Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola,lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione (art.21)

* HOME * CHI SONO * REGOLAMENTO * COSA HO APPENA [RI]LETTO * COSA HO APPENA [RI]VISTO, [RI]ASCOLTATO *
MI PIACE * FB 1 * FB 2 * SCRIVIMI * CONDIVIDO * DEFINIZIONI * SCRIVIMI * FONTI *


.

lunedì 24 febbraio 2014

Chi ben comincia...

Del Rio, sottosegretario del Renzi, ha proposto di tassare i Bot, per esempio dai 100mila euro in su. Si e' invece detto contrario a una patrimoniale (mamma mia solo a sentire quella parola mi si rizzano i capelli che non ho, porco boia!).
Un ottimo inizio. Per meglio dire, una vaccata, difatti gia' stoppata dal Renzi.
Ho anche captato qua e la' che c'e' chi dice di tassare di piu' la casa. Come no, io tasserei la prima casa al 50% del valore di mercato, cosi' in due anni diventa automaticamente di proprieta' dello Stato e saldiamo il debito pubblico.
Le prese per il culo si tramandano da un governo al successivo, evidentemente.
Comodo prendere 30 euro alla vecchina che beata lei ha 100mila euro in Bot e lasciare in pace le banche e i grandi investitori in titoli che hanno milioni in Bot e che da questa decisione non sarebbero toccati. I Bot, poi, rendono talmente tanto attualmente... (0,60)
Mi chiedo: ma certe idee maturano la notte, dopo pranzo, davanti alla tv, in bagno, in coda, o cosa? Lo chiedo cosi', per sapere come nasce una boiata.
Se il paese e' davvero sull'orlo del baratro, allora prendiamo una casa a chi ne ha cinque e due a chi ne ha quindici. Tassiamo chi ha i milioni di euro, invece di far rientrare gli scudati al 5%. Finiamola di fare condoni ogni due anni. Mettiamo in galera i grandi evasori invece di perseguitare chi non paga una multa per divieto di sosta. Evitiamo di regalare soldi alle banche, invece di fregare 30 euro alla vecchina risparmiatrice per ottenere, fra l'altro, una miseria per l'Erario.
Un consiglio: parlare poco, pensare di piu', agire dopo aver pensato senza dichiarare ogni giorno una cavolata fresca di giornata.
Bell'inizio, complimenti, dopo una genialata come questa la strada e' in discesa (verso il baratro).

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it)

Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.

Leggi tutto...

domenica 23 febbraio 2014

Arbitro, Dov'eri?

Doveri ha arbitrato Samp - Milan. Questa notte dormira' perche' pensa di aver arbitrato bene. In realta' dovrebbe vergognarsi per la pochezza della sua prestazione, ma se si vergognasse al punto di perdere il sonno sarebbe un Doveri diverso, un Doveri che non avrebbe potuto fare quel che ha fatto oggi.
La Samp ha giocato maluccio (puo' succedere, e' un gioco) ed e' scesa in campo con un atteggiamento mentale sbagliato (e questo non e' accettabile: insondabili menti di giovinetti strapagati). Inoltre ha creato poco. Giocando cosi' puoi perdere facilmente.
Il Milan ha giocato benino e ha avuto l'atteggiamento giusto, pur creando comunque poco. Giocando cosi' puoi vincere, specialmente se l'altra squadra si comporta come descritto sopra.
Dal punto di vista del gioco dunque il "2" ci puo' anche stare, se ignoriamo alcuni episodi cruciali. Solo che alla Samp non e' stato consentito di perdere per i soli suoi demeriti, e qui entrano in campo appunto gli episodi cruciali.
Il secondo gol del Milan e' platealmente viziato da un fallo subito da Da Costa in area piccola: il regolamento e' chiaro. Dei 4 giudici di gara (8 occhi), nessuno ha ritenuto di dover segnalare nulla. Quando gia' hai regalato un gol (papera del portiere), subirne un secondo inesistente ti uccide.
Lopez viene espulso perche' ha protestato troppo (innervosito da un presunto rigore non dato e da altre cosucce, tipo il secondo gol clamorosamente irregolare): ok, Lopez ha sbagliato, non si puo' mandare a quel paese l'arbitro, specialmente se non indossi una casacca di prestigio (giocatori del Milan, della Juve etc lo fanno regolarmente senza conseguenze nel 90% dei casi). Ma Honda pochi minuti dopo viene ammonito e applaude ironicamente Doveri: da regolamento e' rosso, ma non per l'arbitro e non per i suoi assistenti; se ti prende per il culo il milanista puoi passarci sopra.
Sul rigore non dato che dire? Quando nemmeno io dopo 4 replay ci capisco qualcosa, ne concludo che va bene come ha deciso l'arbitro, sicche' sto zitto. Ma anche qui, di fronte a un caso cosi' intricato (tocca prima Eder o la palla, Amelia?) che nemmeno dopo 4 replay si capisce molto, Doveri a velocita' naturale non ha avuto dubbi nel decidere con fermezza in una direzione piuttosto che in un'altra: sempre quella, come direzione.
Ah si', forse andava espulso Gabbiadini alla fine, a giochi fatti, ma l'arbitro lo ha graziato con un giallo. Magari non ha voluto esagerare, chissa'.
Perdere va bene. Perdere se giochi maluccio va benissimo. Essere presi per il culo come spesso capita con queste squadre-aziende che possiedono miliardi, giornali, tv e magari per anni hanno pure avuto la presidenza di Lega non mi andra' mai bene. Quanto agli arbitri: fino a quando la loro carriera dipendera' dai maggiori (per introiti) club, non vi potrano essere arbitraggi sereni ed equi se non per caso. Nessuno, di fronte a un episodio di gioco dubbio, sfavorisce chi ti puo' stroncare la carriera. Naturalmente sei portato a sfavorire chi non conta un cazzo a livello politico. E' umana sopravvivenza, infatti e' il sistema marcio ad essere sbagliato, gli arbitri con la loro dipendenza psicologica sono solo un effetto di questo atavico malanno.
Sono fatto cosi', non mi piace vincere per un errore del giudice, ne' perdere per un errore del giudice, ma accetto entrambe le cose serenamente. Quando pero' l'errore si moltiplica e questi errori sono marchiani e hanno le specifiche inconfondibili della presa per il culo o del morbido accomodamento per il piu' influente, non ci sto. Perche' ti puo' sfuggire un fallo, certo. Ma non un fallo e un applauso, sia a te che ai tuoi tre collaboratori, che invece in altre occasioni siete stati cosi' "precisi"... Un arbitraggio non sereno, quindi non buono, quello di Doveri. Un gioco ha le sue regole, se non si applicano (o si applicano random) non e' piu' un gioco.

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it)

Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.

Leggi tutto...

sabato 22 febbraio 2014

Renzi: la solita minestra

Gratteri ministro della Giustizia? Ottimo. Poi pero' Renzi ha ceduto alle pressioni di chi... decidete voi, di alleati, di pregiudicati, o del Re, e Gratteri si e' preso un bel calcione. La lista dei ministri lascia il tempo che trova: e' il solito squallido e trito frutto dei soliti e squallidi e triti compromessi (io voto la fiducia se metti questo qui, se mi dai quel posto li', se non prendi quel magistrato antimafia la', etc). Il tutto con una spolveratina di gioventu' e un bel condimento di donne che fa sempre scena. Renzi ha subito dimostrato che non e' diverso dagli altri (qualcuno aveva dubbi, eh eh), altrimenti avrebbe imposto le sue scelte al punto di rinunciare all'incarico se non assecondato. Le persone serie fanno cosi', che io sappia.
Fosse anche il miglior premier della storia, ha le mani legate da quell'intreccio perverso che e' la politica in Italia: uno stagno marcio e puzzolente, una palude immobile e maleodorante. Se poi considerate che non e' il miglior premier della storia (decisamente...), avete la risposta. Io lo giudico dai fatti e dalle parole. Queste, spesso campate in aria; quelli (la scelta dei ministri) desolanti. Ancora un bravo, bene, bis! a Napolitano, il vero deus ex machina di questo sfascio perenne.

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it)

Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.

Leggi tutto...

sabato 8 febbraio 2014

Pennivendoli


E' disgustosamente istruttivo osservare come i media di regime sguazzino nel parlar male dei 5 stelle che, se facciamo la tara a qualche boiata di Grillo, hanno idee e programmi serissimi. Parliamo dei milioni regalati alle banche? No, meglio parlare delle proteste dei 5 stelle indignati per questo schifo. Parliamo della inaudita decisione della inadeguata Boldrini di usare la ghigliottina? No, meglio parlare degli insulti anonimi via web (ma quelli scritti sulle pareti dei cessi perche' non li leggete al tg?). Parliamo di Renzi che si accorda per le riforme con un conclamato frodatore fiscale decaduto, "delinquente naturale", condannato pure in primo grado a 7 anni per l'affaire Ruby e pluriprescritto? No, parliamo dei 9 mesi che rischierebbe Grillo per aver violato un sigillo durante una protesta NO TAV. Ma certi giornalisti (pennivendoli) davvero non vomitano quando si guardano allo specchio? Stomaco di ferro.

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it)

Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.

Leggi tutto...

sabato 1 febbraio 2014

Nuovo video di Shakira e Rihanna

"Shakira e Rihanna: che duetto hot!
Dopo Madonna e Miley ecco la moglie di Piquè e la cantante di Barbados in un video bollente" (Il Secolo XIX 1.2.14).
Carino, sì. Ne ho visto un minutino. Sintetizzando all'osso, Shakira e Rihanna muovono abbondantemente il culo in tutte le direzioni fisicamente espletabili e, mezze scosciate, si carezzano vicendevolmente con sguardo da triglia, vocalizzando.
Ma non l'ho visto tutto, magari negli altri due minuti aiutano i clochard e leggono Dostoevskij, che ne so.

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it)

Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.

Leggi tutto...