Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola,lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione (art.21)

* HOME * CHI SONO * REGOLAMENTO * COSA HO APPENA [RI]LETTO * COSA HO APPENA [RI]VISTO, [RI]ASCOLTATO *
MI PIACE * FB 1 * FB 2 * SCRIVIMI * CONDIVIDO * DEFINIZIONI * FONTI *


.
Se trovi interessante quel che scrivo non sai cosa ti perdi su Twitter e Facebook.
Se non mi trovi interessante, lo accetto, ma hai un problema! :-)

sabato 21 settembre 2019

Il sorrisetto del Vespa

Ne ho sentito parlar male da persone di cui mi fido, come la Lucarelli o il Tommasi. Tuttavia ho deciso di vederla pure io. Per scriverne devo vederla. Parlo dell’intervista di Vespa a Lucia Panigalli, la donna scampata a un femminicidio e tuttora sotto scacco per colpa di una legge non adeguata.

Ebbene, si tratta di un’intervista vergognosa. Essendo Vespa un giornalista esperto (che non ho mai apprezzato), si esclude l’inesperienza.
Battute stupide, affermazioni indelicate o fuori luogo. Tono leggero, come se si stesse parlando di uno scherzo fra amici.
Parole spesso pronunciate con un sorrisino idiota stampato in faccia.
Con un modo di fare assolutamente non appropriato al tema, Vespa fa quasi tutto quello che un buon giornalista non farebbe mai. Quello che un uomo rispettoso non farebbe mai.

“Lei ricorda in maniera nitida l’aggressione, vero?”, domanda rivolta a una donna massacrata dal suo ex che non la uccide per pura fatalità e che da allora vive nel terrore (costui ha provato ad organizzare il suo omicidio dal carcere e adesso è libero e abita 10 km). Come potrebbe non ricordare con nitidezza?

“Rispetto a tante altre donne, lei è fortunata.” (Ad essere viva)

“Però se avesse voluta ucciderla, l’avrebbe uccisa”. Eh??? Ma se dopo i primi due violentissimi colpi alla base del collo e all’occhio la lama si è staccata dall’impugnatura... E poi le ha sbattuto la testa sul selciato, e le ha sferrato diversi calci in testa, mentre lei era a terra... Se avesse voluto ucciderla, l’avrebbe fatto.... roba da pazzi.

“Si era messo d’accordo per fare una certa azione ai suoi danni” (ucciderla) , sempre detto col sorriso: ma perché ridi?

“A differenza di tante altre donne, lei è protetta”

“Beh, 18 mesi sono un bel flirtino, però...”

“Abbiamo le foto... eh, certo che l’aveva ridotta piuttosto male...”

“Finché morte non ci separi...” battutina idiota sempre detta col sorriso idiota

E durante il racconto di quei drammatici momenti si atteggia, si agita sulla poltrona e si guarda in giro, comunica a occhi con chi è dietro la telecamera... Non dà minimamente peso a quello che sta sentendo, che non è il racconto di una scampagnata, o perlomeno: dimostra nei fatti di non dare peso.

Nel bel mezzo del racconto dell’aggressione, lancia gli spot...

Alla fine: “signora speriamo che la situazione si calmi in qualche modo...” sempre col sorriso idiota sulla faccia.

La tratta come una ragazzina, o come una che esagera e ha paura della sua ombra...

Dov’e’ il talento di quello che molti incensano come un grande giornalista?
Ma per favore... Una sconcezza inenarrabile.
E pure pagato coi nostri soldi.
Andrebbe sospeso sei mesi come minimo.

Che schifo di intervista.

Giudico l’intervista inadeguata, sbagliata nei toni e nelle parole, dilettantesca, irriguardosa, offensiva. Indegna di una qualunque trasmissione, figuriamoci di una trasmissione televisiva pubblica. Una prestazione da 2 che merita una punizione dura.

Le affermazioni di Vespa dopo il casino suscitato da questa schifezza mi fanno ridere.

Sulle performance della sua carriera, meglio se non mi esprimo.

---ù
img: pixabay

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it) Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.


Nessun commento: