così.
Come è possibile, oggi, nel 2019, dire a una donna: ma non ci siamo già visti da qualche parte? Anche fosse, è una tattica abbietta. Se davvero l’avete vista, non ditelo: semmai se ne ricorderà lei.
Non parlerò nemmeno di archeologie conclamate come quella di chiedere l’ora: per fortuna quasi più nessuno lo fa. Se proprio non sapete l’ora, calcolate la posizione del sole, ma non chiedetela a una femmina, nemmeno a una con cui non ci volevate provare, perché rischiate una figura di cacca sesquipedale.

Frasi più elaborate come quella che segue potevano forse andar bene negli ‘80 ma oggi no: lo sai che tuo padre è un ladro? Perché? Perché per farti due occhi così ha rubato due stelle... Oppure la solita zuppa degli occhi come laghi di montagna o del bel sorriso, ché in pratica tutte hanno un bel sorriso oggi, ad eccezione di quelle cui mancano sei denti sul davanti o ne hanno uno marcio in bella vista.

Tutte o quasi tutte oggi sono curate, levigate, lucidate. Tutte sono vestite alla moda e provocanti. Tutte o quasi resusciterebbero un cadavere. La donna, poi, cura maniacalmente i dettagli, fateci caso. Non veste mai a ufo, ogni uscita è figlia di un progetto, anche quando è sciatta non è trascurata: è scarmigliatamente sexy, e ti eccita perché ti fa venire in mente la domestica o la casalinga.
Difficile (ma non impossibile) trovare una donna in cui almeno un dettaglio non sia sessualmente esplosivo.

Io non voglio dar consigli, però dico: parlate poco, giocate di sguardi, siate più decisi che verbosi, tanto 9 donne su 10 alla terza riga aprono lo smartphone, oggi, o cominciano a pensare a cosa dire dieci minuti dopo all’amica per prendervi per il sedere. Uno sguardo di fuoco incenerisce più di mille frasette mielose. Gli occhi, se avete fatto bene la punta prima di uscire, sono un amo letale. Certo, la parolina giusta al momento giusto è la chiave che apre la serratura più tenace, ma deve essere calibrata, tempista, essenziale, non sovrabbondante e a strascico: non siamo alla pesca. E il tono deve essere narcotizzante, suadente, mortalmente sensuale, non urlato o grezzo o incerto. Deve essere deciso, non titubante. Definitivo, non in attesa di repliche.Maschio, non brutale. Da seduttore cui non si resiste, non da disperato all’ultima spiaggia.

Restando alle frasi, una non eccezionale ma che denota già un livello di decenza accettabile potrebbe essere questa: scusa, ma sei maggiorenne? Perché? Ma, niente, è che stanotte ti voglio sognare, e non voglio problemi nemmeno in sogno...
E’ stupida, dite? Ok, ma intanto non è trita. E poi siamo fra uomini che non sanno spiccicare due parole in croce, non so chi ha i titoli giusti per fare il criticone, qui.
Oppure: ehi, certo ha dei numeri tu! Grazie... Beh, pensavo: almeno uno me lo puoi dare, tipo quello telefonico?

Al di là delle frasi, il trucco per avere uno score di alto profilo è comunque quello di flirtare da coniugati o fidanzati: ci si diverte di più, e ci si tiene in esercizio!
Da single non flirti, ma annaspi.

---
fonte immagine e-giochiamo it

—-
autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it) Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.

Leggi tutto...