Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola,lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione (art.21)

* HOME * CHI SONO * REGOLAMENTO * COSA HO APPENA [RI]LETTO * COSA HO APPENA [RI]VISTO, [RI]ASCOLTATO *
MI PIACE * FB 1 * FB 2 * SCRIVIMI * CONDIVIDO * DEFINIZIONI * SCRIVIMI * FONTI *


.

martedì 10 agosto 2010

Altro che blocco dello scrittore...

Se un giorno ti mancano le idee (a me non capita: io devo pure contenermi, spesso) nessuna paura: un sacco di idioti nel mondo lavorano per te e per il tuo blog, basta restare in ascolto.

Nichi Vendola non potrebbe ricevere la comunione “perché ostenta la sua condizione perversa e malata di omosessuale praticante”. Parole di monsignor Vincenzo Franco, che ha aggiunto: “A questa gente come lui, un gran furbacchione che specula sulla sua presunta vicinanza alla Chiesa, i vescovi e i sacerdoti sappiano dare un bel calcio nel sedere”. E' il vescovo di Otranto. Di chi ostenta razzismo e idiozia non ha detto nulla.
Non mi stupisco, perchè la Chiesa Cattolica notoriamente discrimina da sempre i non eterosessuali, i conviventi (purchè non ricchi e/o famosi), i non cattolici, ecc. Di recente abbiamo appreso che i suoi vertici erano pure usi a coprire i pedofili. Semplicemente, rilevo l'ignoranza umana, il razzismo e la violenza di una persona che sara' anche uomo di Chiesa ma di certo non parla da uomo. Il punto non è che la Chiesa non intende dare il corpo di Cristo a un omosessuale: è una setta, ha le sue regole ed è libera di applicarle, purchè non in contrasto con le leggi di un paese che si ostina a voler considerare sotto la sua influenza. Il punto è che questi qui, che dicono di parlare in nome di Cristo e che invece offendono Cristo a giorni alterni e vivono in aperto contrasto con il suo verbo, offendono le persone, le discriminano, seminano odio, incitano alle divisioni, vomitano insulti scientificamente risibili e umanamente disgustosi. E vivono e parlano in un modo che con Cristo non ha nulla a che vedere.

Flavio Tosi, sindaco leghista di Verona, ha emesso un’ordinanza che impedisce all’artista Morgan di esibirsi nel teatro Romano della città veneta il prossimo 4 settembre in occasione del “Festival lirico”.
Morgan è quello che ha ammesso di aver usato droga e per questo è stato cacciato dal Festival di Sanremo. Ha ammesso di fare quello che fa la maggioranza degli Italiani.
Tosi è quello che è stato condannato per aver pronunciato parole che incitano all'odio e alla discriminazione razziale. Un sindaco. Condannato per parole razziste.
Mi sono sempre piaciuti i somari che pretendono di far lezione ai professori. Tipo Berlusconi che ha più processi che capelli e si è pure fatto le leggi ad hoc per sfangarla e adesso osa chiedere le dimissioni di Fini per una vicenda (di denaro privato) di cui ancora non si è capito nulla tranne che i media di regime la stanno usando per delegittimare un nemico politico con la solita tattica già vista per i casi Prodi, Di Pietro, Boffo, Lario, ecc.
Tosi: "Uno che si vanta di fare uso di cocaina non può venire ad intrattenere il pubblico veronese".
Tosi, condannato per parole razziste, fa la morale a Morgan. Condannato per razzismo, non vuole Morgan a Verona e impedisce a un artista di fare il suo lavoro con un'ordinanza che viola una decina fra leggi e principi costituzionali.
Poi dice: ce l'hai con uno per partito preso. No, no: ce l'ho con uno perchè si comporta in modo ignobile, è ben diversa la cosa.

La tragedia della Love Parade di Duisburg (20 morti e più di 500 feriti a causa di solari errori organizzativi) come punizione di Dio per gli eccessi di una gioventu' perduta. A sostenere la tesi e' il vescovo ausiliario di Salisburgo, Andreas Laun, secondo cui la Love Parade e la partecipazione ad essa sono 'una sorta di ribellione contro la Creazione e contro l'ordine divino, sono un peccato ed un invito al peccato'.
Uhm... queste parole mi hanno spinto alla riflessione... Dio è grande ma non può tutto. Ad esempio, non può evitare la morte dei bambini e degli innocenti, i terremoti, ecc. E contro l'idiozia, l'ignoranza e l'oscurantismo può poco.
Io vorrei sapere chi e cosa e come e quando ha dato mandato a certe persone di parlare a sproposito in nome di Dio. Quale Dio, poi? Ognuno se n'è fatto uno e lo fa parlare a piacere.

Chiudiamo con De Rossi che, da capitano degli azzurri della nuova Italia di Prandelli, ci fa cortesemente sapere che Cassano è cambiato, da 3-4 anni precisa (davvero?), che adesso merita il numero 10 e merita di stare in Nazionale e vedremo comunque cosa accadrà quando ci saranno i momenti difficili (tanto per portare un po' di rogna).
Peccato che appena un mese e mezzo fa avesse detto che Lippi aveva fatto bene a non convocare Cassano, che Cassano segna poco e peccato che comunque, più volte negli anni passati, avesse detto o fatto capire tutt'altro.
Scusa De Rossi, ovvero il coerente, ma se è cambiato da 3-4 anni e merita il "10", non ci avrebbe fatto comodo in Sudafrica, al fine di evitare quella indimenticabile figura sportiva di merda planetaria?
Io lo dico sempre: più parli più aumenta il rischio di sparare cazzate o di contraddirti, nel tempo, in maniera pacchiana.

Come vedete, giornata proficua per chi va a caccia di grandi e piccole idiozie.


autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it)

Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.


Nessun commento: