Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola,lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione (art.21)

* HOME * CHI SONO * REGOLAMENTO * COSA HO APPENA [RI]LETTO * COSA HO APPENA [RI]VISTO, [RI]ASCOLTATO *
MI PIACE * FB 1 * FB 2 * SCRIVIMI * CONDIVIDO * DEFINIZIONI * SCRIVIMI * FONTI *


.

domenica 8 marzo 2009

Astenersi perditempo e Travaglio

Leggo ieri su una testata online che non cito trattandosi di diffuso malcostume:
"Straniero Ruba Auto, Causa Incidente e Tenta Fuga a Nuoto"
Il titolo è romanzesco, fa subito pensare a un film di James Bond, a uno di quegli inseguimenti mozzafiato per le vie di Parigi in cui il celebre 007 viola ottocento articoli del codice della strada, rischia di rendere infermi un centinaio di passanti, causa in soli venti minuti danni materiali per decine di milioni, manda ai pazzi i responsabili di una decina di compagnie assicurative, sfascia mezza città, lascia sul campo tetto e portiere della vettura ma alla fine, ancora col volante saldo in mano e l'acceleratore piegato a tavoletta, assistito da una fortuna pari solo al suo sex-appeal, placca il cattivone di turno.

C'e' però una parola di troppo in quel banale titolo da rubrica delle news, quella che distingue il buon giornalismo dal cattivo giornalismo.
"Ruba Auto, Causa Incidente e Tenta Fuga a Nuoto": suona molto meglio. Poi, se nell'articolo il giornalista ritiene utile informarci sulla nazionalità del ladro, e magari anche sui suoi hobby e sulla sua fede calcistica, ok, ma evidenziarlo nel titolo è una decisione figlia di un atteggiamento mentale sbagliato. Avete mai letto, per caso: "Italiano Ruba Auto, Causa Incidente e Tenta Fuga a Nuoto"? O: "Milanista Ruba Auto, Causa Incidente e Tenta Fuga a Nuoto"? No, perchè si tratta di dettaglio irrilevante, che non ha senso porre in evidenza. O, se l'avete letto, siete incappati in un infortunio simile a quello che sto commentando io. Eppure mi risulta che in tutti i tipi di reati in cui attualmente gli "stranieri" si stanno dando parecchio da fare noi Italiani riusciamo comunque da sempre ad eccellere: magari avremo perso la leadership, in termini percentuali, assaliti come siamo da orde di delinquenti mondiali che hanno deciso a ragion veduta di staccare il biglietto per il Paese del Bengodi del Delinquente, che confonde il diritto col carnevale e non nega i domiciliari a nessuno (purchè non stupri però), ma di certo non prendiamo lezioni da nessuno, siamo capaci di delinquere da soli e in maniera mirabilissima.
AAA cercasi buon giornalista, onesto, libero, fedele solo alla verità (un giornalista, insomma). Astenersi perditempo e Travaglio (non puoi chiamare sempre tu, Marco!)

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it)


Nessun commento: