Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola,lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione (art.21)

* HOME * CHI SONO * REGOLAMENTO * COSA HO APPENA [RI]LETTO * COSA HO APPENA [RI]VISTO, [RI]ASCOLTATO *
MI PIACE * FB 1 * FB 2 * SCRIVIMI * CONDIVIDO * DEFINIZIONI * FONTI *


.
Se trovi interessante quel che scrivo non sai cosa ti perdi su Twitter e Facebook.
Se non mi trovi interessante, lo accetto, ma hai un problema! :-)

venerdì 12 luglio 2019

Grosso modo

Grosso modo, prima o poi vi tradiranno tutti.
Amici, mogli o mariti, amanti, ideologie, fidanzate o fidanzati, fornitori, clienti, colleghi, datori di lavoro, sottoposti, nemici, campioni sportivi o dello spettacolo, conoscenti, parenti, amici di amici, figli, tizi che conoscete di vista, luoghi che avete visitato, tecnologia, ricordi, speranze, perfino qualche animale.
Ma rimaniamo per ora agli esseri umani.

Certo, in quel "grosso modo" c'è forse la chiave, nel senso che se saranno tutti o quasi tutti farà la differenza, ma non illudetevi: le persone sono egoiste, fondamentalmente. Pensano a loro stesse. L'essere umano è egoista per natura, la sua sopravvivenza è la prima cosa, poi vengono gli altri.

Questo è accettabile e in un certo senso è anche un bene, perché permette a ognuno di noi di non perdere la vita in maniera banale. Ma quando questo egoismo supera un livello base fisiologico ecco che i rapporti sociali diventano falsi, ipocriti o impossibili, e comunque squilibrati. Purtroppo il superamento di questo livello si ha in moltissime persone. Ecco perché, ripeto, non dovete farvi illusioni. La fregatura è dietro l'angolo. Si può definire certa nell'esito, incerta quanto al momento in cui si verificherà.

Voi sfruttate le persone inconsapevolmente o consapevolmente, e se non le sfruttate ne siete orribilmente sfruttati, e spesso manco ve ne accorgete fino appunto alla rivelazione finale, che però, passata la delusione, anziché insegnarvi a comportarmi nel modo giusto in futuro, vi permette di ricadere sempre negli stessi errori, che quindi fatalmente diventano spesso, da tragici, ridicoli.
Nessuna descrizione della foto disponibile.

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it) Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.


Nessun commento: