Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola,lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione (art.21)

* HOME * CHI SONO * REGOLAMENTO * COSA HO APPENA [RI]LETTO * COSA HO APPENA [RI]VISTO, [RI]ASCOLTATO *
MI PIACE * FB 1 * FB 2 * SCRIVIMI * CONDIVIDO * DEFINIZIONI * FONTI *


.
Se trovi interessante quel che scrivo non sai cosa ti perdi su Twitter e Facebook.
Se non mi trovi interessante, lo accetto, ma hai un problema! :-)

venerdì 5 luglio 2019

Luna e culla

Non mettiamo piede su un corpo celeste dal 14 dicembre 1972 (avevo 5 anni e mezzo).
Nel 1969 ce lo mettemmo per la prima volta, sulla Luna, il 20 luglio, io avevo 2 anni scarsi, il razzo era il Saturn V ed era alto come un palazzo di 36 piani e pesante come 400 elefanti, la missione Apollo 11, il primo passo di Armstrong, Usa. Fra pochi giorni sono 50 anni.

Per l’epoca fu certamente un’impresa straordinaria. Finanziata in maniera massiccia (una percentuale del Pil abbastanza mostruosa) e realizzata da scienziati e tecnici capaci ed entusiasti, sotto la spinta della competizione con l’URSS ai tempi della Guerra Fredda.

L’allunaggio è paragonabile ad un altro nodo cruciale per noi esseri umani: l’uscita dall’Africa, la culla dell’umanità, avvenuta 70.000 anni fa. E l’inizio della diffusione negli altri continenti.

Sta per cominciare una corsa alla Luna. Si parla molto di un nuovo inizio, a caccia di risorse e per stabilirvi insediamenti umani.
Facendo un paragone col passato, pare l’inizio della corsa alle risorse minerarie dell’Africa; tutto ebbe inizio in Congo negli ‘80 dell’800.

Spero solo che questa volta gli esseri umani sappiano cooperare, senza scatenare inutili guerre per accaparrarsi le ricchezze e senza quella cosa tristissima che sono recinti e confini.

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it) Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.


Nessun commento: