Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola,lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione (art.21)

* HOME * CHI SONO * REGOLAMENTO * COSA HO APPENA [RI]LETTO * COSA HO APPENA [RI]VISTO, [RI]ASCOLTATO *
MI PIACE * FB 1 * FB 2 * SCRIVIMI * CONDIVIDO * DEFINIZIONI * SCRIVIMI * FONTI *


.

domenica 7 ottobre 2012

Lista di nozze

Fare la lista di nozze quando ci si sposa e' ormai diventata una consuetudine. Un tempo era considerata una cosa un po' volgare, oggi nessuno ci fa caso, anzi è usuale farla. Se mia nonna fosse viva non la penserebbe cosi', ma e' morta, sicché...
Lo scopo della lista nozze e' evitare di ricevere in dono sei lavatrici e nessun servizio di piatti, o viceversa. Se la fai in un'agenzia viaggi lo scopo e' quello di pagarti il viaggio: evidentemente hai casa gia' arredata (e' il mio caso). Lo zio o l'amico il regalo te lo fanno comunque, perche' ti vogliono bene (o perche' pur odiandoti non vogliono fare brutta figura), quindi a fronte di un loro sacrificio che quantificheremo in X euro, non è meglio che ci sia un risultato piu' rispondente ai desideri dei promessi sposi? Poi c'e' sempre quello che fa di testa sua e ti fa un regalo a sua scelta, cosa ci vuoi fare? Io ho fatto in modo che alla mia lista si possa contribuire con importi anche bassissimi, ma qualcuno che fa un regalo di sua iniziativa evitando la lista c'e' sempre, non tanto perche' vuole risparmiare (la mia lista come detto prevede tagli minimi), ma perche' vuole distinguersi. Facciamo salvo il caso dell'amico del cuore che ti anticipa che si muovera' fuori lista: al migliore amico si concede tutto.
Certo un servizio di piatti mi servirebbe come a un esquimese un frigorifero, e un kit di coltelli pure (anche se, nel corso della vita matrimoniale, avere qualche arma a portata di mano puo' rivelarsi utile...); tuttavia un regalo è un regalo, occorre rassegnarsi. Ci sono cose peggiori nella vita che quella di ricevere un regalo fuori lista. Chi te lo fa è sempre un grande.
Preciso pure che io sono da sempre un po' contrario a questa storia dei regali, ma ho accettato il meccanismo da sempre, facendoli per una vita; non vedo perche' dovrei rinunciarvi adesso che per la prima volta tocca a me riceverli. Non sono mica idiota, sebbene il fatto che abbia deciso di sposarmi possa dare adito a qualche dubbio in tal senso...

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it)

Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.


1 commento:

Veneris ha detto...

Dalle mie parti invece (ed è valso anche per me)si usa ancora fare le "Buste". Che altro non sono che tangenti che gli sposi pretendono per avervi invitato al loro matrimonio. A me però mi fecero molto comdo......