Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola,lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione (art.21)

* HOME * CHI SONO * REGOLAMENTO * COSA HO APPENA [RI]LETTO * COSA HO APPENA [RI]VISTO, [RI]ASCOLTATO *
MI PIACE * FB 1 * FB 2 * SCRIVIMI * CONDIVIDO * DEFINIZIONI * SCRIVIMI * FONTI *


.

mercoledì 19 agosto 2015

A un povero cristo che tira su 1000 euro no, alla "coppia dell'acido" sì!

Se io voglio adottare un figlio devo aspettare 2-3 anni. Durante i quali sarò vivisezionato, assieme a mia moglie (se non sono sposato mi scordo di adottare, se poi sono gay: bye bye), saranno esaminati la mia mente, il mio fisico, il mio patrimonio, il mio reddito, la mia casa, presumo la mia famiglia, il mio passato e poi con tutta probabilità non mi sara' concesso di allevare un figlio (figurarsi con uno stipendio solo, con il quale però ne tiro su bene uno mio e potrei tirarne su due). Ma se io decido di fare tre figli e li allevo male, trascurandoli e insegnando loro le cose peggiori, perchè sono un decerebrato e magari anche un malvagio, difficilmente sarò scoperto e bloccato. Quindi posso fare tre figli e rovinarli, ma se ne voglio adottare uno probabilmente non ce la farò, perchè per il bimbo, secondo questo sistema perverso che regola le adozioni, sarà meglio continuare a vivere da solo, magari in un orfanotrofio, piuttosto che con un buon genitore in grado di dargli amore e un futuro e che con uno stipendio ne tira su tre suoi ma, secondo certi soloni azzeccagarbugli, non ce la fa a tirarne su uno non suo.
Se invece sono la "coppia dell'acido", e non mi vogliono dare il figlio che ho partorito, si tratta di un'"ingiustizia colossale". Ma dico io, prima di parlare certa gente collega tutti i fili del cervello o solo quello che porta alla lingua? Questi hanno meritato 14 anni di galera in primo grado (con lo sconto, altrimenti sarebbero stati più di 20), hanno compiuto azioni orribili, turpi, crudeli e perversioni assurde, e vorrebbero poter allevare un figlio! Prima i giudici nemmeno fanno vedere il figlio alla madre che lo ha appena partorito, adesso sì anche se poi con buona probabilità glielo leveranno e lo renderanno adottabile: in questo modo sai che bel trauma ci sarà per il bimbo (e per la madre)? è chiaro che sarebbe stato meglio non farli mai incontrare, in attesa della decisone definitiva; ma la stampa si è scatenata, e cosi' pure i presunti esperti, consulenti, psicologi: stronzate in libertà, perlopiù.
Mi sembra un modo di procedere schizofrenico, un pasticciaccio assurdo.
Occorrebbe lasciar decidere ai giudici, senza fare campagne di stampa basate sulle frottole. E i giudici dovrebbero decidere secondo i fatti e secondo la legge, temperata dal buon senso.
Una persona normale non può adottare perché, magari, guadagna poco rispetto a certi standard insensati... questi invece dovrebbero poter allevare un bambino senza se e senza ma, dopo aver commesso azioni tali che li rendono, se non incapaci di intendere e di volere, di sicuro pericolosi, imprevedibili, crudeli, perversi, probabilmente dalla personalità malata (se si parla di "borderline" ci sarà un motivo, no?).
Dico tutto questo senza essere in possesso di tutti i dettagli che invece i giudici posseggono: mi baso sui fatti noti, già questi bastano per tracciare un quadro coerente.
Scusate, ma si è perso il filo della logica, in questo paese che passa da un'indignazione alla successiva senza mai combinare nulla di buono. Vedo solo gente che apre la bocca e vomita boiate, giornali che definire carta straccia è fare un complimento, esperti che non sanno quel che dicono, giudici tirati per la giacca, parenti scatenati, decisioni contraddittorie.
questo paese potrà salvarsi o no, ma non abbandonerà mai questo perenne stato di indecente confusione e diffusa corruzione morale e materiale. Siamo un tristissimo, penoso, irritante carnevale.

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it) Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.


Nessun commento: