Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola,lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione (art.21)

* HOME * CHI SONO * REGOLAMENTO * COSA HO APPENA [RI]LETTO * COSA HO APPENA [RI]VISTO, [RI]ASCOLTATO *
MI PIACE * FB 1 * FB 2 * SCRIVIMI * CONDIVIDO * DEFINIZIONI * SCRIVIMI * FONTI *


.

sabato 23 luglio 2016

Alla fine, cosa importa sapere?

Alla fine, poco importa se si tratta di un tedesco di origini iraniane che ce l'ha con turchi, bulli e bimbi, o di un radicalizzato Isis che si frega già le mani per le vergini che lo attendono (campa cavallo), di un tunisino nizzardo o di normale mentecatto bastardo. Che mi importa se ad armarlo contro inermi clienti di un centro commerciale è stata la follia gidaista o una sua follia personale? Se crede di fare questo macello per Allah o per vendicarsi di un bulletto che a scuola lo prendeva per il culo (e forse tutti i torti non li aveva, sebbene un bullo resti un vomito della terra)? Alla fine, anche morire perchè un deficiente invade la tua corsia è stupido e senza logica, e stende coltri pesanti sul presunto senso intimo della vita. Cosa mi importa sapere se si è alzato male dal letto o se pianificava la cosa da mesi (al massimo può essere utile per capire le inefficienze della sicurezza)? Se gridava frasi contro i turchi o per il suo dio o contro i suoi demoni personali? Alla fine, resta quel che è, un miserabile che ha compito un abominio, e che ricorderemo indistintamente assieme ad altri miserabili come lui (non avrai statue, caro demente). Non mi interessa sapere quanti peli superflui ha un verme.

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it) Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.


Nessun commento: