Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola,lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione (art.21)

* HOME * CHI SONO * REGOLAMENTO * COSA HO APPENA [RI]LETTO * COSA HO APPENA [RI]VISTO, [RI]ASCOLTATO *
MI PIACE * FB 1 * FB 2 * SCRIVIMI * CONDIVIDO * DEFINIZIONI * SCRIVIMI * FONTI *


.

domenica 25 giugno 2017

Soldi e tempo buttati via

Francamente non vedo come sia possibile spendere quattrini per acquistare moltissimi dei giornali in edicola: se il tuo scopo è informarti, beninteso. Cioè acquisire una ragionata, equilibrata e veritiera conoscenza di quel che accade nel mondo, senza finzioni, omissioni e balle, in modo da poterti formare una tua opinione e decidere di conseguenza.
Acquisti La Stampa, Repubblica, Il Giornale... in prima pagina Raggi, chiusura indagini, probabile processo (per due reati davvero poco rilevanti, e sappiamo che se condannata si dimetterà); qualche giorno dopo Sala, chiusura indagini (per un reato bello tosto, e se condannato non si dimetterà, non lo fa nessuno, tranne i 5s), nemmeno una riga!, oppure un trafiletto. E così mille altre volte... gli sms tagliati male di Di Maio, in modo da distorcerne del tutto il senso, ieri i giochetti con le intercettazioni della Raggi, l'incontro mai avvenuto con la Lega, la bufala sulla frase fascista di Di Maio, l'incredibile "caso" dei padri fascisti di Di Battista e Di Maio (se uno ha il babbo che intrallazza tutto ok, ma se è fascista ahiahi), otto colonne alla frase shock di Grillo e zero alla bugia di Renzi. E le intercettazioni non rilevanti, che se vengono pubblicate per es. dal Fatto e riguardano il babbo di Renzi, è uno scandalo, se vengono pubblicate da Repubblica e riguardano frasi sciocche di Marra su Raggi, è lecito. Davvero, i quotidiani e i tg fanno letteralmente vomitare da quanto sono di parte: da decenni, se entro in una stanza in cui la tv è accesa su un tg, dopo 60 secondi massimo il mio cervello ha una crisi di rigetto, o spengo o esco. Non parliamo solo di scelta delle notizie: questa la dico, questa no, il che è già una condotta gravissima, ma di vere e proprie balle.
Spendere per leggerli è masochismo, ascoltare i tg è perdita di tempo, anzi peggio: auto inquinamento della propria mente.
MI fate tenerezza quando vi vedo uscire dall'edicola con certi giornali sotto il braccio, praticamente tuttoi tranne due o forse tre. O quando vi vedo ascoltare i TG, praticamente tutti, tranne in parte uno, ma anche qui per modo di dire. Davvero.
La verità è che se un qualunque partito che non candida persone che hanno problemi con la giustizia e che ha un programma decente fosse giustamente rappresentato (nota: non avesse campo libero, come il PD in Rai, ma fosse giustamente rappresentato) anche da un solo canale Rai, quel partito facilmente prenderebbe il 60%, tale è la situazione in questo paese. Quando alla gente dici le cose, senza nasconderle, la gente si indigna, scende in piazza, e se sa le cose, se le sa tutte, vota di conseguenza, e chi ruba, mal governa e spara palle andrebbe a casa in un nanosecondo (o in galera). Ecco perché chi ha il potere come prima cosa si assicura di avere in mano i media: solo così può restare al potere pur facendone di ogni. In questo senso il nostro non è un paese democratico, proprio per niente.
autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it) Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.


Nessun commento: