Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola,lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione (art.21)

* HOME * CHI SONO * REGOLAMENTO * COSA HO APPENA [RI]LETTO * COSA HO APPENA [RI]VISTO, [RI]ASCOLTATO *
MI PIACE * FB 1 * FB 2 * SCRIVIMI * CONDIVIDO * DEFINIZIONI * SCRIVIMI * FONTI *


.

sabato 10 settembre 2016

Allenatori sulla giusta riva del Bisagno

Zenga era ed è sampdorianissimo (oltre che interista e bandiera Inter), uno di noi. Lo ha scelto Ferrero, lo ha segato Ferrero. Ha fatto bene? Non benissimo, ma si era all'inizio. Ha fatto male? Non si può dire, si era all'inizio, come ho detto. Abbiamo di lui ricordi incredibilmente ottimi come calciatore, buoni come allenatore, a parte il primo passo, ma capita.
Mihajlovic mi piace per come gestisce l'aspetto caratteriale del gruppo. Ma sapevo che aspira sempre quindi fermo non sta, da questo punto di vista inaffidabile, lo capimmo già quando giocava per i nostri colori. Che poi aspirare sempre lo porti più in alto, è da vedere.
Montella è una brava persona e un bravo allenatore, è Samp in pieno. La sua filosofia di gioco mal si sposa ad entrare in corsa, a stagione avviata. Poi non so, il Milan lo ha chiamato e lui è andato, ok, a Ferrere andava bene così.
Giampaolo, che come Del Neri, Zeman e qualcun altro apprezzo da tempo, è l'uomo su cui puntare almeno 4-5 anni. Ce la farà Ferrero? Dal punto di vista umano Giampaolo è Samp. Anche la faccia è tremendamente Samp. Senza un progetto medio lungo non ha senso. Giampaolo sa, insegna, ha idee chiare, ha valori importanti e tutti da sempre ben accetti in casa nostra.


Nessun commento: