Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola,lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione (art.21)

* HOME * CHI SONO * REGOLAMENTO * COSA HO APPENA [RI]LETTO * COSA HO APPENA [RI]VISTO, [RI]ASCOLTATO *
MI PIACE * FB 1 * FB 2 * SCRIVIMI * CONDIVIDO * DEFINIZIONI * SCRIVIMI * FONTI *


.

domenica 21 giugno 2015

Ottenebrati


Familiday, e poi vanno in piazza separati, (pluri)divorziati, bigami, misogini, genitori violenti, cornuti, adulteri, padri assenti e mamme incapaci, mariti che vanno sui viali la notte a cercare sesso diverso, mogli che fanno l'occhiolino all'idraulico, playboy e tro*e, preti fatti e preti mancati... e vanno in piazza per negare ad altri diritti che loro hanno, e che hanno non per merito, ma solo perche' sono nati etero e non omo e vivono in una societa' barbara che loro stessi hanno contribuito ad edificare: davvero una cosa squallida. Naturalmente non voglio generalizzare, in piazza vanno anche molti altri, oltre a questi: moltissimi sono padri e madri presenti, fedeli, moralmente ineccepibili; insomma, moltissimi sono semplicemente omofobi, semplicemente ottenebrati.

Se un bimbo di due padri o di due madri ha problemi, crescendo, e' solo e unicamente perche' vive in una societa' omofoba che lo discrimina, lo ghettizza, lo maltratta. I problemi dei bimbi con due padri o due madri siete voi, siete solo voi.

Questi rimasugli di medioevo dell'anima, quest'accozzaglia di gente che e' stata educata in modo barbaro e il cui cervello e' ben racchiuso in gabbie soffocanti, questi liberi pensatori il cui cuore marcisce nell'odio e nella paura dell'altro, anziche' abbeverarsi alla fonte dell'amore e della tolleranza di ogni bellissima diversita', queste manifestazioni "contro" e non "per", queste schiere di bigotti che pretendono di imporre alla vita di tutti i loro principi del cacchio, spesso mutuati da religioni ridicole, immondi ricettacoli di dogmi decisi da uomini miseri e spacciati per comandi divini, tutto questo e' destinato a scomparire, se il mondo avra' un futuro, perche' un futuro con queste indegne manifestazioni di pensiero non e' nemmeno pensabile, sarebbe un ritorno al passato piu' buio: la civilta' avanzera', qui magari piu' lentamente che altrove, ma avanzera' e li spazzera' via, o spazzera' via le loro idee di mer*a. Due secoli fa la schiavitu' era un fatto pacifico; sessant'anni fa le donne non avevano diritto di voto e la Chiesa si chiedeva ancora se le donne avessero un'anima; pochi secoli fa si bruciavano le streghe e chi sosteneva idee contrarie a quelle ufficiali della Chiesa.

Naturalmente tutti hanno diritto di manifestare, e io di dire quel che ne penso.

Non meritate la felicita', rabbrividisco al pensiero di come educherete i vostri figli, siete poveri d'anima, la luce del sole non arriva sino al vostro cuore, si ferma prima, muore nelle ombre che abitano dense dentro di voi, quelle stesse ombre che offuscano il vostro sguardo di genitori amorevoli e persone indegne, quelle stesse ombre che non vi permettono di capire che la vostra pretesa difesa della famiglia tradizionale e' solo intolleranza, omofobia, violenza bella e buona, incitamento all'odio, razzismo, ghettizzazione, paura della vita. Queste idee sono solo pus di dogmi inumani.

Vinceremo, perche' tutti hanno il diritto di vivere felici e di crescere figli felici.
Vinceremo. Solo: dobbiamo lottare, lottare, lottare.
Baciatevi in pubblico, tenetevi mano nella mano, fatelo tutti, fatelo sempre: se accenderete tutte le luci, quelle che avete nel cuore, spazzerete via tutte le ombre in un attimo.
Io sono da sempre e saro' sempre dalla parte di chi non sarebbe mai sceso in piazza ieri.


autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it) Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.


Nessun commento: