Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola,lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione (art.21)

* HOME * CHI SONO * REGOLAMENTO * COSA HO APPENA [RI]LETTO * COSA HO APPENA [RI]VISTO, [RI]ASCOLTATO *
MI PIACE * FB 1 * FB 2 * SCRIVIMI * CONDIVIDO * DEFINIZIONI * FONTI *


.
Se trovi interessante quel che scrivo non sai cosa ti perdi su Twitter e Facebook.
Se non mi trovi interessante, lo accetto, ma hai un problema! :-)

giovedì 5 dicembre 2019

War Pigs

Vogliamo parlare del primo minuto di questo pezzo immortale e del testo incredibile? E dell'assolo finale?

WAR PIGS
I MAIALI DELLA GUERRA

Generals gathered in their masses,
just like witches at black masses.
Evil minds that plot destruction,
sorcerer of death's construction.
In the fields the bodies burning,
as the war machine keeps turning.
Death and hatred to mankind,
poisoning their brainwashed minds...
Oh lord yeah!

Politicians hide themselves away
They only started the war
Why should they go out to fight?
They leave that role to the poor
Time will tell on their power minds
Making war just for fun
Treating people just like pawns in chess
Wait 'till their judgement day comes, yeah!

Now in darkness, world stops turning
as the war machine keeps burning
No more war pigs of the power
Hand of god has sturck the hour
Day of judgement, god is calling on their knees, the war pigs crawling
Begging mercy for their sins
Satan, laughing, spreads his wings

Testo di Geezer Butler
Musica di Tony Iommi, G. Butler, Bill Ward & Ozzy Osbourne

https://www.youtube.com/watch?v=-ssFjyDIyQ0&fbclid=IwAR1pRi_9ntIJkgqdVFPHPWN-JuElRLlvvxHDIVye14pIRg2NgZxPC_-GakQ


autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it) Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.

Leggi tutto...

Insegnare non è roba per te, fratello

#Siena #nazismo #antisemitismo

Chi scrive o pronuncia frasi chiaramente apologetiche del nazismo o antisemite e, per giunta, lo fa più volte e le difende, deve sicuramente essere escluso dall'insegnamento, come da tutte quelle attività istituzionali, pubbliche o che comportino in contatto col pubblico, oltre che punito secondo le leggi vigenti.
Non possono bastare giustificazioni puerili o scuse.
Pensare ed esprimere determinate opinioni è assolutamente incompatibile con l'insegnamento. Se una persona vuole essere libera di scrivere queste assurdità idiote sui social o di pronunciarle fra amici deve dedicarsi ad altre professioni, e stare attento a non incorrere in ogni caso nei rigori della legge.

La reazione iniziale del rettore è stata assolutamente sconcertante e inadeguata, per fortuna almeno lui si è ripreso in tempo gettando la palla in calcio d'angolo e riuscendo così a salvarsi.

Al di là del caso particolare di Siena e delle leggi vigenti, e parlando quindi adesso in generale, trovo veramente assurdo e
sconcertante che le menti di persone che hanno anche una certa cultura e una presunta capacità di elaborazione di pensiero possano essere infettate da germi così disgustosi.

Ribadisco quello che ho sempre detto: chi ha una passione per il fascismo, per il nazismo e per quei maiali che rispondono al nome di hitler e di mussolini può certamente coltivarla, ma è pregato di espatriare, dato che questa Repubblica si fonda su un patto antifascista e quindi non prevede un posto per i fascisti, i danni delle cui vomitevoli idee abbiamo del resto già sperimentato in maniera bruciante sulla nostra pelle in quel ventennio di merda che ci siamo lasciati alle spalle.

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it) Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.

Leggi tutto...

Un danno, innanzitutto

Se il Pd o quel caso singolare di Renzi Forza Italia Viva vogliono far cadere il governo e regalare i pieni poteri al Cazzaro Verde (cit.) perché non si sono rassegnati a una legge sacrosanta e già decisa (la blocca prescrizione) e intendono quindi continuare a garantire impunità a malfattori assortiti, si accomodino. Dovranno poi spiegarlo agli elettori.
Quanto a Salvini, in 14 mesi da Ministro non ha fatto niente e lo ha fatto male, quindi se lui fosse premier sarebbe prima un danno, e solo dopo una sciagura.

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it) Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.

Leggi tutto...

Adoro gli Italiani

Adoro gli Italiani.
Sanno farsi fregare così bene dai parolai, presunti uomini forti e reali mezze calzette, da chi urla e strepita, agita crocefissi e alimenta paure, mente, millanta, promette a vanvera, non sa far nulla, non dice mai cose utili o ragionevoli, tradisce, dimentica, falsifica e mesta nel torbido.
Che popolo!

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it) Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.

Leggi tutto...

lunedì 25 novembre 2019

Sdegno

Qui in sala d'attesa c'è una sui sessanta che ha le sopracciglia parecchio alzate. Pensavo fosse sdegnata, o sorpresa. Immaginavo che stigmatizzasse qualcuno o qualcosa. Dopo dieci minuti era ancora così. Uno sdegno profondo, che non passa. Di cui ella non si fa una ragione.
E niente, era sempre così anche dopo mezz'ora. Era proprio la sua mimica facciale di default.
Certo non è vita, una vita così. Che fosse al pronto soccorso per questo? "Dottore, mi si è bloccato il sopracciglio. Ascoltavo un discorso di Calenda e... non mi scende più. È grave?" "Ma no, non direi, è solo di destra".

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it) Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.

Leggi tutto...

Il vuoto che ti inghiotte

La vita è debole, lo è sempre, ma è un soffio adesso, senti che stai andando via, a tratti. E non opponi resistenza. Ti lasci portar via. Ti va bene. Le cose che dovrebbero spingerti a lottare non ti interessano più. Qualcosa ti chiama, ti lusinga forse. Ma è il nulla. Un nulla che sa sedurti.
Non vedi ragioni per opporti, quelle ragioni che vedevi solo poche settimane fa. Si può poco di fronte alla malattia, e al Caso. Ma se non si lotta, la battaglia è già perduta.

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it) Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.

Leggi tutto...

La sardina

Alla fine la sardina è contro i parolai urlatori razzisti xenofobi pressapochisti cazzari incapaci ladri violentatori delle Istituzioni evasori menefreghisti egoisti. Nient'altro. Quindi riunisce grillini, comunisti, piddini schifati da Renzi e tutti quelli che, comunque la pensino, aborrono quanto sopra. Al di là del cappello che qualcuno cercherà di metterci su, la realtà è questa. I cazzari non vanno bene a tutti, anche se, ahimè, a troppi.

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it) Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.

Leggi tutto...

mercoledì 20 novembre 2019

Il Cielo risponde

Tempo fa ero solito chiedere al Cielo non tanto denaro, quanto salute: chi è in salute può lavorare e quindi forse qualche problema se lo risolve.
Chi l'ha detto che il Cielo non ci ascolta? Nel mio caso ha pure risposto, e con una velocità maggiore dell'ufficio reclami Tim (dopo un anno ancora non hanno capito che ho disdetto una sim).
Infatti adesso ho la epicondilite, malattia degenerativa nota come gomito del tennista (o del pianista o dello scrittore). Un tempo pensavano fosse una complicata infiammazione, adesso dicono che è patologia degenerativa. Sto tuned per sapere se al prossimo aggiornamento diventa per caso malattia mortale.
Di certo è invalidante.
E provoca la carie (faccio fatica anche a lavarmi i denti...)
La mia preoccupazione è cominciata quando provavo fastidio anche solo a sollevare la bottiglia di vino (da cui il detto "alzare il gomito", presumo).
Il testo è ironico ma il fatto è serio.
Ancora riesco a scrivere, per ora (approfittatene: un mio libro adesso costa 19 euro, quando non potrò più scrivere schizzerà a 10 volte tanto, per ordinare subito la mia ultima guida "Come sopravvivere a uno sciopero dei sexy shop che si protragga per più di due giorni" clicca QUI).
Scrivere è una delle mie attività principali, il mio secondo lavoro.
Ma, in fin dei conti, il braccio destro è importante? Un braccio è importante? Una mano lo è?
Cosa siamo rispetto all'universo tutto?
Attendo con serenità la fine di questa esperienza terrena.
Anzi, senza.

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it) Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.

Leggi tutto...

Il copriasse del water

La vita è dolore.
L’esistenza e la natura dei copriasse per il water ne sono una indubbia conferma.

Sono sempre “universali”, quindi, a leggere le istruzioni sulla confezione, si adattano misteriosamente a water che vanno dai 35 cm di lunghezza ai 2 km, e sono indicati per un interasse tra i fori compreso tra 12 e 700 cm.
Spesso hanno mappe di plastica, che di solito si venano impercettibilmente dopo due giorni di utilizzo (se non già durante il fissaggio) e cedono di schianto dopo pochissime settimane. Quando hanno ingranaggi di ferro, durano di più, fin quando il ferro non ti rimane in mano, spezzato in due.
I primo costano anche solo 6 o 7 euro, i secondi dai 20/25 in su, a seconda del colore, delle decorazioni e simili amenità.

Il loro montaggio è sempre “semplice” e “veloce”; in realtà richiede mediamente 75 minuti, 2 litri di sudore se siamo fra maggio e ottobre e l’insorgenza repentina dell’epicondilite anche in soggetti under 30.

Il risultato farà sempre abbastanza schifo: ti siedi e il sedere, se appena fai un po’ di forza, ti scivolerà fuori dal water. Rari saranno i giorni in cui, ben fissato, reggerà all’urto della seduta senza spostarsi. Il tuo culo non sarà soddisfatto.

Tu lo compri, dopo aver preso decine di misure ed effettuato centinaia di calcoli o addirittura dopo aver sovrapposto il copriasse alla sagoma del water che ti sei preventivamente costruito su un foglio o su un cartone. Tutto inutile.
Il copriasse risulterà sempre troppo grande, oppure troppo grande e coi piedini di gomma messi in posizione tale da poggiare sul water solo per una percentuale della loro lunghezza pari al 12%, garantendo quindi la più totale assenza di stabilità all’accrocchio.

Fissarlo richiede doti ingegneristiche avanzate e una dose di pazienza non comune; si narra che qualcuno, in Europa Ovest, sia riuscito dal Cambriano ad oggi a montarlo senza invocare divinità o santi, ma non vi sono prove.

La vita è dolore, e il copriasse per water è uno strumento di dolore.

—-
Img: bricoman

—-
Img: bricoman autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it) Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.

Leggi tutto...

martedì 19 novembre 2019

Biella, cosa combini?

Detto che l’istituto della cittadinanza onoraria lascia spesso il tempo che trova, e volendo prendere per buona l’affermazione del sindaco secondo il quale i due eventi sono “separati”, la decisione del Comune di Biella di non concedere la cittadinanza onoraria a Liliana Segre e, in un secondo momento, di concederla a Ezio Greggio (che rifiuta!), mi pare infinitamente stupida.
#centrodestra
Questi sono fuori dal mondo.


autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it) Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.

Leggi tutto...

domenica 17 novembre 2019

Un politico

Un politico ha una visione delle cose del mondo.
Vuole il bene del Paese.
È coerente, sincero, onesto, trasparente, educato.
Rispetta Istituzioni, Leggi e Costituzione.
È tollerante, aperto al confronto, di parola.
Alieno a pressioni, ricatti e lobby.
Presta la sua opera alla collettività per un certo periodo poi lascia il posto ad altri.
Non occupa i media, non ha enormi conflitti di interesse, non ha condanne o processi infamanti sulle spalle, risponde sempre alle domande dei cittadini e dei giornalisti.

Non chiamate politici questi tizi qua che non hanno una visione di niente, sono narcisi, bugiardi, ladri, voltagabbana, maleducati, opachi, intolleranti, autoritari, tesi al solo vantaggio personale, allacciati a lobby e delinquenza, senza vergogna, senza rispetto per i cittadini e per l'informazione, nemici di giudici e leggi.

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it) Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.

Leggi tutto...

Una storia triste

La storia del tizio che imbottisce la casa di bombole di gas collegate a un timer per frodare l’Assicurazione e risolvere i suoi problemi economici e invece, complice la sua incapacità, finisce per uccidere tre innocenti è brutta e angosciante. Ma è soprattutto triste. Se pensate a come è andata, al suoi silenzio fra il primo e il secondo scoppio, alle sue spiegazioni fornite prima della confessione, al destino dei tre Vigili del Fuoco, alle questioni economiche che hanno scatenato l’insano proposito del colpevole.
E’ una storia buia, che toglie il fiato, che fa vacillare ogni speranza in questo mondo, che ti fa balenare chiaro alla mente quanto misere siano a volte la vita, le difficoltà quotidiane, la mente dell’uomo, questo destino di creature miopi e insensate che brulicano su un pianeta corroso. Siamo questo, questa è la nostra storia.

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it) Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.

Leggi tutto...

Piove

Piove quasi sempre da giorni e giorni e alle cinque della sera il cielo è scuro in un attimo, e ostili nembi attendono il buio per sorprenderci e farci male, fino all’alba stai all’erta col cuore in gola, dal mare arriva il nero che inquieta, tormenta, stravolge, porta via; siamo peli in attesa dell’aspirapolvere, fuscelli che il vento strappa via, flebili soffi che una mano scura e pesante silenzierà.

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it) Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.

Leggi tutto...

domenica 10 novembre 2019

Capitano di che cosa, esattamente?

A proposito... ma capitano di cosa?
Ma fateci il piacere...
Finché si scherza, capitano e maresciallo, napoleone e superman, gatto silvestro e daitarn III
Passando a parlar seriamente, capitano di ‘sta gran cippa di niente.
Ad agosto, d’improvviso, ha aperto un sacco nero, ci si è buttato dentro e ha chiuso col laccio, salvo poi protestare contro chi ce l’aveva buttato...
Nei 14 mesi di ministro, non ha fatto niente di utile e tanto di dannoso (invelenire il clima come prima cosa)
Nei 29 (!) anni di politica, il bilancio fa paura (come il suo tasso di assenteismo)
La Costituzione l’ha letta sul Bignami e di fretta.
L’art. 54 l’ha saltato di brutto.
Ma poi... il capitano deve avere la fascia, che io sappia, qui al massimo vedo gran cordialità coi fasci.
Fateci veramente il favore... su, da bravi

—-
Img: Wikipedia

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it) Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.

Leggi tutto...

venerdì 8 novembre 2019

Var - Cambiare tutto (male) per non cambiare niente?

Il Var gestito così è solo l’ennesimo strumento utile a chi non ci riesce proprio a rassegnarsi al risultato del campo.
Quando un tempo un arbitro sbagliava, per esempio non assegnava un rigore evidente o fischiava un offside inesistente, si diceva che un conto è parlare davanti alla tv, dopo uno o due replay, un altro prendere una decisione immediata in campo. Tutto vero. Solo che adesso chi sta davanti alla tv (il Var) prende decisioni impossibili da giustificare, apposta perché successive a un esame che evidenzia il fallo o l’assenza di fallo molto spesso in maniera netta. Quando ciò avviene e il responsabile non viene sospeso sei mesi, noi siamo autorizzati a pensare che sotto ci sia qualcosa.
Inoltre occorre introdurre l’ovvia possibilità per i team di richiedere l’esame del Var un tot di volte a partita.
Faccio un esempio: un rigore come quello dato in Fiorentina Napoli è già duro da digerire se assegnato dall’arbitro per errore; diventa impossibile da digerire se successivo a un esame via Var.
Inutile girarci intorno: il calcio italiano è vecchio, malato e marcio, tuttora. D’altra parte gli scandali di cui sapete sono stati enormi e sono recenti.

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it) Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.

Leggi tutto...

venerdì 1 novembre 2019

Anche Massimo Fini ha ragione, su Al-Baghdadi


Anche io, come tanti (troppi), ho detto che Al-Baghdadi era morto da coniglio perché si era fatto saltare in aria con suoi tre figli e perché (pare, non è confermato) piagnucolava.
Di base, ce l'ho con lui perché è un volgare assassino che ha seminato dolore e morte. E gli auguro un inferno di eterno dolore, altro che vergini.
Tuttavia, accolgo le osservazioni che oggi Massimo Fini (che stimo) pubblica sul Fatto.
In particolare mi chiedo anche io cosa avrebbe fatto Trump in quelle condizioni (in fuga, vistosi in trappola): ricordiamoci che nel frangente delle Torri Gemelle, per sicurezza nazionale, certo, il buon Giorgetto (G.W.Bush) prese l'aereo e schizzò via come un lampo. Per dire che dietro la scrivania fare il fenomeno è più facile e mandare a morire persone o usare i droni è più facile di stare sul campo. E non ditemi che sto paragonando un criminale a un presidente eletto, perché non li sto paragonando affatto, ve lo fanno credere i vostri neuroni acciaccati (e anche perché anche i presidenti americani la coscienza candida non l'hanno).
E' poi sensato notare anche il fatto che gli Americani non ci hanno mai fatto vedere le spoglie di Bin Laden né quelle di Al-Baghdadi. Perché?
E non hanno mai dato ad esse sepoltura degna (buttare i resti ai pesci non è una sepoltura degna). Perché? Gli Usa non son un Paese civile? Perché questo bisogno di umiliare lo sconfitto? (pure a Nerone furono concesse le esequie e la tomba).
In guerra tutto è permesso, ok, ma, dopo, il tizio civile è civile sempre, anche con gli incivili.



autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it) Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.

Leggi tutto...

Eliminare i 5 Stelle e fare il Governo dei Sogni

Savoini agli Esteri
Berlusconi alla Giustizia
Arata agli Interni
Siri alle Finanze
Salvini Premier
Palazzo Chigi al Papeete.

Questo dice Travaglio.
Quanto al Dream Government, aggiungo io:
Meloni alla Difesa
Formigoni alla Sanità
Emilio Fede alle Comunicazioni
Benetton ai Trasporti

:-)

Ovviamente mossa preliminare: spedire tutti i 5 stelle su Marte, che è poi il posto da cui vengono, e rieducare tutti quelli che li hanno votati con modalità tipo quelle cui fu sottoposto Alexander "Alex" DeLarge in Clockwork Orange.

DISonestà DISonestà DISonestà DISonestà DISonestà DISonestà DISonestà DISonestà DISonestà DISonestà DISonestà DISonestà DISonestà DISonestà DISonestà DISonestà DISonestà DISonestà DISonestà DISonestà DISonestà DISonestà DISonestà DISonestà DISonestà DISonestà DISonestà DISonestà DISonestà DISonestà DISonestà DISonestà DISonestà DISonestà DISonestà DISonestà DISonestà DISonestà DISonestà DISonestà DISonestà DISonestà DISonestà DISonestà DISonestà

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it) Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.

Leggi tutto...

giovedì 31 ottobre 2019

Ma quale destra?

Questa non è una destra liberale (ossimoro).
Questi son parolai, xenofobi, indagati, condannati per reati gravi, bugiardi, palloni gonfiati, e flirtano con fascisti della peggior specie.
Per votare certi PD, a volte, ci vuol fegato, ma per votare quelli ci vuole, sempre, stomaco. E che stomaco.
Certi figuri non avranno mai il mio voto. Sono il passato buio e schifoso, sono antistorici e antiumani, hanno idee che nel Medioevo sarebbero parse retrive, sono pericolosi, integralisti. E, per soprammercato, incompetenti e trafficoni, con scarsi valori democratici e costituzionali.
Ma, per fortuna, il voto è libero... È il prezzo della democrazia. Votano tutti, non conta la dotazione sinaptica. Giusto così, del resto un cittadino mantenuto nell'ignoranza e nella non consapevolezza è oro per il Potere.

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it) Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.

Leggi tutto...

Amanda Lear intervista Battiato

Una donna che amo da sempre, che ha un gran talento e un'intelligenza spaventosa (Amanda Lear) intervista un mostro sacro, poliedrico ed immenso artista, vanto italiano (Franco Battiato)

Clicca qui:
https://www.youtube.com/watch?v=ptS0keF3M8w

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it) Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.

Leggi tutto...

Marco Carta e casi ancora più illustri

Furto alla Rinascente di Milano, il pm chiede otto mesi per Marco Carta.
--
Non sono suo fan. Non ero presente quindi non so dire cosa è successo. Non mi interessa difenderlo o attaccarlo.
Noto però una cosa.
8 mesi (chiesti) per aver rubato (a un soggetto privato) beni venduti a 1200 euro.
4 anni di carcere, di cui 3 coperti da indulto, quindi 1 anno, che si trasformano in soli 100 giorni ai servizi sociali, se frodi lo Stato (quidi tutti noi) per centinaia di migliaia di euro.
La colpa non è dei giudici, che applicano le leggi.
La colpa è di chi le leggi le fa. Cioè i politici. Che spesso non sono competenti o, ancora più spesso, fanno leggi che proteggono i colleti bianchi e i loro reati: ecco come si creano queste assurde sproporzioni.
In altre parole, se dai solo 100 giorni di servizi sociali a uno che froda per ingenti somme tutti noi, a Carta dovresti dare (se colpevole) 5 giorni. Oppure 8 mesi a Carta (se colpevole) e 10 anni (effettivi, di carcere) a chi evade/froda.

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it) Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.

Leggi tutto...