Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola,lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione (art.21)

* HOME * CHI SONO * REGOLAMENTO * COSA HO APPENA [RI]LETTO * COSA HO APPENA [RI]VISTO, [RI]ASCOLTATO *
MI PIACE * FB 1 * FB 2 * SCRIVIMI * CONDIVIDO * DEFINIZIONI * SCRIVIMI * FONTI *


.

giovedì 11 febbraio 2010

A.A.A. massaggiatrice offresi, bella presenza, si richiede pulizia e serietà

E così, dopo le escort di Berlusconi e le penose bugie smascherate dai fatti (quanto sono ostinati i fatti) eccoci di nuovo alle prese, dopo alcuni mesi, con nutrite schiere di servitori dello Stato (ramo protezione civile) che piegano la funzione pubblica ai loro interessi privati e, profittando del ruolo che ricoprono, elargiscono denaro e incarichi a imprenditori senza scrupoli (capaci pure di ridere alla notizia degli affari che il terremoto aquilano procaccerà loro) in cambio di favori economici e sessuali. Ancora una volta grazie alle intercettazioni (che difatti lor signori vogliono proibire) apprendiamo quali sconce e miserevoli condotte si nascondano dietro facciate di finta efficienza e di conclamata trasparenza, quali sordidi figuri maneggino le leve del potere e gestiscano la cosa di tutti. Allora erano signorine caste e pure invitate ad innocenti cene e di cui non si sospettava la reale professione di puttane; oggi sono massaggiatrici o fisioterapiste chiamate ad alleviare le fatiche a rifocillare i muscoli stanchi e le menti stressate di infaticabili servitori votati alla causa pubblica.

Ancora una volta, quindi, perfidi magistrati corrotti e al soldo della sinistra o di oscuri complottisti internazionali cercano di screditare il governo ed i suoi funzionari, per definizione integerrimi. E a nulla vale il fatto che vi siano fatti inoppugnabili e intercettazioni non altrimenti interpretabili. Presto, vedrete, spunteranno come funghi tanti innocenti e non punibili "utilizzatori finali".

Francamente, questo nuovo scandalo (che farà sorridere Hillary Clinton, pochi giorni fa criticata con piglio severo da chi ora deve difendersi dall'accusa di aver fruito di prestazioni sessuali in cambio di chissà quali favori e nonostante questo non si dimette -dimettersi e poi restare perchè invitati a farlo equivale a non volersi dimettere davvero, caro Bertolaso) non mi stupisce. E mi fanno sempre più pena (senza offesa s'intende) quei milioni di connazionali usi ad informarsi unicamente attraverso i telegiornali delle reti Rai e Mediaset e le principali testate giornalistiche: non sapranno mai quello che io sto venendo a sapere in queste ore, non leggeranno mai le parole degli inquisiti e degli arrestati che non sapendo di essere intercettati svelano tutta la loro nefanda indole, non conosceranno mai la verità e quindi, ignorando molti fatti, i più rilevanti, non potranno decidere in maniera fondata cosa fare della loro vita, cosa pensare di quel che accade oggi in Italia, chi votare e perchè. Crederanno che si tratti di una montatura, che la D'Addario è stata pagata dai nemici del premier per incastrarlo, che Craxi era un galantuomo ingiustamente perseguitato e via dicendo.

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it)

Per tornare alla home page clicca qui.
Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail
Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.


1 commento:

luca ha detto...

una volta abolite le intercettazioni di queste porcate non sapremo piu' nulla