Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola,lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione (art.21)

* HOME * CHI SONO * REGOLAMENTO * COSA HO APPENA [RI]LETTO * COSA HO APPENA [RI]VISTO, [RI]ASCOLTATO *
MI PIACE * FB 1 * FB 2 * SCRIVIMI * CONDIVIDO * DEFINIZIONI * SCRIVIMI * FONTI *


.

domenica 24 maggio 2015

Samp e Genoa, un confronto da asilo


Conosco pochi genoani e, sebbene sia genovese doc, non vivendo piu' a Genova sento davvero poco la rivalita' cittadina. Sono poi davvero sui generis in questo: non baratterei mai un trofeo con una o piu' vittorie nei derby, a me interessa la Samp, esattamente da 42 anni: arrivare piu' su del Genoa mi piace, come puo' piacermi un buon gelato o un buon libro, ma davvero non e' mai stato un obiettivo e men che mai l'obiettivo stagionale! E se lo dice uno che ha vinto piu' derby ed e' arrivato infinite volte piu' in alto in classifica dei cugini, capirete bene che e' vero e non si tratta di volpi e uva. Ma le statistiche le metto a fondo articolo, ora ci sono ancora alcune cosette da dire.

Scrivo questo perche' quest'anno il Genoa, e' ormai certo, arrivera' piu' in alto della Samp in classifica (da 1 a 7 punti, probabilmente da 2 a 4, il distacco preciso lo si vedra' domenica prossima) e lo fara' meritatamente, nel senso che noi della Samp sicuramente avremmo meritato di piu', ma loro hanno meritato quel che hanno ottenuto, in virtu' di una brillante accelerazione finale. Di solito, nell'anno "tipo", noi ci piazziamo meglio in classifica; ma quando capita un anno tipo in cui il derby e' cosa loro, ecco spuntare il classico discorsetto "non conta la classifica ma il derby per stabilire chi fra noi e' il piu' forte". Il discorso, sebbene un po' illogico, mi potrebbe anche stare bene, visto che di derby ne ho vinti di piu'; ma quest'anno, dato che in classifica stanno meglio loro, ma il derby l'abbiamo vinto noi, ecco che il discorso, come per magia, non vale piu': adesso e' piu' forte in citta' non chi vince il derby ma chi fa piu' punti. Che volete, sono abituato a queste capriole verbali da quando seguo il calcio.

Al di la' di questi giochetti innocui e stupidotti qualche genoano in questi giorni ha gia' cominciato a stressicchiarmi le scatole, e dire che io mai, in 42 anni, e dico mai, ho preso in giro sul serio un "cugino": e ne avrei avuto milioni di motivi, visto come sono andate le cose negli ultimi 69 anni (da quando esiste la Samp-Doria): li abbiamo massacrati, tranne rare eccezioni. Pur tuttavia, qualche cretinetti che ha gia' dimenticato il derby e che non crede ai suoi occhi e che deve quindi rompere l'anima, c'e'. Io lascio fare, come detto arrivare prima del Genoa non e' un'obiettivo e mai lo sara', mi viene da sorridere al solo pensarlo: e' piacevole, ma farne un obiettivo sarebbe davvero provinciale, meschino, limitante, assurdo; poca cosa insomma. E poi in generale io gioco per, non contro. Affermo queste cose da quando seguo il calcio, chi mi conosce lo sa.
Allora, se proprio devo, sento molto di piu' la rivalita' col Milan, a causa delle opposte concezioni dello sport che ci caratterizzano, tanto che piu' volte mi e' capitato di pensare giocando col Milan: dai vinciamo, son disposto pure a non vincere il derby ma vinciamo! E comunque son sempre discorsi stupidotti, ma si faceva per dire che il mio approccio e': se il Genoa vince meglio per loro, se perde certo non sto male, tutt'altro (...), ma la cosa finisce li'. Sono per questa mia peculiarita' uno sportivo superiore a tanti altri? Non so, comunque per me e' sempre stato cosi' e cosi' sara' sempre.

Capisco pero' benissimo perche' molti (o tutti?) i genoani ci "odino" particolarmente, perche' guardino sempre a noi e parlino sempre di noi, perche' cerchino sempre in tutti i modi di fregarci, sportivamente parlando, e facciano sempre paralleli e paragoni, e cerchino sempre la competizione, mentre noi, eccezioni a parte (di cretinetti ne abbiamo qualcuno anche fra le nostre fila, eh), di rado guardiamo a queste cose: un po' perche' siamo diversi (noi meno umorali e piu' costanti, tanto per dirne una), e un po' perche' essendo stati, dalla nostra nascita ad oggi, nettamente superiori in fatto di risultati sportivi, non sentiamo il problema sulla pelle, mentre i cugini, dal 1946 in poi (anno della nostra nascita) non hanno combinato quasi niente e anzi hanno dovuto masticare amarissimo per decenni e decenni. In pratica le uniche soddisfazioni genoane degli ultimi 69 anni sono state: un quarto posto in campionato (l'anno che la Samp vinse lo scudetto pero'!), una vittoria in una partita di coppa Liverpool, qualche derby vinto (ma molti di piu' persi) e poi le nostre finali perse o i nostri insuccessi: siamo fieri di aver contribuito alla loro gioia quasi in via esclusiva negli ultimi novant'anni:-) In pratica, dal '46 loro scendono in piazza solo se noi perdiamo qualcosa; noi scendiamo in piazza anche se loro perdono qualcosa (ma per perdere qualcosa occorre arrivare a giocarselo, e di recente il Genoa non ce l'ha mai fatta), ma soprattutto se noi vinciamo qualcosa.

Altri discorsi triti e ritriti sono quelli che i genoani amano fare negli anni in cui per loro va male sia la classifica che i derby: voi doriani siete di periferia, della delegazione (Sampierdarena), noi di Genova citta', voi avete come tifosi per lo piu' i "foresti" (quelli venuti da fuori, quindi per lo piu' meridionali e immigrati), noi i genovesi doc; avete una maglia che pare quella di un ciclista; voi siete la squadra dei ricchi, noi degli operai; noi siamo la squadra italiana di calcio piu' antica, etc. Tutte frescacce, a farla breve, precisando poi che anche se fosse vero non vedo cosa ci sarebbe di male ad avere parecchi tifosi di altre regioni o paesi, soprattutto per noi blucerchiati che in Europa ci abbiamo bazzicato parecchio raccogliendo pure qualche alloro. Sul fatto della nascita, basti pensare che il Genoa nasce come Genoa Cricket and Athletic Club (altro che squadra di calcio, il calcio o football nemmeno compare nel nome) e viene fondata da inglesi (!); all'inizio nemmeno era permesso agli italiani di diventarne soci, divieto che resistette per quattro anni: parlare quindi di piu' antica societa' calcistica italiana e' curioso. Fra l'altro, per amor di precisione, la Unione Calcio Samp-Doria nacque dalla fusione di due societa' sportive genovesi e fondate da genovesi: l'Andrea Doria, nata nel 1895 e la cui sezione calcistica nacque nel 1900, e la Sampierdarenese, nata nel 1891 (due anni prima del Genoa...) e la cui sezione calcio venne aperta nel 1899. Dall'unione dei quattro colori di queste due societa' (bianco e blu per l'Andrea Doria, rosso e nero per la Sampierdarenese) nacque la bellissima e unica maglia blucerchiata che tutti conosciamo. Sulle altre osservazioni invece non mi dilungo oltre, tanto sono pretestuose e inconsistenti, tipiche di chi ha vinto meno e non avendo altri argomenti ci soffre.

Qual e' il criterio piu' giusto per decretare se e' piu' forte la Sampdoria o il Genoa? (ammesso che abbia senso decretarlo, mi sembra di stare all'asilo)
Il numero di derby vinti? Il numero di annate in cui una squadra si e' piazzata meglio dell'altra? Il numero di trofei vinti? Oppure la risposta varia di anno in anno a seconda di chi in quell'anno vince il derby o si piazza meglio in classifica generale? E se la Samp si piazza meglio ma perde il derby? E se si piazza peggio, perde il derby ma vince una Coppa? E se si piazza peggio ma vince il derby? E se vince 456 coppe in un anno e il Genoa nessuna ma perde i due derby? E poi: il confronto va fatto in assoluto, cioe' dal 1893, anno di nascita del Cricket Club, o da quando esistono entrambe le squadre, cioe' dal 1946? (difficile dire io sono piu' forte di te se tu ancora non sei nato). La questione, ammesso che abbia un senso, temo non possa avere una risposta univoca.
Tanto vale non dare questa risposta e citare un po' di numeri, che come sempre faranno chiarezza.

Da quando esistono entrambe le societa' sportive (agosto 1946), cioe' da 69 anni:

** la Sampdoria ha militato 58 anni in serie A, il Genoa solo 35.
Il Genoa ha militato 32 anni in serie B e 2 anni in C, la Samp 11 volte in B e mai in serie inferiori,

** in 69 anni il Genoa e la Samp hanno militato nello stesso campionato 40 volte (32 in A e 8 in B);
considerando gli anni in cui hanno militato nella stessa serie, il Genoa ha fatto meglio della Samp solo 8 volte (da quando sono nato solo 5, quindi capirete che per me quando accade e' un evento), mentre la Samp ha fatto meglio del Genoa 30 volte, le restanti 2 volte hanno fatto cose analoghe.
Se come e' logico allarghiamo il discorso anche agli anni in cui le due squadre militavano in serie diverse, la forbice diventa 56-11 per la Samp (e 2 pari), cioe' su 69 stagioni sono ben 56 le stagioni in cui la Samp ha fatto meglio del Genoa (81%), 11 quelle in cui ha fatto meglio il Genoa (meno del 15%). Personalizzando, da quando sono nato ho visto il Genoa davanti a me solo 8 volte su 42, e solo 5 volte militando nella stessa serie; non ci sono molto abituato...

** su 92 derby ufficiali la Sampdoria ne ha vinto 34, il Genoa 23; mettendoci dentro anche le amichevoli il totale diventa 110, lo score e' Samp-Genoa 38-28;

** la Sampdoria ha vinto 7 trofei maggiori (tra cui uno scudetto) il Genoa 0; la Samp ha inoltre disputato varie finali di coppa italiane ed europee, oltre a quelle vinte;

** la Sampdoria ha partecipato 14 volte alle coppe europee, il Genoa 2

** il Genoa ha ottenuto solo due piazzamenti di rilievo in campionato, un quarto e un quinto posto; la Sampdoria e' arrivata 1 volta prima, 1 volta terza, 4 volte quarta, 6 volte quinta, 6 volte sesta.

Abbiamo tralasciato i trofei minori e le vittorie nei campionati inferiori.

Come si vede, da quando esiste la Sampdoria, fra Genoa e Sampdoria non c'e' proprio storia.


Allargando il discorso agli anni pre-1946, quando esisteva solo il Genoa (e altre squadre come Andrea Doria, Sampierdarenese, Liguria), abbiamo i 9 scudetti e la Coppa Italia vinti dal Genoa, quindi a trofei maggiori saremmo 10-7 per il Genoa (ed e' il primo parametro tra quelli esaminati sinora che sorride ai rossoblu, data di nascia a parte:-), dico "saremmo" perche' se e' indubbio che i genoani affermano di continuo "voi avete vinto uno scudetto ma noi 9", e' anche vero che alcune precisazioni vanno fatte.

Non mi riferisco tanto al fatto che da 91 anni il Genoa non vince uno scudetto e da 78 non vince nessun trofeo di rilievo, mentre la Samp ha vinto un trofeo 21 anni fa e ne ha vinti comunque ben 7 in 10 anni non piu' tardi di 30 anni fa, ne' mi riferisco al fatto che non si trovano quasi piu' genoani che possano raccontare di aver visto dal vivo la loro squadra vincere qualcosa ne' al fatto che nessuno di loro ha visto la propria squadra alzare una coppa in tv.
Mi riferisco alla natura di questi 9 scudetti. Entro nel merito.


Sebbene nessuno si sogni di contestare i 9 scudetti (9 sono e 9 restano), e' bene ricordare che:

-al campionato 1898 vinto dal Genoa parteciparono 4 squadre (oggi 20) e il campionato e' durato UN GIORNO (oggi 9 mesi) per un totale di DUE PARTITE (oggi 38) giocate una la mattina e una al pomeriggio. Mi volete forse far credere che sia piu' difficile vincere questo scudetto di quello che la Sampdoria vinse nel 1991?
-al campionato 1899 vinto dal Genoa non si sa nemmeno se parteciparono 2 o 4 squadre; il Genoa lo vinse giocando una sola partita, forse due, ma allo stato attuale risulta una sola partita ufficiale
-al campionato 1900 vinto dal Genoa bastarono due partite al Genoa per trionfare, sebbene della prima si sappia poco o nulla e addirittura c'e' chi sostiene che fosse un'amichevole; lo scudetto si assegno' in 15 giorni
-al campionato 1902 vinto dal Genoa, il Genoa gioca 4 partite e si appunta il suo quarto scudetto; particolare curioso la finale col Milan, vinta 2-0, giocata a Genova anziche' a Milano grazie a un accordo con il club milanese, che per un rimborso spese di 15 lire a giocatore accetta di giocare fuori casa benché come campione in carica avesse il diritto di giocare tra le mura amiche...
-campionato 1903 vinto dal Genoa: basta un match per vincere il titolo
-campionato 1904 vinto dal Genoa: basta un match per vincere il titolo
-campionato 1915 vinto dal Genoa: qui le cose cambiano, partecipano 12 squadre; il titolo viene assegnato nel 1921 dopo la guerra alla squadra che al momento dell'interruzione del 1915 era in testa, cioe' il Genoa
-campionato 1923 vinto dal Genoa dopo 28 partite
-campionato 1924 vinto dal Genoa dopo 26 partite

Tutto questo per dire cosa? Che i primi SEI scudetti sono stati vinti dal Genoa giocando in tutto UNDICI partite. La Sampdoria, nel 1991, per vincere UNO scudetto, ne ha dovuto giocare il triplo.
Sarebbe bene ricordare anche questo, quando si ricordano i 9 scudetti.
Gli ultimi tre scudetti, invece, e soprattutto gli ultimi due, assomigliano molto di piu' a quelli attuali.

Si potra' obiettare: anche oggi la Juve vince la Coppa Italia giocando in tutto QUATTRO partite (es: quest'anno, 2014/2015), mentre la Samp, per esempio nel 1985, per portare a casa la Coppa ha dovuto confrontarsi in TREDICI partite!
E' vero, difatti noi sappiamo bene che un conto e' vincere una coppa in 4 match un'altra vincerla in 13.
Certo e' che vincere 6 scudetti giocandone in tutto due di meno di quanto sono servite alla Samp per vincere una sola coppa Italia, eh beh...

La conclusione e' questa: il Genoa ha vinto 10 trofei maggiori, la Samp 7. Anche perche' se fra trent'anni fanno tornei che durano tre anni non per questo toglieremo valore agli scudetti vinti quando il torneo durava un anno. Ma di questi 10 e' bene ricordare che almeno sei piu' che campionati sono stati partite o semifinali e finali. Nessuno toglie ad essi valore, ma e' bene dire come stanno le cose: non mi pare la stessa cosa trionfare su 18 squadre affrontadole 2 volte ciascuna in 9 mesi oppure trionfare su una squadra in partita secca o su due squadre affrontate in pochi giorni.
A essere ragionevoli potremmo dire che il Genoa ha vinto 3 scudetti, massimo 4, se li equipariamo a quelli dell'era moderna.



Esaurita la parentesi storica, possiamo quindi dire che se un sampdoriano afferma che, da quando esiste la Samp, e quindi da quando e' possibile (anche se non molto intelligente) fare un confronto, non c'e' storia, forse ha ragione, che ne dite? Siamo andati meglio dei cugini 56 stagioni su 69; abbiamo vinto 7 trofei a zero e girato in lungo e in largo per l'Europa dando lustro alla citta' fuori dai confini; vinto 34 derby contro 23; frequentato per anni e anni i vertici italiani ed europei.

Questo pezzo era pronto dal derby di andata, 1-0 per noi. Avrei voluto pubblicarlo allora, scocciato anche dal fatto che antisportivamente i genoani avessero continuato per mesi a sostenere che la Samp avesse vinto grazie a un gol irregolare quando invece immagini televisive, esperti di terze parti e regolamento avevano dimostrato senza alcun dubbio che trattavasi di gol regolarissimo: ci hanno rottto l'anima per settimane, dimostrando di non conoscere il regolarmento o di far finta di non conoscerlo pur di gettar fango su una vittoria altrui. Di questa nefandezza si sono macchiati tifosi ma anche giocatori, allenatore, dirigenti. Lo pubblico ora, a stagione ormai alla fine, perche' aspettare non ha piu' senso ormai.

Mi si potrebbe chiedere: non tieni al confronto col Genoa, e poi scrivi un pezzo lunghissimo ricco di dati. Risponderei: lo faccio appunto perche' nonostante non ci sia storia e nonostante io non aizzi mai nessuno, qualche cretinetti di memoria corta che vive solo per superarci (e quindi, statisticamente, attribuendogli una vita di 85 anni, godra' solo 13 volte in una vita) lo trovo sempre e allora, se non ci riesce la logica e la parola, spero che almeno la matematica chiuda il discorso.


autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it) Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.


Nessun commento: