Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola,lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione (art.21)

* HOME * CHI SONO * REGOLAMENTO * COSA HO APPENA [RI]LETTO * COSA HO APPENA [RI]VISTO, [RI]ASCOLTATO *
MI PIACE * FB 1 * FB 2 * SCRIVIMI * CONDIVIDO * DEFINIZIONI * SCRIVIMI * FONTI *


.

domenica 30 maggio 2010

Questa bella società

Un convinto applauso non tanto a quei cinque o sei animali imbecilli rifiuti della società che hanno alzato le mani (fino a quando non si sveglieranno, a Roma, non li prenderanno mai: otto episodi negli ultimi nove mesi, non mi pare che chi di dovere brilli per efficienza...) quanto a chi, in quel bar, si è rifiutato di prestare soccorso: bell'esempio di merda civile.

La Repubblica, 29 maggio 2010 - Omofobia, insultato e pestato a sangue "Sghignazzavano mentre mi colpivano"
Aggredito, insultato, picchiato fino allo svenimento, ha rischiato anche di perdere un occhio. Gli hanno urlato "frocio, frocio" e poi lo hanno colpito ripetutamente con calci e pugni all'addome e al volto fino a farlo cadere. Ancora un drammatico episodio di violenza e intolleranza a Roma, questa volta ai danni di un ragazzo omosessale di 22 anni. Non solo: al bar dove due amici lo hanno portato privi di conoscenza, hanno rifiutato perfino di dargli dei fazzoletti per tamponare il sangue. "Me lo hanno raccontato - ha detto la vittima - perché io non ero cosciente e perdevo sangue. Ricordo i miei aggressori che sghignazzavano mentre mi colpivano".

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it)

Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.


1 commento:

xpisp ha detto...

E' un fatto singolare, i casi di omofobia accaduti sono minori degli stupri provocati da extrafamiliari eppure quando si chiedevano leggi + severe e ronde antistupro si diceva che si stava esagerando per portare a casa voti, che si stava soffiando sul fuoco per indebolire l'avversario politico.
Oggi, nonostante il numero dei casi poco significativo, il fatto che se è coinvolto un omosessuale si tratta di omofobia anche quando le cause sono altre, siamo all'emergenza nazionale.
Io tremo un pò all'idea di varare leggi "particolari" per persone che ritengo uguali.
Dobbiamo credere che picchiare un etero è meno grave che picchiare un omosex?
Esistono le leggi, se sono inadatte lo sono sia per un omosex che per un etero, quindi gradire leggi per tutti e non particolari.
Chi le chiede forse dimentica che così non si fa altro che aumentare la sensazione che esistano persone differenti, con valori differenti, con attenzioni differenti.
Sulle merde... non fanno distinguo, vorrei ricordare ai vari casi di violenza dove i presenti si giravano dall'altra parte.
Vero è che in questo mondo, fare gesti eroici costa, se per difendere un povero cristo tiro un pugno all'aggressore o mentre lo strattono via questo subisce dei danni è garantito che io sarò denunciato, perseguito e dovrò anche rifondere gli eventuali danni... quindi perchè intromettersi?
Forse è qui che si dovrebbe cambiare la legge, estendere l'omissione di soccorso, e difendere chi cerca di evitare questi casini.