Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola,lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione (art.21)

* HOME * CHI SONO * REGOLAMENTO * COSA HO APPENA [RI]LETTO * COSA HO APPENA [RI]VISTO, [RI]ASCOLTATO *
MI PIACE * FB 1 * FB 2 * SCRIVIMI * CONDIVIDO * DEFINIZIONI * SCRIVIMI * FONTI *


.

domenica 30 ottobre 2011

Guidare non è un gioco

Guidare non e' un gioco: una banale imprudenza e la vita se ne va, la tua o quella di un tuo simile. Pochissimi automobilisti hanno compreso questo fatto. Se guidi un autobus hai una responsabilita' ancora maggiore, trasporti decine di persone e conduci un mezzo pesante. Ecco perche' invito gli autisti a non superare i limiti (es. il 50 sull'Aurelia) e a non guidare il bus con lo stesso stile di una motoretta: un ritardo sulla tabella di marcia si recupera, un morto no. Se poi foste meno bruschi nelle partenze e nelle frenate, anziani e bambini vi sarebbero grati. Se infine foste sempre cortesi, anche con i rompiscatole (e ce ne sono!) sarebbe una favola, non il mondo reale. So bene che il mestiere e' faticoso e ripetitivo, ma non puo' essere una scusa. Io non generalizzo: mi sono trovato male poche volte, ma quelle volte e' successo. Le mele marce sono sempre poche, si sa, ma infangano tutti quelli che si comportano con alto senso del dovere. D'altra parte non è bene chiudere gli occhi sulle cose che non vanno, anche se sporadiche. C'è un solo modo di fare un lavoro, farlo bene: se non ve la sentite, fate altro. Ci sono lavori infinitamente più massacranti (cavatore, minatore, catena di montaggio, raccoglitore di pomodori sfruttato e in nero, premier, etc.)

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it)

Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.


Nessun commento: