Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola,lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione (art.21)

* HOME * CHI SONO * REGOLAMENTO * COSA HO APPENA [RI]LETTO * COSA HO APPENA [RI]VISTO, [RI]ASCOLTATO *
MI PIACE * FB 1 * FB 2 * SCRIVIMI * CONDIVIDO * DEFINIZIONI * SCRIVIMI * FONTI *


.

sabato 8 aprile 2017

Social persecuzioni

E' noto che Facebook, il social network senza il quale avremmo una vita, cerca di farci conoscere nuove persone (virtualmente) e a questo scopo ci propone di continuo persone alle quali potremmo chiedere l'amicizia: in genere sono gli amici di amici, o persone della zona, etc.
Ma fa anche un'altra cosa, piuttosto fastidiosa.
Mettiamo che tu stia cercando una che vorresti contattare e di cui ti ricordi nome e magari cognome ma poco altro.
Provi con quella Lara Rollo (nome di fantasia), il nome pare quello, la foto chissà dato che ha messo quella del figlio.
Entri, spulci, non è lei. Becchi pure una foto, ti sta oltremodo sulle scatole, per quel che scrive, per quel sorriso da ebete. Esci e continui a cercare.
Non finisce qua, mio caro. Facebook te la proporrà per decenni, lì in alto, nella sezione "persone che potresti conoscere".
Ora, d'accordo che son tutti algoritmi, ma farne uno che se tu entri nel profilo di una e dopo 10 minuti esci e non ci rientri più per 72 anni capisca che non ne vuoi proprio sapere, no eh?

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it) Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.


Nessun commento: