Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola,lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione (art.21)

* HOME * CHI SONO * REGOLAMENTO * COSA HO APPENA [RI]LETTO * COSA HO APPENA [RI]VISTO, [RI]ASCOLTATO *
MI PIACE * FB 1 * FB 2 * SCRIVIMI * CONDIVIDO * DEFINIZIONI * SCRIVIMI * FONTI *


.

venerdì 29 aprile 2016

Calcio e denaro

Se il Chievo arriva decimo negli anni d'oro e quintultimo negli anni normali e invece Milan, Juve e Inter vincono trofei a mani basse non è necessariamente perchè i dirigenti di questi ultimi sodalizi sono più capaci di quelli clivensi, ma perché dispongono infinitamente di più denaro: inutile girarci intorno. Sia che questi fiumi di denaro provengano da fatturati immensi sia che provengano dal portafogli del magnate di turno. Paragoni di bravura si possono fare solo fra società sportive con budget similari. Il Milan, in particolare, negli ultimi trent'anni ha vinto moltissimi trofei in Italia e all'estero, forse è la squadra italiana che ne ha vinto di più. Ma in 30 anni ha chiuso in passivo 27 volte, Berlusconi ha investito 820 milioni di euro (!) e da due anni ha un passivo di circa 90 milioni l'anno. Di cosa stiamo parlando? Son capace anch'io di primeggiare, potendo disporre di tutto questo denaro.

Il calcio è uno sport strano: è un po' come se in Formula 1 facessero gareggiare monoposto con cilindrate diverse. Ci sono squadre che possono spendere 100 milioni l'anno e arrivare ad ingaggiare anche 170 giocatori, acquistando tutti ma proprio tutti i giovani emergenti (per poi magari ripiazzarli lucrandoci) anche al solo scopo di toglierli agli altri, e queste società giocano nello stesso torneo di squadre che per pagare gli stipendi ai 30 giocatori della rosa spendono quanto il Milan gira di stipendio a 2 tesserati.

Se puoi acquistare tutti i potenziali talenti, fammi capire, in cosa consisterebbero le tue qualità da talent scout? Se puoi acquistare i giocatori più forti strapagandoli cifre folli e se puoi effettuare 50 compravendite ad ogni sessione di mercato, fammi capire, dove starebbe la tua bravura di dirigente? Al limite ti potrai dimostrare più bravo o fortunato di chi come te può trinciare decine di milioni, ma è tutto.

Quindi è giusto che i tifosi delle cosiddette "grandi" gioiscano per la coppa conquistata, ma è bene che si rendano conto che sono stati più bravi di due o tre squadre (quelle che possono trinciare milioni come noccioline), non di tutte le altre, perchè chi può spendere 1000 euro per preparare una cena il 99 per cento delle volte preparerà una cena più ricca e succulenta di chi può spenderne 40, e comunque farà meno fatica a cucinare, anche ammettendo che quest'ultimo sia straordinariamente più bravo.


utore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it) Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.


Nessun commento: