Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola,lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione (art.21)

* HOME * CHI SONO * REGOLAMENTO * COSA HO APPENA [RI]LETTO * COSA HO APPENA [RI]VISTO, [RI]ASCOLTATO *
MI PIACE * FB 1 * FB 2 * SCRIVIMI * CONDIVIDO * DEFINIZIONI * SCRIVIMI * FONTI *


.

domenica 16 gennaio 2011

Vattene vattene vattene

Falla finita, dimettiti e fatti giudicare come un cittadino qualsiasi quale sei. Non ti accorgi che non ha senso rappresentare le istituzioni dal momento che non ne riconosci l'autorevolezza (per tacere del fatto che le infanghi e le calpesti)? Che sei la vergogna d'Italia e del mondo, una barzelletta che cammina e una delle maggiori cause della nostra rovina economica e sociale? Che ci togli quel poco di futuro decente che potremmo avere solo perche' ti va di farti una donna a sera, non importa se minorenne, e grazie agli immensi potere e riocchezza che hai? Che ti sei fatto politico grazie al consenso estorto col monopolio dei media solo per salvarti il culo e sfangarla dai tuoi numerosi processi? Che ti manca solo il reato di strage e di schiamazzi notturni per aver fatto l'en plein del codice penale?
Hai paura della galera? Sei pieno di soldi, ti escono anche dalla bocca, fuggi all'estero, raggiungi Battisti, va su un'isola tropicale e vivi alla grande fra lussi e lussurie, senza guastarci la vita. Ti ammireremo da lontano, ma almeno saremo governati da persone che pensano al nostro di futuro, o almeno ci provano, e non al tuo presente di "malato" e di ricco che deve divertirsi ogni tanto con prostitute e servi fedeli.
Io ho diritto di essere governato da una persona che rispetta istituzioni e leggi, che non se ne fa di sue e che, come tutti e piu' di tutti, se ne va e si fa giudicare se e' accusato di averle violate. Non mi interessa se è di destra o di sinistra, sebbene io abbia le mie idee in materia. Se di destra aumentera' le inutili spese militari, se di sinistra gli asili, ma l'importante e' che sia degno di rispetto e onesto, oltre che competente. Essere votato dopo aver manipolato il consenso con i media che si possiedono illegalmente (chi è titolare di una concessione non può candidarsi, recita una leggina) non e' requisito sufficiente per amministrare la cosa pubblica.
Non ne possiamo piu' di quella cerchia di papponi ottuagenari decerebrati e viziosi che frequenti. Del fango che di continuo getti su magistrati che fanno solo il loro lavoro. Dei colpi di piccone che pervicacemente dai alla sanità, all'istruzione, alla cultura di questo paese. Degli sconosciuti e incompetenti che eleggi a cariche pubbliche solo perchè ti hanno fatto un favore personale. Della demolizione dei diritti dei lavoratori e delle stronzate che ci propinano le tv che possiedi e quelle che, coi nostri soldi, dirigi.
Vattene a quel paese, scegli tu quale.
Io ho diritto a un futuro e anche mio figlio. Tu stai violentando il mio paese, stai distruggendo le nostre vite. Hai corrotto nel profondo questa nazione un tempo scapestrata ma alla base onesta, ora menefreghista, razzista, disonesta e zozzona. Ci vorranno decenni per scrostare i tuoi residui dalle nostre coscienze.
Vattene, fatela finita, tu e i tuoi sgherri, con le bugie idiote, sappiamo bene che nessuno passa giorni e notte con prostitute minorenni solo per parlare di Proust, che nessuno invita venti donne e sceglie quella con cui passare la notte e crede che tutto questo non abbia un costo; non prenderci per idioti, non lo siamo tutti. Guarda anche a quelli che non ti hanno votato e a quelli che si sono astenuti: sono la stragrande maggioranza di un paese che di te, dei tuoi amici, dei tuoi servi, dei tuoi metodi, delle tue balle, della tua non politica, del tuo livore, dei tuoi vizi, delle tue stupide barzellette e dei tuoi (dis)valori, non ne puo' piu'.
Senza di lui staremmo meglio o peggio, si chiedono alcuni. Non è questo il punto. Chi è ricco starebbe meglio, gli altri peggio, chi ha a cuore la Costituzione starebbe meglio, chi fa affari con lui o grazie a lui peggio, ma il punto è quel che ho detto finora: non hai i requisiti per governarci, morali nè legali, tanto è vero che devi farti leggi su leggi, per lo più aborti incostituzionali, per tenere le tue chiappe fuori dalle patrie galere in cui ogni anno si suicidano decine di persone che non possono trovare un cavillo e farselo votare come te, quando si mettono nei guai.
Nessuno ti vuole morto, nessuno ti vuole a tutti i costi in galera (sebbene quello sarebbe il posto, o perlomeno le aule di svariati tribunali, tanto per cominciare). I comunisti cattivi esistono solo nella tua testa, nella quale sappiamo bene quale tipo di idee circolino... Non siamo antiberlusconiani, siamo anti tutto quello che fai, è diverso: se lo facesse Paperino, saremmo antipaperini. Non nasconderti dietro i soliti triti e tristi giochetti buoni per i cervelli fusi che ancora ti difendono e chiudono gli occhi davanti alle miserie che ci regali. Ma almeno sparisci per sempre dalle nostre vite, smetti di guastarci presente e futuro.
E vattene, porca troia. Vattene finchè sei in tempo, finchè puoi uscirne bene. Prima che la storia, che sempre punisce chi osa l'inosabile, ci pensi al posto tuo.

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it)
Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.


Nessun commento: