Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola,lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione (art.21)

* HOME * CHI SONO * REGOLAMENTO * COSA HO APPENA [RI]LETTO * COSA HO APPENA [RI]VISTO, [RI]ASCOLTATO *
MI PIACE * FB 1 * FB 2 * SCRIVIMI * CONDIVIDO * DEFINIZIONI * SCRIVIMI * FONTI *


.

sabato 5 dicembre 2009

Attendibile come Feltri

A volte leggere altri blog è utile, persino se sono zeppi di tendenziose falsità. A volte qualcuno riporta infatti chicche di verità che altrimenti ti sarebbero sfuggite, come Igor.

Dal fascicolo, sottolinea Feltri, «[Boffo, ex direttore di Avvenire] non risulta implicato in vicende omosessuali, tanto meno si parla di omosessuale attenzionato. Questa è la verità. Oggi Boffo sarebbe ancora al vertice di Avvenire». «Personalmente - spiega Feltri - non mi sarei occupato di Dino Boffo, giornalista prestigioso e apprezzato, se non mi fosse stata consegnata da un informatore attendibile, direi insospettabile, la fotocopia del casellario giudiziario che recava la condanna del direttore a una contravvenzione per molestie telefoniche. Insieme, un secondo documento (una nota) che riassumeva le motivazioni della condanna. La ricostruzione dei fatti descritti nella nota, oggi posso dire, non corrisponde al contenuto degli atti processuali»

Leggo questo sul Corriere di oggi. E ripenso a quando scrivevo che su Boffo Feltri aveva scritto un mare di calunnie e di balle al solo scopo di infangarlo.
Aveva cioè usato il manganello mediatico messogli a disposizione da Berlusconi, in spregio ai più elementari doveri del buon giornalista.
Ora lo stesso Feltri riconosce di aver pubblicato come nota allegata a un casellario giudiziario un documento anonimo senza alcun valore; conferma dunque di aver commesso un errore colossale, che avrebbe dovuto fargli sentire il dovere di dimettersi e di sparire: invece insistette per giorni a spargere merda sinchè Boffo decise di dimettersi. Voleva pareggiare il conto con le voci (queste basate su fatti però) di Berlusconi puttaniere.

Ricordo ora la discussione avuta su questo blog con Amilcare (e quelle avute su altri blog con patetici portatori di paraocchi mentali). Come vedete, avevate torto. Io avevo scritto cose che oggi non devo smentire, a differenza di Feltri. Spiace vantarsi, ma devo dire: ehi ragazzi, io l'avevo detto subito forte e chiaro:
http://mauroarcobaleno.blogspot.com/2009/08/breve-rassegna-stampa-sulla-patacca-di.html
http://mauroarcobaleno.blogspot.com/2009/08/il-manganello-di-vittorio-feltri.html

Questi si credono giornalisti. "Un informatore attendibile, direi insospettabile." Attendibile come Feltri.

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it)

Per tornare alla home page clicca qui.
Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail


2 commenti:

amilcare ha detto...

forse la discussione su boffi e feltri l'avrai fatta con qualcun altro io con te ho discusso di altro

mauroarcobaleno ha detto...

Premesso che il riferimento a te non era offensivo anche se poteva sembrarlo, la discussione l'abbiamo avuta eccome, a questo link:
http://mauroarcobaleno.blogspot.com/2009/08/breve-rassegna-stampa-sulla-patacca-di.html