Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola,lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione (art.21)

* HOME * CHI SONO * REGOLAMENTO * COSA HO APPENA [RI]LETTO * COSA HO APPENA [RI]VISTO, [RI]ASCOLTATO *
MI PIACE * FB 1 * FB 2 * SCRIVIMI * CONDIVIDO * DEFINIZIONI * SCRIVIMI * FONTI *


.

martedì 5 gennaio 2016

Storie di tutti gli anni


Tutti gli anni, anzi due volte l'anno, la stessa trita e ritrita e consumatissima e noiosa storia: "è un obiettivo stagionale!"
Pazienza, ci vuole tanta pazienza. Ma quanta ce ne vuole però, eh?

Se son dietro, tacciono, ma senti in lontananza, sottile sottile, quasi impercettibile eppur presente, quasi di fondo, il rumore della fatica che fanno a tacere e a non ricordare quei 9 di cui almeno 5 vinti in quattr'ore o, se sono a corto di cose da dire, a ironizzare stancamente ed inutilmente su una maglia che da sole vale lo spettacolo, ché sarebbe come criticare l'arcobaleno, porcoggiuda; se si avvicinano, rumoreggiano, se per caso son davanti non quieti dal frastuono, se vincono il derby è come il Mundial, se lo perdono sono stati derubati, e tri-tri e tra-tra e cu-cu e bu-bu e la-lla' e la-llì ecco qui il solito barnum, siore e siori!

Ma lo sarà per te che lo hai detto, un obiettivo stagionale (senti che enfasi), porca di quella paletta, e che sempre lo dici, e che se lo vinci ci costruisci un'annata intera (sai che fondamenta) e se lo perdi ti lamenti un'anno intero per presunti e inventati torti (cfr. gol del Gabbia, please, che palle che sei, impara ad essere sportivo, se dovessi tirar fuori io le ingiustizie sesquipedali subite in queste partite del tutto particolari ci vorrebbero settimane, penso solo al Matuzalem, al Nappi etc), lo sarà anche per qualcun altro questo obiettivo s-t-a-g-i-o-n-a-l-e (tutti o quasi tutti dei loro e qualcuno un po' così dei nostri), il giorno che lo sarà per me vorrà dire o che sto sragionando di brutto-brutto-brutto o che, essendo magari a fine stagione ed essendo dio-non-voglia sfumati tutti i possibili obiettivi, resta quello e allora sia!!!!!; ma solo in quel particolarissimo caso e poi francamente mi pare la classica situazione da non augurarsi, eh!

Sono sempre tre punti, anche se ammetto che psicologicamente pesano di più, ma una grande squadra (per grande non parlo del fatturato o della posizione in classifica o della sala dei trofei, parlo della mentalità) deve saper prescindere da questi fattori, il più possibile, non dico del tutto (siamo uomini perdinci), ma il più possibile. Poi, chiaro, è meglio vincerlo che perderlo, ca va sans dire, ocorboia! Ma più di questo no, proprio no, decisamente no, assolutissimamente no, non-se-ne-parla-proprio-per-niente-no, sarebbe davvero miserevole ed angusto pensarlo come un obiettivo stagionale, gli obiettivi sono altri (bel gioco, spettacolo, fairplay, divertimento, e poi certamente piazzamenti, qualificazioni, coppe, scudetti, tanto per dire non singole vittorie all'anfield perse nel buio assoluto di un niente prima e di un niente dopo ma dieci anni di gloria come minimo e un nome da difendere oltre Alpi), sarebbe, ripeto, troppo angusto, noi vogliamo spazi aperti e cieli immensi, il cielo è sempre più blu #cerchiato e noi adesso abbiamo pure un aeroplanino per volarci, anche se a dire il vero la fantasia e la gioia mai ci sono mancate, eh già... #derby

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it) Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.


Nessun commento: