Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola,lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione (art.21)

* HOME * CHI SONO * REGOLAMENTO * COSA HO APPENA [RI]LETTO * COSA HO APPENA [RI]VISTO, [RI]ASCOLTATO *
MI PIACE * FB 1 * FB 2 * SCRIVIMI * CONDIVIDO * DEFINIZIONI * SCRIVIMI * FONTI *


.

domenica 12 febbraio 2012

Mi illumino di niente

Domenica ore 11, sono sveglio da tre ore e nella mia mente tutto quel che ho letto ed ascoltato in queste tre ore produce come d'incanto un'associazione piuttosto squallida: Salvini e Suarez. Poi perfeziono lo schifo e mi illumino di niente con il trio Povia/Salvini/Suarez.
Povia sapete chi è, un cantante che ha problemi piuttosto gravi: discrimina gli individui in base alle preferenze sessuali, considera la non eterosessualità una malattia e simili puttanate. Salvini è il consigliere della Lega che da anni si muove su terreni marci di razzismo, xenofobia e robaccia simile (proposta di bus separati per extracomunitari, cori contro i napoletani etc): ieri si è scagliato contro un libro ("Piccola storia di una famiglia"), vi ricorda qualcosa se ripensate alla storia dell'umanità (anche se umanità in questo caso è un parola grossa lo so)? Per quanto ancora dovremo sopportare che ci governino persone con simili lacciuoli mentali? Suarez è il giocatore del Liverpool squalificato 8 giornate per frasi razziste e protagonista ieri di un altro episodio inaccettabile per un uomo, figurarsi per un uomo di sport (non ha stretto la mano in campo al giocatore che aveva offeso).
In politica, nello sport, nelle arti, alle poste o al market, ovunque: escludiamo i razzisti. O imparano a pensare e ad agire da uomini o possono andare al diavolo. Non posso più sopportare di vedere in tv o su un campo di calcio o addirittura nelle istituzioni individui con simili tare: se sono curabili, se le curino, altrimenti siano considerati quello che sono, cioè persone non in grado di intendere e di volere. Non voglio certo discriminarli...eh eh, come del resto non discrimino un cieco: ma non lo metto di vedetta; semplicemente non voglio che inquinino lo sport o possano pontificare da un palco o addirittura possano decidere del mio destino, mi pare il minimo no? Mettereste mai, per dire, un matto a guida di un governo? (anche se forse è un esempio infelice...). E' l'ora di stroncare tutte queste immonde schifezze, per evitare degenerazioni che abbiamo gia' conosciuto. Sono persone, sono comportamenti ignobili, inaccettabili e pericolosissimi.

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it)

Per tornare alla home page clicca qui.Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.


Nessun commento: