Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola,lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione (art.21)

* HOME * CHI SONO * REGOLAMENTO * COSA HO APPENA [RI]LETTO * COSA HO APPENA [RI]VISTO, [RI]ASCOLTATO *
MI PIACE * FB 1 * FB 2 * SCRIVIMI * CONDIVIDO * DEFINIZIONI * SCRIVIMI * FONTI *


.

domenica 27 agosto 2017

Il dovere dell'accoglienza

A volte il commento a un post si sviluppa più di quel che avresti voluto e riesce meglio del solito ad esprimere il tuo pensiero, quindi è bene evidenziarlo come post autonomo.
----

Per sapere chi è profugo, devi appurarlo. Anche ce ne fosse solo uno su mille varrebbe la pena farlo in ogni caso, dato che stiamo parlando di persone, di esseri umani...

Profughi o migranti si tratta poi di persone che hanno bisogno di aiuto e che vanno come minimo accolte, trattate bene, rifocillate e per un certo periodo mantenute... poi decideranno del loro futuro.
In un paese normale in cui non fosse tollerato il lavoro nero e in cui la giustizia funzionasse per merito di una politica efficiente nessuno si fermerebbe qui per lavorare se non c'è lavoro o per delinquere perché saprebbe che la pagherebbe cara e quindi i più andrebbero verso paesi dove ci sono più possibilità... se invece dopo un primo periodo che serve per rimettersi, per curarsi, per nutrirsi e per riprendersi si fermano, alcuni , è anche perché sanno che comunque un lavoro lo troveranno, magari nero perché qui è tutto sommato tollerato: ecco l'inghippo... e quei pochi che invece vogliono delinquere sanno che qui rischiano molto meno che in altri paesi e quindi si fermeranno.
Quindi vedi bene che: 1) accogliere è un dovere morale e non possiamo sottrarci ad esso e che 2) molte volte le cause dei problemi che abbiamo siamo noi, il nostro Stato, come è strutturato, come funziona e da chi è governato.

Nessuna persona che fugge da un paese a causa di un cataclisma, di una persecuzione, di una guerra o anche solo dalla povertà e col desiderio legittimo quindi di dare un futuro migliore a sé e ai suoi familiari resta poi in un paese in cui non c'è lavoro... quindi se davvero in Italia non ci fosse lavoro (come è vero) molti se ne andrebbero; il problema è che c'è il lavoro nero che è tollerato e quindi molti restano perché, anche se sono sfruttati come bestie, comunque sono in condizioni migliori di quelle che avevano a casa loro e questo te la dice già lunga di come stavano a casa loro.

Per quanto riguarda poi i delinquenti che comunque sono sempre molto pochi (basta vedere le statistiche), beh... come dar torto a un delinquente se si comporta come una ditta che deve piazzare il suo prodotto? E' chiaro che sceglierà il mercato migliore e da questo punto di vista delinquere in Italia è molto più conveniente che delinquere in Romania o in Germania...
Ripeto: la causa di tutto questo, spesso, siamo noi stessi...

Accogliere è un dovere, le risorse per accogliere ce l'abbiamo e ce ne avremmo anche per accoglierne molti di più... basterebbe combattere sprechi, enti inutili, corruzione ed evasione... e poi anche avessimo poche risorse non ci si può sottrarre a un dovere molare proprio di ogni persona.

#migranti #accoglienza #profughi

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it) Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.


Nessun commento: