Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola,lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione (art.21)

* HOME * CHI SONO * REGOLAMENTO * COSA HO APPENA [RI]LETTO * COSA HO APPENA [RI]VISTO, [RI]ASCOLTATO *
MI PIACE * FB 1 * FB 2 * SCRIVIMI * CONDIVIDO * DEFINIZIONI * SCRIVIMI * FONTI *


.

sabato 12 settembre 2009

Trote e animali vari

Il figlio di Bossi, tale Renzo, detto "trota", già noto per essere stato bocciato per ben tre volte alla maturità (suo padre disse: "colpa dei professori del sud") e per avercela finalmente fatta al quarto tentativo, già tristemente noto per aver ideato e messo su Facebook il gioco demenziale "Rimbalza il clandestino", di recente rincuorato e incoraggiato dal noto e bravissimo giornalista Bruno Vespa con una lettera pubblicata su alcuni quotidiani ("Ho sentito che tu vuoi fare politica. Bene, vieni da un’ottima scuola e hai buone possibilità di emergere"), ha finalmente fatto carriera. Chi ha detto che studiare, in Italia, non paga? Renzo Bossi, fresco di maturità, è stato nominato, per evidenti meriti, membro del consiglio di direzione dell’ ”Osservatorio sulla trasparenza e l’efficacia del sistema fieristico lombardo”, un ente inutile ideato dalla stessa Lega. Percepirà uno stipendio di 12.000 euro al mese, in pratica guadagnerà dieci volte di più di uno a caso fra gli insegnanti che lo hanno ritenuto, per tre volte, non maturo.

Nel frattempo noi dobbiamo sorbirci, quasi ogni giorno, le demenzialità prodotte dal padre che, da improbabili raduni padani e bislacchi riti dell'ampolla, ci diverte con le sue solite uscite senza senso (la vicenda delle escort? colpa della mafia, contro la quale il governo ha deciso misure molto dure) e le sue solite stronzate xenofobe e razziste, per le quali si merita un paio di bacchettate da Fini, il che, se permettete, è tutto dire. Caro Umberto, non è tempo di ritirarti a vita privata? Abbiamo capito, Roma è ladrona (ma a tuo figlio i 12mila euro chi li dà? lo Stato, no?), i meridionali melma inferiore, gli immigrati carne da macello, no al voto agli immigrati, no alle moschee, sì al dialetto nelle scuole, via l'inno di Mameli, i fucili sono pronti, col tricolore mi ci pulisco il culo, ecc. ecc.: conosciamo a menadito il campionario delle rozze bestialità che sei uso maneggiare. Ora, per favore, appendi il fazzoletto verde al chiodo, è ora.
Noi cercheremo di dimenticarci delle tue immani stupidate, delle tue condanne, di tuo figlio che dopo aver stabilito un primato quasi imbattibile (i leghisti ce l'hanno duro... ma cosa? sarà mica il cervello?), adesso vergognosamente si instasca una barca di soldi, di Calderoli che porta il maiale a pisciare sui luoghi in cui dovrà sorgere una moschea e che quando parla vien voglia di accendere una sega elettrica al massimo della velocità, di Maroni che ributta a mare barconi pieni di immigrati come se si trattasse di insetti, senza sincerarsi se tra essi vi siano donne, bambini, malati, gestanti o persone che hanno diritto all'asilo politico in quanto perseguitati, di Zaia che se bevi due bicchieri e poi guidi non sei ubriaco e nel frattempo viene beccato a 190 al'ora sull'autostrada, di Cota che vuole fare classi per italiani e classi per immigrati, di Salvini che propone bus per soli milanesi e che canta, saltando, cori da stadio gravemente offensivi nei confronti dei napoletani, di Borghezio che disinfetta con l'alcol i sedili su cui siedono di solito alcune prostitute, che parla di superiorità etnica dei padani e che durante il discorso di Ciampi a Bruxelles sventola bandiere padane, sbraita, inneggia alla secessione, urla Italia vaffanculo e si fa espellere dall'aula, di una Lega Nord insomma (dalle solide radic cristiane) che sta trascinando l'Italia verso il baratro tenendo Papi per le palle e costringendolo ad accettare qualunque cosa, anche la più puzzolente, in cambio dell'appoggio al peggior governo degli ultimi settant'anni.

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it)

Per tornare alla home page clicca qui.
Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail


4 commenti:

fioredicampo ha detto...

Altro che puntura di spillo! Questa è un'iniezione da cavalli;-)
Eppure sempre troppo poco rispetto a quanto si meriterebbero tali spregevoli personaggi.
Buona domenica.

freedom ha detto...

Dice bene Fiore, un'iniezione equina. Eppure non esagerata per il tipo di malato. Ciò che è incredibile è il solo immaginare il livello, sicuramente ancora più "elementare" di coloro che questi scelgono, che questi appoggiano e che questi ci costringono a subire.
freedom

Amilcare ha detto...

Semplicemente vergognoso.
Domanda.Che cosa ha di diverso la Lega, rispetto agli altri partiti?
Risposta. Niente. anzi è peggio.

Il 5 gennaio 1994, al processo ENIMONT Umberto Bossi ha riconosciuto la colpevolezza dell'amministratore del movimento Alessandro Patelli relativamente ad un finanziamento illecito ricevuto dallo stesso da parte di Carlo Sama della Montedison. Dopo aver restituito integralmente la somma di 200 milioni di lire, raccolta dagli stessi militanti leghisti, e dopo l'allontanamento dal partito di Patelli, è stato condannato con sentenza definitiva dalla Cassazione a 8 mesi di reclusione per violazione della legge sul finanziamento pubblico ai partiti.

luca c. ha detto...

12mila euro al mese... se sono lordi potrebbe non farcela la quarta settimana:-|