Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola,lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione (art.21)

* HOME * CHI SONO * REGOLAMENTO * COSA HO APPENA [RI]LETTO * COSA HO APPENA [RI]VISTO, [RI]ASCOLTATO *
MI PIACE * FB 1 * FB 2 * SCRIVIMI * CONDIVIDO * DEFINIZIONI * SCRIVIMI * FONTI *


.

lunedì 15 febbraio 2010

Negare sempre, negare tutto


Bertolaso giura che la storia degli incontri sessuali (o favori sessuali, che è poi la cosa che ci interessa: non chi veda Bertolaso nel suo tempo libero -cavoli suoi- ma chi veda durante l'orario di lavoro, quindi con tanto di scorta pagata da noi, come supposta contropartita di favori illeciti fatti coi nostri soldi) è falsa ed è una pura infamia.
Io posso arrivare a capire tutto, come nel caso delle escort del premier, di Noemi col karaoke e del ciarpame, di Tarantini e della sanità pugliese, ecc. Volete che non sappia a quale ingordigia di potere, sesso e denaro possa giungere l'essere umano? Ma non capisco perchè certe persone, beccate col naso nella marmellata, anzi con tutta la faccia nel vasetto, neghino tutto sapendo che fra poco tutto uscirà fuori e li ricoprirà, questa volta sì, di infamia.
Voglio dire: anche Marrazzo ha negato, ma per un giorno.
I giudici accerteranno i fatti, ma le intercettazioni sono già abbastanza chiare da poter dare un giudizio, se non ancora una sentenza.
Sento Bertolaso rassicurarci, dire che è solo fango e che non è vero niente e poi leggo i verbali delle intercettazioni (tipo questa: http://www.repubblica.it/cronaca/2010/02/15/news/verbali_notte_con_bertolaso-2303052/) e mi chiedo se e quando la finirà anche lui di (continuare a) prenderci in giro. Le intercettazioni (che difatti lor signori stanno per proibire) sono tremende perchè scoperchiano le balle senza pietà e ti inchiodano al muro senza possibilità di fuga.
Che dire poi della frase: "me ne vado se solo il premier lo vuole"? Che il premier non è un re che ha diritto di vita e di morte su di noi e che da uno che non se ne va nemmeno dopo una sentenza che ha accertato che un tale avvocato è stato da lui pagato per dire il faso in tribunale ti aspetti un rigurgito di etica? Tu Bertolaso rispondi a noi e alla legge, non al premier (che dovrebbe rispondere a noi e alla legge pure lui, in una democrazia), quindi se hai fatto qualcosa che non va, dal dare una ripassata a una Francesca messati a disposizione da qualche beneficiato a non vigilare sui tuoi sottoposti ad altro che per ora possiamo solo immaginare, prendi la porta e salva la faccia, forse sei ancora in tempo, forse.
Bertolaso, la strada che hai deciso di percorrere una volta scoperchiata la pentola è, se possibile, più schifosa di quella che, sembra, sta bollendo in pentola.
Nel frattempo Gasparri si sta occupando del caso Morgan, la Lega propone rastrellamenti casa per casa per scovare gli immigrati clandestini e migliaia di precari della scuola hanno perso il posto, nel silenzio più assordante.

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it)

Per tornare alla home page clicca qui.
Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail
Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.


Nessun commento: