Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola,lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione (art.21)

* HOME * CHI SONO * REGOLAMENTO * COSA HO APPENA [RI]LETTO * COSA HO APPENA [RI]VISTO, [RI]ASCOLTATO *
MI PIACE * FB 1 * FB 2 * SCRIVIMI * CONDIVIDO * DEFINIZIONI * SCRIVIMI * FONTI *


.

domenica 1 novembre 2009

A.A.A ennesima leggina salvapremier cercasi disperatamente

Questa cosuccia non la sa quasi nessuno: solo poche ore fa Berlusconi ha cercato di ridurre da dieci a otto anni i termini di prescrizione; in questo modo il processo Mills sarebbe saltato. Mi chiedo fino a quando sopporteremo quest'uomo che scrive e cancella le leggi a seconda del suo personale tornaconto di delinquente (nel senso che delinque, s'intende, come recitano alcune sentenze emesse, quelle sì, "in nome del popolo italiano"). Afferma di volersi sottoporre ai processi per dimostrare la sua innocenza e poi da vent'anni riscrive le leggi per annullarli truffaldinamente tutti (prima del lodo pateracchio Alfano voleva bloccare 100mila processi per bloccare il suo, ricordate?)

In queste ore il nostro indaffaratissimo premier (non ha tempo per i suoi processi ma per visionare video di politici coi trans o per incontrare donne pagate a sua insaputa dal Tarantini, sì) sta annaspando alla ricerca dell'ennesima leggina che gli salvi il culo ancora per un po'. Scaricato nel cesso il lodo Alfano, buttato ai porci (altrimenti avrebbe avuto lo stopo dal Quirinale) l'ennesimo tentativo di accorciare i termini della prescrizione infilandolo di soppiatto in un decreto a caso (fra un po' se uccidi uno e passano venti minuti sarai non punibile), Berlusconi le sta provando tutte, tutte meno una: dimettersi e affrontare i processi come un normale cittadino.

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it)

Per tornare alla home page clicca qui.
Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail


Nessun commento: