Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola,lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione (art.21)

* HOME * CHI SONO * REGOLAMENTO * COSA HO APPENA [RI]LETTO * COSA HO APPENA [RI]VISTO, [RI]ASCOLTATO *
MI PIACE * FB 1 * FB 2 * SCRIVIMI * CONDIVIDO * DEFINIZIONI * FONTI *


.
Se trovi interessante quel che scrivo non sai cosa ti perdi su Twitter e Facebook.
Se non mi trovi interessante, lo accetto, ma hai un problema! :-)

mercoledì 16 maggio 2018

Ma quale record, Allegri?

Allegri afferma che la Juve ha vinto la coppa Italia senza subire gol.
Mi sta bene. Complimenti. Non è facile.
Parla poi di record e fa paragoni con gli anni passati.
E qui non mi sta bene.
Negli ultimi anni la Coppa Italia è cambiata parecchio (in un modo che io ritengo stupido, ma questo adesso non è rilevante).
Allora non puoi fare paragoni fra le diverse edizioni.
La Juve per portarsi a casa la coppa ha affrontato 4 (quattro) squadre. Ha giocato 5 (cinque) partite. No, dico, stiamo scherzando?
Un esempio a caso fra mille, uno che conosco meglio. Nel 1985 la Sampdoria ha vinto la sua prima Coppa Italia. Per farlo ha affrontato 9 squadre (non 4) e ha giocato 13 partite (non 5), e non perchè si era piazzata male in serie A l'anno prima, ma perchè la Coppa aveva ancora una griglia decente, una struttura con un qualche senso, non un tabellone ad uso delle tv e dei club grandi (cosa diversa dai grandi club). Alcune di queste 13 partite sono state giocate in estate a preparazione ancora approssimativa e quindi in una fase dell stagione in cui le differenze tra le squadre forti e quelle meno forti sono minori. Una volta era cosi', prima che snaturassero questa coppa in modo orrido. Adesso chi arriva nei primi otto posti della serie A l'anno prima (è successo pure a noi, ma io resto ovviamente contrario anche quando beneficio di questa formuletta) incontra 4 squadre e si porta a casa il titolo se è bravo, il secondo titolo più importante d'Italia.

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it) Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.


Nessun commento: