Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola,lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione (art.21)

* HOME * CHI SONO * REGOLAMENTO * COSA HO APPENA [RI]LETTO * COSA HO APPENA [RI]VISTO, [RI]ASCOLTATO *
MI PIACE * FB 1 * FB 2 * SCRIVIMI * CONDIVIDO * DEFINIZIONI * SCRIVIMI * FONTI *


.

mercoledì 2 giugno 2010

La telefonata del capo

Molti si sono stupiti per il suo intervento telefonico ieri sera a Ballarò su Rai 3. Chi sono? Espatriati di lungo corso che hanno rimesso piede in patria da pochi giorni? Marziani con le antenne? Deficienti integrali? Ingenuotti che ogni mattina accolgono il sorgere del sole a bocca aperta pensando "non me l'aspettavo"?

Berlusconi, intervenendo in diretta (come potrei fare anch'io, ma non ho mai voglia di discutere dopo cena), ha definito il vicedirettore di Repubblica un bugiardo. Fra il pubblico in studio hanno riso in molti perchè in molti (e io pure) ricordano che effettivamente Berlusconi ha pronunciato le frasi che Giannini ricordava, quindi, nel caso, il bugiardo non è lui. Ha poi definito non veri i sondaggi diffusi da Floris, citando i suoi, secondo il quale lui sarebbe come sempre intorno al 60 per cento di consensi. Ha attaccato duramente la trasmissione e poi, anzichè aspettare la replica, come si fa in una discussione civile, ha riattaccato. Eh già, ha riattaccato. Un po' come fa il capo con un dipendente che gli ha fatto perdere la calma.

Davvero solo in un mondo di fantasia può accadere che simili individui, sul cui capo pendono procedimenti giudiziari assortiti, che hanno più volte cambiato le leggi per non vedersi puniti per i reati di cui erano accusati e che hanno dato innumerevoli prove di comportamenti assolutamente inaccettabili in qualsiasi democrazia del mondo, anche la più scalcagnata e di bocca buona, davvero solo in un tale mondo di fantasia, dicevo, può accadere che simili individui ottengano il voto di una discreta fetta dei votanti e, soprattutto, possano continuare a rappresentarci pur non avendone i requisiti. Solo in un mondo di fantasia e in Italia, si intende.
Diciamo che ha voluto celebrare a modo suo la festa della Repubblica. Sperando che questa festa venga mantenuta anche in futuro, anzi sperando che non facciano presto fuori direttamente la Repubblica, più che la festa.

Attenzione: avendo parlato di Repubblica, di Italia, ecc, avrei dovuto predisporre adeguati sottotitoli per i leghisti, ma non ne ho avuto il tempo e me ne scuso.

Per chi ha la memoria corta ecco un aiuto: http://tv.repubblica.it/copertina/berlusconi-mi-sento-moralmente-autorizzato-ad-evadere-le-tasse/48181?video&ref=HRER1-1

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it)

Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.


Nessun commento: