Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola,lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione (art.21)

* HOME * CHI SONO * REGOLAMENTO * COSA HO APPENA [RI]LETTO * COSA HO APPENA [RI]VISTO, [RI]ASCOLTATO *
MI PIACE * FB 1 * FB 2 * SCRIVIMI * CONDIVIDO * DEFINIZIONI * SCRIVIMI * FONTI *


.

domenica 20 maggio 2012

Caino che gira impunito mi sta sulle palle

Nella mia visione del mondo chi piazza una bomba per uccidere persone innocenti a caso merita la forca. Nel mio mondo avrei gia' dato ordine di montarla in piazza: avete presente quel bel rumorino evocativo del martello che
picchia sul chiodo all'alba e passo dopo passo tira su il patibolo? In presenza di prove inoppugnabili (non indiziarie), un processino regolare e veloce e poi stack! Un'esecuzione è una cosa brutta, ma necessaria: la nostra vita a volte ci pone di fronte a cose come questa, dobbiamo farci forza e compierla, in nome di un'idea superiore. Inutile parlare di nessuno tocchi Caino, chi sei tu per decidere di sopprimere una vita, la pena di morte è una risposta peggiore, etc: se Caino ammazza una sedicenne davanti a una scuola, Caino deve morire e basta. Imprigionare il colpevole per trent'anni che poi trenta non sono mai non ha senso e da un certo punto di vista puo' essere perfino più crudele, ma è meno giusto. Chi compie un atto da bestia deve avere la sorte di una bestia (premesso che non conosco bestie che meritino tale fine, nel mondo animale, specie umana esclusa); si è chiamato fuori dal consesso civile nel momento in cui ha compiuto quella scelta scellerata e noi lo trattiamo per come lui stesso si è qualificato. Nella mia visione del mondo chi commette errori come questo deve pagare il prezzo più alto. E non per vendetta, o per fare un sacrifico a un dio. Ma perchè quello merita, anzi meriterebbe una fine ancora peggiore. Sono fascista, forcaiolo, sanguinario? No, esattamente il contrario. Ma da sempre Caino che gira impunito mi sta sulle palle. L'eccesso di buonismo mi nausea, essere buonisti è quasi il contrario di essere buoni. Qui a forza di garantismo si tollerano le peggiori atrocità. Non mi interessa se laddove esiste la pena di morte i crimini non si riducono (ammesso che sia davvero così): se io piazzo quella bomba e adesso sto rintanato come una bestia immonda e vigliacca in un angolo fetido e buio come la mia anima, merito di sparire da questo mondo. Tanto questa vita è solo di passaggio, no? Quindi poco male.

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it)

 Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.