Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola,lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione (art.21)

* HOME * CHI SONO * REGOLAMENTO * COSA HO APPENA [RI]LETTO * COSA HO APPENA [RI]VISTO, [RI]ASCOLTATO *
MI PIACE * FB 1 * FB 2 * SCRIVIMI * CONDIVIDO * DEFINIZIONI * SCRIVIMI * FONTI *


.

martedì 4 agosto 2015

Ode a te, mia amata


Oh mia adorata,
mia amatissima,
il filo che mi lega a te e' nato con me e in me sempre vivra'...
ogni partita una festa sara', in ogni angolo della citta', e del cuore...
il risultato che alla fine si leggera', per ogni volta che scenderai in campo per giocare davanti a noi, sara' sempre e solo la cornice di un quadro comunque fantastico come fantastica sei tu, fiore di Liguria.

Questo sei stata sempre per me, terra mia, citta' mia, Doria mia, col tuo nome ho chiamato mia figlia...
Scuola di vita e palestra di divertimento, mi hai regalato anni duri e sofferti ma poetici e molto spesso a lieto fine, e poi uno scudetto immaginifico e spaziale, e decine e decine di serate di coppa indimenticabili in Italia e in giro per l'Europa, luci e colori che mi brillano ancora negli occhi e nel cuore; vittorie, sconfitte, coppe sognate, coppe solo sfiorate e coppe teneramente abbracciate.
Viaggi della speranza, serate di gala e poi ritorni del rimpianto o della gioia ma sempre di immensa felicita'.

Adesso andiamo a Novi Sad per rendere omaggio alle spoglie di un uomo fantastico che non solo ci ha fatto vincere tanto ma soprattutto ci ha fatto crescere come sportivi e come uomini, e che ci ha dimostrato ogni giorno quanto fosse unico prima come uomo e poi come uomo di sport; poi, la sera, proveremo a giocarci le nostre residue possibilità su un prato verde rigato di bianco e, se andra' bene, sara' un qualcosa di unico e, se andra' male, vorra' dire che anche questo viaggio andra' a finire nel nostro album dei ricordi, assieme ad altri viaggi piu' lunghi e piu' gloriosi, e comunque avra' avuto un senso, perche' lo abbiamo fatto insieme... e perche' sempre ha un senso partecipare e giocare e sognare... e forse questa volta ancora piu' di altre, e anche senza allori, dato che rendiamo omaggio a te, indimenticato Vuja.

Per noi, per te, vincere e' bello ma e' molto meno di tutto; e' la ciliegina su una torta comunque sempre molto gustosa, e il gusto lo dai tu.
Noi sappiamo perdere perché sappiamo vincere: a volte le frasi banali sono comunque cosi' vere da dover essere scritte. Nessuna vittoria, per quanto straordinaria, ci ha mai fatto dimenticare chi siamo; nessuna sconfitta ci ha mai piegato.
Chi, vittima di schemi banali e diffusi, ci scherza per una sconfitta, chi parla di "dramma", "disastro" o "rovina" non ha capito che e' come schernire il figlio di un amico perche' ha preso un 5 a scuola. Il figlio e' il figlio, i 5 vanno e vengono, e poi vengono gli 8, quel che conta e' il figlio e cosa ha nel cuore, e non c'e' mai un dramma dove c'e' un amore grande come questo, un amore piu' grande del cielo e che ci fa sempre mettere in gioco, pronti a perdere, pronti a vincere, ma soprattutto pronti a divertirci con te, amatissima.

Avanti Samp, sempre, per le nostre strade poco battute ma cosi' care al nostro cuore, cantando sempre a squarciagola e coi vessilli al vento, con piu' forza quando il cielo si fa nero e coi tamburi cerchiamo di allontanare la tempesta, con piu' gioia quando le nuvole si aprono e il cielo si fa sempre piu' blu, cerchiato.

Noi non tifiamo Samp, noi siamo Samp; non abbiamo scelto di amarti, ti amiamo da sempre; siamo di Genova, siamo liguri, siamo te, siamo quei colori che ci riscaldano il cuore e ci fanno venire i brividi, e tu sei noi.
Qualunque cosa accada ci siamo e ci saremo, e tu ci sarai per noi. Sconfitte, vittorie, gioie, dolori, rimpianti e soddisfazioni, punti persi e punti guadagnati, coppe svanite e coppe acquisite, tutto questo va e viene; il tempo passa; le emozioni che ci hai fatto vivere, quelle, restano, anche quelle che sul momento ci hanno reso un po' tristi oggi ci fanno sorridere di felicità per averci comunque provato, assieme a te.

Si vive di ricordi, si vive di sogni, si vive di amore; non di punti o trofei. Questi sono il sigillo di alcuni ricordi, a volte nemmeno i piu' belli; stanno in sala trofei e ogni tanto e' bellissimo farci un giro; ma la vita e' qua fuori, con indosso questa maglia, con negli occhi questi colori, con una palla che rotola e undici ragazzi che la rincorrono, non importa se ventenni di serie A o dodicenni delle giovanili: la magia e' una.
Vinta una coppa, persa una coppa, nulla cambia nell'intimo nostro, si scende di nuovo in campo e quella magia rivive incessante.

ma non è uno scudetto a far provare questo affetto/
esplode il cuore in petto pure nel torneo cadetto/

Per che squadra tieni? come mio papà/
quei quattro colori orgoglio della mia città/
ovunque lei sarà e non solo in Serie A/
amore per la Samp senza se senza ma/

Yeah uh uh il mio sangue è/
blucerchiato blucerchiato blucerchiato blucerchiato/
yeah uh uh coi miei occhi vedo/
blucerchiato blucerchiato blucerchiato blucerchiato/



Nessun commento: