Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola,lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione (art.21)

* HOME * CHI SONO * REGOLAMENTO * COSA HO APPENA [RI]LETTO * COSA HO APPENA [RI]VISTO, [RI]ASCOLTATO *
MI PIACE * FB 1 * FB 2 * SCRIVIMI * CONDIVIDO * DEFINIZIONI * SCRIVIMI * FONTI *


.

domenica 13 novembre 2016

Hanno Trump, ma anche una democrazia solida

Gli USA hanno Trump (mammasantissima) ma, come fa notare oggi il direttore del FQ, hanno anche una Costituzione solida e quasi mai modificata in 200 anni che fornisce ampie garanzie che Trump non potrà eccedere, carnevalate a parte. Come dice Travaglio, se solo provasse a fare il 10% delle puttanate (questo lo dico io) che ha sparato in campagna elettorale troverebbe un argine insuperabile nella Suprema Corte, nel Congresso, nei governi degli Stati, insomma in una Costituzione che mantiene ben separati i tre poteri, e in grado di controllarsi a vicenda.
In Italia, se passa questo vomito di riforma, unita alla pessima legge elettorale appena approvata, si aprirà un buco nell'argine della democrazia, dal quale forse non passerà Renzi (e comunque chi può dirlo), ma potrebbe passare il prossimo premier. Ricordiamo agli stolti che il fascismo lo abbiamo inventato noi e poi esportato, e non sono cose di millenni fa, ma dell'altro ieri. Votare No, quindi, non per dire a Renzi la tua politica (eh?) fa schifo ai cani, ma per salvaguardare una Carta che ci ha comunque garantito decenni di pace dopo il ventennio del maiale: per cambiarla occorre esser certi che la nuova sia migliore e funzioni, e queste garanzie non ci sono per niente, anzi è certamente pessima e peggiore dell'attuale.

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it) Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.


Nessun commento: