Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola,lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione (art.21)

* HOME * CHI SONO * REGOLAMENTO * COSA HO APPENA [RI]LETTO * COSA HO APPENA [RI]VISTO, [RI]ASCOLTATO *
MI PIACE * FB 1 * FB 2 * SCRIVIMI * CONDIVIDO * DEFINIZIONI * SCRIVIMI * FONTI *


.

sabato 23 ottobre 2010

Fini e "Futuro e Libertà"

Cosa penso di Fini (Gianfranco) è noto. Chi vuole può farsene un'idea qui. Poichè non sono uso a cambiare opinione ogni trimestre a seconda di come tira il vento e nemmeno sono così alle prime armi da bermi per clamorosa e sostanziale una delle tante metamorfosi politiche perlopiù irrilevanti cui ci ha abituato sia la l'ex destra fascista sporca e cattiva sdoganata da Fiuggi sia la camaleontica ed incapace sinistra specializzata in mitosi mensili, quello che scrissi in quel post mantiene ancora tutta la sua validità.
Benchè ritenga la questione della casa di Montecarlo quasi insignificante, specie poi se paragonata alle tonnellate di scheletri che giacciono negli armadi del nostro amato premier, fin dall'inizio mi è parso chiaro come la rottura di Fini da Berlusconi (o il contrario) fosse tutto sommato di facciata: se io rompo con un alleato e ne parlo come Fini ha fatto con Berlusconi, non resto suo alleato. Detto questo forse abbiamo già detto tutto sulla serietà con cui andrebbero prese certe operazioni, che dite?
Sono però convinto che voi desideriate qualche puntello in più a sostegno di un'opinione così negativa nei confronti di quello che da alcuni mesi viene visto come la vera novità del panorama politico italiano, cucina Scavolini a parte. Ebbene, dichiararsi a favore di un lodo Alfano (Fini, Mirabello) e addirittura votarlo (Saia, pochi giorni fa) è per quanto mi riguarda quanto basta per infangarsi la reputazione nuova di zecca.

L'idea che un premier possa non rispondere per i reati comuni (sottolineo: comuni) commessi in passato e per quelli che potrebbe commettere adesso o in futuro è una bestemmia, è inaccettabile in una democrazia e non ha precedenti in nessuno stato democratico del mondo, anche se qualche giornalista uso a scrivere il falso continua a ripeterlo come un disco rotto. L'idea giusta è che chi delinque non può fare il premier senza prima essere giudicato da un tribunale e che chi delinque da premier dovrebbe dimettersi una volta sottoposto a indagine o addirittura rinviato a giudizio. Non solo l'idea di un "lodo Alfano" è dunque una cosa zozza e una bestemmia, ma anche la pretesa di volerlo retroattivo, che se poi tale non fosse non avrebbe senso per l'attuale premier. Non parliamo poi dell'abitudine, cara a Berlusconi, di cambiarsi le leggi della cui violazione viene accusato: lo ha fatto 39 volte, contando solo gli episodi più evidenti.

In conclusione, l'attuale linea politica di Fini e di Futuro e Libertà è sicuramente utile a chi ha a cuore la legalità e non ne può più di una casta di pregiudicati nominati e neppure eletti che occupano le istituzioni per farsi i cavoli loro. Ma nello stesso modo in cui può essere utile una pericolosa malattia se uccide un sanguinario serial killer, non so se rendo l'idea. Al di là di questo, Fini è anche e soprattutto quello che ha espresso e ha assunto nei decenni passati posizioni razziste e omofobe e che ha glorificato Mussolini, ed è quello che tuttora resta alleato con la persona che ha ferocemente attaccato a Mirabello e ancor prima ai tempi delle famose "comiche finali". Fini resta Fini e la sua condotta attuale parla chiaro, al di là di dichiarazioni di facciata del resto nemmeno troppo convincenti, spesso. Non vedo cosa possa diventare di diverso, politicamente, una persona, passati i quarant'anni. Adesso, dopo aver appoggiato per 16 anni Berlusconi e avergli votato in silenzio più di 30 leggi ad personam, fa il pignolo su legalità e impunità e si erge a paladino della giustizia. Noi lo ringraziamo moltissimo e siamo felici di questo bastone fra le ruote che si trova a dover affrontare la macchina infernale che sta distruggendo la nostra Repubblica e la nostra Costituzione quotidianamente vilipesa da omuncoli insignificanti ma pericolosissimi, ma nulla di più gli dobbiamo e di sicuro tutto questo fumo senza arrosto non basta a farci fessi. Soprattutto, non ci fidiamo. E gli eventi di questi giorni ci hanno dato ragione, anche se francamente non ce n'era bisogno.

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it)

Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.


2 commenti:

sono io ha detto...

ciao,come posso contattarti in privato?

mauroarcobaleno ha detto...

ciao,
puoi fare cosi':
http://mauroarcobaleno.blogspot.com/2009/04/blog-post.html

(io chi?:-)