Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola,lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione (art.21)

* HOME * CHI SONO * REGOLAMENTO * COSA HO APPENA [RI]LETTO * COSA HO APPENA [RI]VISTO, [RI]ASCOLTATO *
MI PIACE * FB 1 * FB 2 * SCRIVIMI * CONDIVIDO * DEFINIZIONI * SCRIVIMI * FONTI *


.

giovedì 11 maggio 2017

Non avete le idee chiare e non sapete discutere

E' interessante il modo in cui oggi sui social si sviluppa spesso il confronto su temi politici. Esempio classico, io scrivo: "il politico Lenzi è un bugiardo, ci ha preso in giro troppe volte, per quanto mi riguarda questo lo rende inaffidabile da ora e per sempre. Inoltre la politica Foschi ha dimostrato in più occasioni la sua inadeguatezza, oltre ad aver mentito anch'ella. Dovrebbero dimettersi, e non è la prima volta che la decenza consiglierebbe un passo indietro, dato che la politica è un servizio, non un diritto."
Reazione tipica: "prove?"
Ma prove di cosa? Se scrivo che Hitler ne ha ucciso milioni, devo fornirti le prove? Non sono in grado. Ma il problema non è mio, è tuo: informati. Altri hanno raccolto le prove e le hanno messe a disposizione dell'umanità, se tu sei ottuso o in malafede o ti informi su libri e giornali venduti, cavoli tuoi. Non sono mica io a doverti fare da insegnante o da wikipedia.
Oppure, reazione meno diffusa ma anch'essa tipica: non ci sono le prove, quindi nulla, non sei un giudice.
Ma io non parlo in questo caso di comportamenti illegali. Parlo di comportamenti inopportuni, o immorali. Sono due piani diversi. Un politico può anche non dimettersi, se indagato, e può anche doversi dimettere da non indagato.Esempio del primo caso, se è indagato per abuso di ufficio su denuncia di un avversario... sarebbe troppo facile, lì si aspetta quanto meno il rinvio a giudizio. Esempio del secondo caso: il politico ha tenuto un comportamento immorale (partecipa al Family Day e poi se la fa con minorenni) o inopportuno (accetta regali da chi fa affari con la pubblica amministrazione o rende esplicito un conflitto di interessi o effettua nomine suggerite dal più bieco familismo e opportunismo) o scorretto (mente spudoratamente) : in questo caso non sarà probabilmente mai indagato, ma deve dimettersi, se ha un po' di dignità.
Incontro spesso interlocutori che si muovono su queste dinamiche e davvero sono scoraggiato da tanta pochezza.
Non parliamo poi di quelli che al secondo tweet passano ad etichettarti (siccome sei pro diritti civili per tutti sei gay; siccome sei critico nei confronti di questo schifo di Pd sei grillino, ecc.) o ad offenderti.



autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it) Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.


Nessun commento: