Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola,lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione (art.21)

* HOME * CHI SONO * REGOLAMENTO * COSA HO APPENA [RI]LETTO * COSA HO APPENA [RI]VISTO, [RI]ASCOLTATO *
MI PIACE * FB 1 * FB 2 * SCRIVIMI * CONDIVIDO * DEFINIZIONI * FONTI *


.
Se trovi interessante quel che scrivo non sai cosa ti perdi su Twitter e Facebook.
Se non mi trovi interessante, lo accetto, ma hai un problema! :-)

giovedì 29 novembre 2018

Cani, Umani e Marziani

Se un marziano avesse modo di buttare un occhio sulla Terra vedrebbe un essere umano che porta a spasso il cane e ne raccoglie gli escrementi, servizievole e paziente. Lo vedrebbe strattonare spesso il cane (il che è assurdo, perché se porti il cane fuori devi dargli un po' di libertà e autonomia), ma vedrebbe anche che spesso è il cane a decidere dove trascinare il padrone, per non parlare delle varie cagnare all'incontro con altri animali. Vedrebbe molti cani con vestiti o impermeabilini, nutriti con alimenti abbastanza ricercati e costosi, pieni di gadget assurdi, clienti di sale di bellezza per animali. Vedrebbe umani che non possono o non vogliono andare in vacanza o altrove perché non possono lasciare solo il cane, o che comunque impostano la loro vita in base alle presunte esigenze dell'animale, che spesso impongono senza pudore anche agli altri. Sentirebbe discorsi in cui i cani sono trattati alla stregua di bambini, anzi: a volte, incredibilmente, hanno la preferenza. Sentirebbe discorsi del tipo chi conosce gli uomini ama gli animali, come se a guidare i comportamenti di un cane e di un uomo vi fossero gli stessi fattori. Valuterebbe il denaro speso annualmente nel mondo per cani e gatti e lo paragonerebbe alla statistica di chi muore di fame nello stesso mondo (8 mila bambini sotto i 5 anni, ogni anno).
Certo, vedrebbe anche i bastardi che abbandonano il cane sull'autostrada, o lo maltrattano. Ma si maltrattano anche donne e bambini e altri uomini, quello è un tratto della nostra natura che il marziano potrebbe non faticare ad inviduare.
Alla fine potrebbe concluderne che i cani sono la razza padrona e noi gli schiavi sottomessi. Sbaglierebbe, ma non si potrebbe dargli torto.
Ps: io amo la natura. E amo gli animali. Ma li tratto da animali.


autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it) Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.


Nessun commento: