Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola,lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione (art.21)

* HOME * CHI SONO * REGOLAMENTO * COSA HO APPENA [RI]LETTO * COSA HO APPENA [RI]VISTO, [RI]ASCOLTATO *
MI PIACE * FB 1 * FB 2 * SCRIVIMI * CONDIVIDO * DEFINIZIONI * SCRIVIMI * FONTI *


.

domenica 1 aprile 2012

Predicano le loro idee con i nostri soldi

Nelle scuole pubbliche italiane viene insegnata la religione cattolica da più di 26.000 insegnanti nominati o comunque segnalati dalla curia diocesana, che ha anche il potere di revocare l'incarico. Questi insegnanti non sono scelti dallo Stato Italiano ma sono pagati dallo Stato italiano (800 milioni di euro nel 2008) per insegnare nelle scuole dello Stato italiano i principi di una religione che non ha nulla a che fare con lo Stato italiano che è laico. Inoltre vengono scelti in un modo che discrimina i lavoratori in base alla fede (la nomina da parte dell'autorità religiosa favorisce gli insegnanti di fede cattolica). Infine, in un periodo di tagli spaventosi a scuola e corpo docente, il loro numero è persino in aumento.
Perchè io, che sono musulmano, valdese, laico o ateo devo pagare perchè vengano insegnati nella scuola pubblica principi in cui non credo e, comunque, principi di una delle tante religioni? La presenza della Chiesa Cattolica in Italia è invadente in una misura inaccettabile, i Patti Lateranensi un pastrocchio da cancellare, il Papa una palla al piede dello sviluppo culturale e sociale di questo disastrato paese.
Questi predicano la povertà e l'immortalità dell'anima, si riempono la bocca di Gesù Cristi e di Vangeli, disprezzano a parole i beni materiali, demonizzano il sesso, discriminano donne, ebrei e omosessuali, ma hanno centinaia di migliaia di morti sulla coscienza, proteggono i preti pedofili, trafficano coi miliardi e vivono nell'oro.
Hanno idee di mille anni fa, spacciano per parola di Gesù bieche invenzioni di ometti.
Se vogliono predicare il verbo, lo facciano a loro spese; se non riescono ad autofinanziarsi perchè hanno pochi fedeli, chiudano baracca. Semplice, no?
Finchè avremo un popolo bue e un branco di politici che tremano al primo stormir di tonaca, non ne usciremo.

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it)

Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.


Nessun commento: