Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola,lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione (art.21)

* HOME * CHI SONO * REGOLAMENTO * COSA HO APPENA [RI]LETTO * COSA HO APPENA [RI]VISTO, [RI]ASCOLTATO *
MI PIACE * FB 1 * FB 2 * SCRIVIMI * CONDIVIDO * DEFINIZIONI * SCRIVIMI * FONTI *


.

venerdì 20 gennaio 2012

Domiciliari facili

Il carcere è eccessivo per il comandante Schettino, dice il giudice, e gli dà i domiciliari. Appurato che:

-il carcere è brutto e non si augura a nessuno;
-il carcere dovrebbe essere unicamente privazione della libertà personale (vi pare poco?) in un ambiente non dico confortevole ma dignitoso mentre in realtà è un inferno senza legge (come definire altrimenti lo stare ammassati in una cella stretta, in condizioni igieniche pessime, e assolutamente in balia del delinquente peggiore?);
-nessuno è colpevole prima del terzo grado di giudizio;
-in carcere e nei centri di raccolta marciscono per mesi innocenti, persone in attesa di giudizio, persone la cui unica colpa è essere stati beccati con un filo in più della dose ammessa o magari anche solo persone oneste e innocenti che però una legislazione fatta da maiali definisce "clandestini";
-la telefonata con la Capitaneria la dice lunga sulla mancanza di lucidità di Schettino la sera della tragedia;

mi sembra che una decina di morti, una trentina di dispersi, il comportamento tenuto prima durante e dopo il fattaccio, l'abbandono della nave, le evidenze che risultano dai fatti e dalle testimonianze potrebbero giustificare anche per Schettino il carcere, a logica. O per tutti o per nessuno, no? In fin dei conti se non avesse fatto quella manovra da imbecille non sarebbe successo nulla e nessuno sarebbe morto, mi sembra che quest'affermazione si possa già incidere sul marmo prima ancora del processo. Al suo paese dicono che Schettino ha salvato 4.000 persone (non bastava dire, che so, che non ha colpe? No, si vuole strafare). Ora, dico, tutto può essere, aspettiamo il processo. Può anche essere che abbia salvato pure dieci milioni di persone e moltiplicato pani e pesci, ma a giudicare dai fatti (quanto sono ostinati i fatti!) mi pare che col suo comportamento, paragonabile a quello di un adolescente schiavo degli ormoni e in sella a un motorino abbia salvato 4.000 persone dalla prospettiva di una crociera tranquilla e divertente. E non parliamo dell'amica e del vino per senso di carità.

Ma forse mi sbaglio. D'altra parte l'italiano medio al volante è migliore di Schettino? Assolutamente no. Tutti si dicono perfetti fino a quando il loro quotidiano comportamento irresponsabile non si traduce, magari casualmente, in tragedia. Fino a quando va tutto bene, sono bravi piloti. Per me, sono sempre criminali della strada.

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it)

Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.



Nessun commento: