Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola,lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione (art.21)

* HOME * CHI SONO * REGOLAMENTO * COSA HO APPENA [RI]LETTO * COSA HO APPENA [RI]VISTO, [RI]ASCOLTATO *
MI PIACE * FB 1 * FB 2 * SCRIVIMI * CONDIVIDO * DEFINIZIONI * SCRIVIMI * FONTI *


.

mercoledì 25 aprile 2012

Una festa bellissima

Il 25 aprile è una delle feste più belle, infatti il governo dei buffoni e dei pregiudicati pochi mesi fa aveva pensato di
eliminarla. Ricorda e festeggia la fine dell'occupazione nazifascista dell'Italia, la fine di venti anni di dittatura e di cinque di guerra, una dittatura schifosa e..., bè, la parola guerra basta e avanza. Celebra il calcio in culo con cui ci siamo infine liberati dei luridi maiali che avevano via via soppresso le libertà fondamentali, che avevano ammorbato l'aria con i loro vergognosi ideali, che ci avevavo infilato nel vortice di un'allenza suicida e insensata con il mostro coi baffetti, che hanno mandato a morire migliaia di ebrei e antifascisti, che hanno sporcato per decenni, coi loro stivali imbrattati di fango, questo nostro bellissimo Stivale. Quindi ogni anno è bello festeggiare. Purtroppo non abbiamo fatto piazza pulita, molti l'hanno scampata, altri si sono riciclati, moltissimi sono nati dopo e hanno oggi la testa inzuppata di certe nostalgiche minchiate: è la vita. Pochi mesi fa ci siamo liberati di nuovo di un cappio, certo diverso, ma molto opprimente. Tuttavia la strada da fare è ancora lunghissima. E, ribadiamolo, rispetto e pietà per tutti i morti, ma i morti non sono tutti uguali: chi lottava per la libertà non era uguale a chi lottava al fianco di Hitler.

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it)
Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.


Nessun commento: