Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola,lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione (art.21)

* HOME * CHI SONO * REGOLAMENTO * COSA HO APPENA [RI]LETTO * COSA HO APPENA [RI]VISTO, [RI]ASCOLTATO *
MI PIACE * FB 1 * FB 2 * SCRIVIMI * CONDIVIDO * DEFINIZIONI * FONTI *


.
Se trovi interessante quel che scrivo non sai cosa ti perdi su Twitter e Facebook.
Se non mi trovi interessante, lo accetto, ma hai un problema! :-)

domenica 22 aprile 2018

Alizée: colloquio genitori - insegnanti

In effetti quello di oggi è stato il primo colloquio ufficiale con gli insegnanti di mia figlia, perché per vari motivi fino ad ora vi erano stati magari anche numerosi contatti, ma sempre sporadici, sebbene continui, proficui e spesso propositivi, e comunque non ufficiali.

Qualche rilievo, certo, è emerso, su episodi peraltro noti e limitati nel numero e nella portata e soprattutto già metabolizzati e affrontati in opportune sedi e con confacenti modalità, ma globalmente mi è parso di ricavarne un giudizio più che positivo sulla piccola e, soprattutto, che poi è quello che più conta in questa fase, ne ho tratto la consapevolezza della rinnovata conferma di un reciproco clima positivo, propositivo, costruttivo, di collaborazione tra le parti in causa, vale a dire genitori di casa e genitori di scuola.

Un ambiente e un clima di questo tipo sono sicuramente il collante ideale che, miscelato con quello familiare, può dare buoni frutti nell'ottica della "costruzione" di una persona, perché poi alla fine l'educazione è questo: giorno dopo giorno, esperienza dopo esperienza, mattoncino dopo mattoncino cercare di fare di tuo figlio o di tua figlia una persona degna, che può guardare con fiducia al mondo, con la consapevolezza dei suoi limiti ma anche con la coscienza della sua non irrilevante dimensione, capace di muoversi esprimendo se stessa conformemente a un sistema di valori di cui andare fieri, e nel rispetto dei propri simili e del pianeta che ci ospita.

Certamente l'educazione non è un'equazione matematica, spesso capita che sforzi notevoli e appropriati non producano i risultati sperati, ma è indubbio che a fare le cose per bene non ci si pentirà mai; l'importante sarà certamente il risultato finale, ma anche la consapevolezza di avercela messa tutta, intendo da parte di tutti i soggetti coinvolti, genitori ed educatori esterni, per cercare di raggiungerlo.

Lo so, avrei semplicemente potuto scrivere: "Colloquio insegnanti - genitori per mia figlia: è andato tutto bene. Andiamo avanti" o avrei anche potuto non scrivere nulla. D'altro canto avrei potuto anche farci su un romanzo... questo mio resoconto mi sembra un giusto compromesso.
I social del resto hanno proprio questa funzione: quello di permettere a una persona di raccontare quello che succede nella sua vita, di descrivere la realtà, di esprimere la sua opinione sui fatti del mondo e di relazionarsi per quanto possibile con altri, attraverso i nuovi media.

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it) Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.


Nessun commento: