Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola,lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione (art.21)

* HOME * CHI SONO * REGOLAMENTO * COSA HO APPENA [RI]LETTO * COSA HO APPENA [RI]VISTO, [RI]ASCOLTATO *
MI PIACE * FB 1 * FB 2 * SCRIVIMI * CONDIVIDO * DEFINIZIONI * SCRIVIMI * FONTI *


.

domenica 14 agosto 2016

Lode all'idiota

Domani è Ferragosto, gli idioti dei gavettoni avranno il loro giorno di gloria. Questa ricorrenza mi spinge a riflettere sul fatto che questa è senza dubbio l'epoca degli idioti: davvero non saprei quale altra epoca potrebbe essere migliore per nascere, per un idiota. Occupano posti di responsabilità, decidono della tua via, guadagnano bene, hanno successo sui social: una pacchia. Alcuni governano addirittura o si candidano ad elezioni presidenziali!
Un tempo l'idiozia era un limite, adesso un atout; un tempo definiva le tue possibilità, oggi le potenzia; un tempo era benevolmente compatita, oggi è celebrata.
Nascevi un po' idiota, eri lo scemo del villaggio; oggi lo nasci ma soprattutto lo diventi coltivando per bene l'idiozia e sei il villaggio.
Se sono uomini e li chiami idioti, pare che tu sia invidioso perché loro guadagnano dai 200mila l'anno in su e abbronzati e tiratissimi si godono l'estate fra happy hour e donne facili mentre tu vestito da straccione fai la spesa al supermarket; se sono donne e osi criticarne l'idiozia sei un maiale sessista; se sono neri e idioti sei razzista.
Secondo me invece son proprio loro che sono idioti, ma io non sono un medico, potrei sbagliarmi eh.
Lo vedi da come parlano, da cosa scrivono, da come guidano, da cosa pensano: li riconosci subito. Sono idioti che ce l'hanno fatta: quindi occorre complimentarsi, se si vuol essere sportivi. Ce l'hanno fatta non a diventare normali, no: a far prevalere il loro brand in un epoca con scarsi punti di riferimento e farne così il loro habitat.
Sono molto più pericolosi dei cattivi, che pure non scherzano in questa fase, perché a differenza dei cattivi sono imprevedibili.
Sono l'esempio da seguire, quelli che ce l'hanno fatta e se ce l'hanno fatta loro voglio farcela anch'io che penso di essere abbastanza idiota dopotutto (o forse no? ahimè che sciagura non esserlo), altro che fare il pompiere.
Hanno ragione loro, sono in maggioranza, e comandano: lode a chi ce l'ha fatta a peggiorare la società invece che a migliorare se stesso.
I nostri figli rischiano fortemente di emularne le gesta; l'educazione familiare, quella scolastica e quella diffusa tramite i media sono fatte apposta per formarne nuove leve.
Il mondo non perirà, ha un futuro. Idiota, ma ce l'ha. Chissà, forse val la pena provare, al limite rovineremo ridendo dell'idiozia che ci circonda, sempre meglio che rovinare colmi di tristezza.

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it) Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.


Nessun commento: