Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola,lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione (art.21)

* HOME * CHI SONO * REGOLAMENTO * COSA HO APPENA [RI]LETTO * COSA HO APPENA [RI]VISTO, [RI]ASCOLTATO *
MI PIACE * FB 1 * FB 2 * SCRIVIMI * CONDIVIDO * DEFINIZIONI * SCRIVIMI * FONTI *


.

domenica 31 maggio 2015

regionali 2015: astensione, scelta sbagliata


Regionali 2015: astenersi per me non ha senso. Non e' piu' protesta, se lo aspettano questi farabutti che nessuno ha eletto, sanno gia' che non andra' a votare il 35-45%. E anche fosse il 60-70% nulla cambierebbe nell'intimo di queste persone la cui coscienza civile e' ormai decomposta. Quindi se ti astieni per pigrizia, non posso che avere una brutta opinione di te. Se ti astieni per protesta, condivido perche' e' tutto uno schifo, ma sbagli metodo, e anche andare al seggio e rifiutare la scheda, per quanto simbolicamente bello, non avrebbe effetto, cosi' come scrivere cosacce con la matita copiativa o imbucarla nell'urna bianca. Se vuoi protestare devi votare, con un piccolo sforzo, per quelli che sono meno impresentabili. Si', i meno peggio. O i migliori fra i peggiori, vedi tu. Ce ne sono, di persone non indagate/rinviate/condannate, basta scegliere. Se ti astieni, le cose non cambiano (a qualcuno in verita' potrebbe pure piacere che non cambino, e parlo di quelli che apprezzano l'azione di governo e di quelli che da un punto di vista socio-economico se la passano benone). Tanto per dire: se votano solo in 3 in tutta la regione e X prende 2 voti, X governera', non si porra' il problema di rappresentare 2 soli italiani su 4 milioni. Se invece X prende il 5% e persone nuove, non compromesse, prendono il 50%, le cose cambiano. Cambierebbero poco comunque, dite voi, oramai disillusi? Posso essere d'accordo, chi indagato non e' puo' sempre diventarlo, chi e' pulito puo' sempre insozzarsi, ma intanto e' meglio cambiar poco che insistere col marcio, e poi io voto per uno pulito e non per uno che gia' oggi e' peggio di una fogna, e poi per cambiare le cose, che io sappia, o fai la rivoluzione o voti in maniera diversa: non esistono altri metodi, e l'astensione non e' uno di questi in nessun caso. Potrebbe esserlo solo se a votare non ci andasse nemmeno una persona, ma qualcuno ci andra' sempre, quindi lo strumento e' inefficace.

Quanto al voto in corso, non entro nello specifico, farlo oggi non sarebbe corretto. Dico solo che stasera chi si aspetta di vincere cantera' a squarciagola a rai unificate se vincera' largo, cantera' a squarciagola a rai unificate se vincera' di misura, dira' "il voto non e' un test su di me" se le buschera' un pochettino: deja vu.

Se non vi piace come sta andando, rovesciate le cose: col voto.

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it) Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.


Nessun commento: