Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola,lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione (art.21)

* HOME * CHI SONO * REGOLAMENTO * COSA HO APPENA [RI]LETTO * COSA HO APPENA [RI]VISTO, [RI]ASCOLTATO *
MI PIACE * FB 1 * FB 2 * SCRIVIMI * CONDIVIDO * DEFINIZIONI * SCRIVIMI * FONTI *


.

lunedì 22 ottobre 2012

Su Marte certe robe non succedono

Il giornalista RAI che in un servizio in cui intervista i tifosi juventini prima del match col Napoli dice che i napoletani si riconoscono dalla puzza. La magistratura russa che convoca Madonna perche' nel recente concerto in Russia ha "propagandato" l'omosessualità. Il giocatore livornese che chiede la radiazione del Verona per i cori dei sostenitori veronesi contro Morosini, il giocatore morto in campo ad aprile.
Non so voi ma a me pare che la vita su Marte sarebbe più normale.

Sul giornalista, che dire? Ne chiederanno la testa. In un paese civile non sarebbe licenziato, ma multato in maniera pesantissima e interdetto per sempre da quel tipo di lavoro: si dedichi ad altre mansioni, tipo quella dell'archivista. Metterlo su una strada sarebbe troppo secondo me, ma deve essere stroncato per bene, la sua frase è non scusabile e inaccettabile. So gia' che se la cavera' con poco, in questo paese gli imbecilli chiedono la forca per una frase razzista però tollerano che siano rimessi in libertà gli assassini. Si chiede la forca poi si commina un buffetto: due assurdità cosi' tipicamente italiane.
Sulla magistratura russa, e sulla dittatura di Putin (vedi anche il caso delle Pussy Riot che, notizia di oggi, sono state deportate nelle peggiori colonie penali), non so dire se quel che fanno mi fa ridere o schifo o paura. Di certo è oscurantista, inumano e pericoloso. Persone come Putin, Lukashenko, Assad vanno messe al bando dal consesso civile semplicemente perchè si comportano in modo incivile.
Sui cori contro Morosini, ma mi spiegate perchè io, tifoso corretto di una squadra X, dovrei vedere la mia squadra radiata perche' venti delinquenti delinquono la domenica sugli spalti, urlando frasi offensive o spaccando la testa a un tifoso avversario? Perchè deve pagare un innocente, o un'intera città? Se un mio vicino uccide, devo andare in galera pure io in quanto condomino dello stesso palazzo? Questa è follia. Chi fa certe richieste dovrebbe prima collegare il cervello alla presa. Io sono per punire in modo pazzesco chi fa queste cose, ma divento una bestia quando sento proposte che penalizzano chi non c'entra nulla: è qualunquismo della peggior specie. Resta il fatto che se i responsabili di quei cori imbecilli fossero puniti in maniera brutale e se si decidesse di interdire per sempre l'ingresso negli stadi ai violenti e ai pregiudicati, il problema sarebbe risolto alla radice. Non si fa perchè non lo si vuole risolvere, questa è l'Italia.

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it)

Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.


Nessun commento: