Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola,lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione (art.21)

* HOME * CHI SONO * REGOLAMENTO * COSA HO APPENA [RI]LETTO * COSA HO APPENA [RI]VISTO, [RI]ASCOLTATO *
MI PIACE * FB 1 * FB 2 * SCRIVIMI * CONDIVIDO * DEFINIZIONI * SCRIVIMI * FONTI *


.

sabato 7 luglio 2012

Scusate se vi abbiamo massacrato senza motivo e se per anni abbiamo coccolato i colpevoli

A 11 anni dalla notte della democrazia (Diaz), dopo aver mantenuto al loro posto anzi coccolato, difeso e spesso promosso i responsabili della macelleria messicana, i vertici della Polizia chiedono scusa, all'indomani della condanna definitiva che li inchioda alle loro evidenti e gravissime resposabilita'. A chiedere scusa è Manganelli, il capo della Polizia, di cui ricordiamo certe illuminanti intercettazioni. Decine di poliziotti che si sono comportati come i peggiori delinquenti, vari dirigenti che hanno insabbiato e depistato per non far emergere le responsabilità, per non parlare dei mandanti, ancora ignoti, e delle responsabilità dei politici, mai toccati dall'inchiesta e mai dimessisi: un bel quadretto puzzolente, dai tratti tipicamente italici, che ci ha accompagnato per un decennio e che ora trova la parola fine, con l'interdizione dai pubblici uffici per alcuni dirigenti e con la condanna per una trentina di poliziotti, che non faranno un gorno di galera (siamo in Italia, bellezza!) ma sui quali da oggi pende la scure dei risarcimenti a coloro che hanno massacrato con violenza inaudita e senza alcuna ragione. La Polizia ha avuto più volte l'occasione di smarcarsi da questi vergognosi episodi: sarebbe bastato ammettere l'evidenza e sospendere gli indagati prima e i condannati poi; prendere le distanze insomma, e fare subito ammenda. Non l'ha fatto. Adesso e' intuibile cosa possiamo farcene delle loro scuse, quindi non preciserò i dettagli dell'utilizzo che ho in mente. Vogliamo poi parlare di Aldovrandi, Cucchi e compagnia bella e delle decine di maiali impuniti della stessa Diaz? E dei ragazzi condannati a 15 anni (15 anni!) in primo grado per aver mandato in frantumi vetrime e danneggiato arredi urbani durante il G8, mentre uomini in divisa che hanno massacrato inermi innocenti non hanno mai visto il sole a scacchi nemmeno per un giorno e, in buona parte, non sono neppure mai stati individuati? Chi ha detto che l'omertà e' tipica della mafia?

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it)

Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.


1 commento:

Piero ha detto...

senza vergogna. prima massacrano, depistano, intorbidano. adesso chiedono scusa, come se avessero gettato una cartaccia in terra. scusa se ti ho massacrato le gengive mentre stavi dormendo alla diaz e poi ho fabbricato false prove per incastrarti e poi ho negato il tutto per dieci anni, scusa tant, scusa scusa scusa. che schifo.