Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola,lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione (art.21)

* HOME * CHI SONO * REGOLAMENTO * COSA HO APPENA [RI]LETTO * COSA HO APPENA [RI]VISTO, [RI]ASCOLTATO *
MI PIACE * FB 1 * FB 2 * SCRIVIMI * CONDIVIDO * DEFINIZIONI * SCRIVIMI * FONTI *


.

domenica 21 maggio 2017

Con un deca

Mi reco (notate che dico "mi reco" e non vado... uno scrittore o il personaggio inventato da uno scrittore si reca, uno qualunque va) in una nota località turistico-balneare non lontana da qui e celebre in tutta Europa. Non ci andavo da due annetti almeno:
1) una libreria e un'edicola-libreria polverizzati. Li ho cercati, non li ho trovati. Ho guardato bene, anche dietro ai cassonetti, ma niente. Al loro posto, iconici negozi di cosmetici, biancheria intima etc. D'altra parte è risaputo che si può benissimo circolare senza aver letto mai due righe di Cechov, ma non senza canotta e mutande, sarebbe socialmente sconveniente:
2) solita atmosfera che mi fa venire le bolle, semplicemente passeggiando pacatamente, tranquillamente (no, non c'era Veltroni) lungo le vie pedonali del centro, a pochi passi dal mare. E l'atmosfera la fanno le persone che vedi, che incontri, che percepisci, che intuisci: mamma mia. Come sono vestite, come parlano, come ti guardano, come camminano finanche: tutto fa venire le bolle. D'altra parte è l'effetto che mi ha sempre fatto. Senza persone, il posto sarebbe pure carino, magari un po' deserto, questo sì;
3) cappuccino al banco 1,40 anziché 1,30 come nei merdosi centri cittadini non turistici, ma d'altra parte è la regola del business, e va pure bene, a sederti a un tavolino e far colazione brioscia e caffè potrebbe non bastare un deca; per fortuna il barista col quale scambio due chiacchiere è un tipo giusto (sarà di fuori);
4) parcheggi blu ovunque con tariffe scalda-orecchie e fasce orarie appositamente studiate per ammazzare i turisti sciccosi, tipo fino a mezzanotte e oltre, ma a me le gambe girano ancora e non devo far colpo sull'ereditiera che tirata a lucido si struscia sul corso prima di pranzo;
5) cielo bellissimo, temperatura fresca e ottimale, paesaggio incantevole: non ve li meritate.

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it) Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.


Nessun commento: