Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola,lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione (art.21)

* HOME * CHI SONO * REGOLAMENTO * COSA HO APPENA [RI]LETTO * COSA HO APPENA [RI]VISTO, [RI]ASCOLTATO *
MI PIACE * FB 1 * FB 2 * SCRIVIMI * CONDIVIDO * DEFINIZIONI * SCRIVIMI * FONTI *


.

domenica 14 marzo 2010

Conflitto di che...?

"Ma la stai guardando la trasmissione? È una cosa oscena! Adesso bisogna concertare una vostra azione che sia di stimolo alla Rai per dire: adesso basta, chiudiamo tutto!". Il presidente chiude. Poi richiama: "Non si può vedere Di Pietro che fa quella faccia in televisione!"
(Silvio Berlusconi, presidente del Consiglio, chiama al telefono il commissario dell'Agcom, Autorità garante delle comunicazioni, Giancarlo Innocenzi, durante una puntata di Annozero di Santoro su Rai Due) Questo estratto di un’intercettazione appare oggi su Repubblica.

Eccolo qua il grande leader del partito dell’Amore, l’inarrivabile statista della Casa delle Libertà, il patriota emerito del Popolo del Fare, darci un grande esempio di come non si occupi di tv e men che meno di Rai, di come sia liberale e democratico, di come non esista il famoso conflitto di interessi. Benedette siano le intercettazioni (sino a quando gli intercettati non riusciranno a proibirle, ci stanno lavorando da mesi) quando scoperchiano simili inaccettabili aberrazioni.
Ecco il regime riportato su carta.

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it)

Per tornare alla home page clicca qui.
Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail
Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.


Nessun commento: