Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola,lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione (art.21)

* HOME * CHI SONO * REGOLAMENTO * COSA HO APPENA [RI]LETTO * COSA HO APPENA [RI]VISTO, [RI]ASCOLTATO *
MI PIACE * FB 1 * FB 2 * SCRIVIMI * CONDIVIDO * DEFINIZIONI * SCRIVIMI * FONTI *


.

lunedì 4 gennaio 2010

Gli ostinati dei petardi

E' la sera del 3 gennaio e ancora sento botti in lontananza, di tanto in tanto. Sono quelli che ne hanno comprato così tanti che la sera del 31 (e i giorni prima per le indispensabili e rituali prove) non sono riusciti a finirli tutti, nonostante si siano impegnati allo spasimo. E quindi, perchè non risulti agli atti che hanno buttato dei soldi dalla finestra (come se acquistare grandi quantità di fuochi d'artificio già non lo fosse), si affannano a finirli ora, col risultato di rompere le scatole ancora per qualche giorno a chi già a fatica sopporta l'imbecillità scoppiettante dell'ultimo giorno dell'anno.
Lo so quel che state pensando: ma perchè ce l'hai così tanto con chi fa scoppiare due petardetti il 31 dicembre? Ma lo sai a quanti toglieresti lavoro se proponessi di proibirne la vendita? So tutto, e quindi so anche che ogni anno decine di persone restano gravemente offese da questi innocui petardi e che spesso ci scappa pure il morto (quest'anno no e la cosa è stata salutata dai tg del primo dell'anno come una notizia incredibilmente buona, della serie: solo 500 feriti, olè). E so anche che se applicassimo lo stesso ragionamento a tutto allora dovremmo essere anche favorevoli alle guerre, a pensare a quante fabbriche chiuderebbero e a quanti operai rimarrebbero senza occupazione se d'improvviso "scoppiasse" ovunque la pace...
Ancora un botto, proprio ora. Abbastanza vicino... dubitavo già per altri motivi dei miei vicini, vedi che a pensar male si fa peccato ma spesso ci si indovina? Eccone un altro, più lontano...
Sono quelli che proprio non sanno rassegnarsi ad avere ancora tutte e due le mani attaccate ai polsi a inizio 2010, o tutte e dieci le dita ben salde al loro posto, o tutti e due gli occhi funzionanti. Alla non ottimale salute del cervello hanno invece già fatto il callo.

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it)

Per tornare alla home page clicca qui.
Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail
Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.


2 commenti:

indierocker ha detto...

ahahahah!!!
...pero' preferisco i pazzi del petardo agli zombie dei centri commerciali (tanto per restare in argomento "mostruose creature particolarmente attive tra fine dicembre e inizio gennaio")

mauroarcobaleno ha detto...

uhm...
compresi premier in cerca di una faccia nuova????:-)