Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola,lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione (art.21)

* HOME * CHI SONO * REGOLAMENTO * COSA HO APPENA [RI]LETTO * COSA HO APPENA [RI]VISTO, [RI]ASCOLTATO *
MI PIACE * FB 1 * FB 2 * SCRIVIMI * CONDIVIDO * DEFINIZIONI * FONTI *


.
Se trovi interessante quel che scrivo non sai cosa ti perdi su Twitter e Facebook.
Se non mi trovi interessante, lo accetto, ma hai un problema! :-)

giovedì 24 settembre 2020

Cosa siamo



C’è un’ideologia che sarebbe bellissima. Un modo di concepire i rapporti umani e la nostra presenza sulla Terra davvero intrigante. Ma, come tutte le belle teorie, e questa è la più bella, tanto che essa vive anche in una confessione religiosa che va per la maggiore in Occidente, si scontra con la natura umana, che non è fatta per le belle teorie. 

L’uomo è un essere vivente capace di cose meravigliose. La sua intelligenza, superiore a quella di qualsiasi altra creatura conosciuta, e per giunta sfruttata solo in minima parte, è capace di risultati straordinari. E la sua intelligenza emotiva è capace di gesti epici, di azioni bellissime.
Ma l’uomo ha in sè anche un seme malato, quello della cattiveria, della violenza, dell’egoismo. Quell’egoismo che è indispensabile alla sopravvivenza ma che finisce per diventare un mors tua vita mea. L’uomo ha sete di sangue e vede solo se stesso, e questo spesso cancella e rende vani, o perlomeno strazianti, i gesti epici e meravigliosi di cui pure l’essere umano è capace ogni giorno.  L’uomo è capace di orrori indicibili, che tolgono senso al suo essere uomo. E la specie umana è nel complesso miope e stupida.

Siamo grandi, spesso sfioriamo il cielo, ma alla fine ricadiamo sempre a terra e lottiamo nel fango per prevalere sul nostro simile.
Non ci meritiamo niente, se non una fine ingloriosa. Siamo talenti sprecati.
Un ragguardevole esperimento dell’evoluzione, un grazioso ma disperato incidente della storia.


autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it) Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.


Nessun commento: