Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola,lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione (art.21)

* HOME * CHI SONO * REGOLAMENTO * COSA HO APPENA [RI]LETTO * COSA HO APPENA [RI]VISTO, [RI]ASCOLTATO *
MI PIACE * FB 1 * FB 2 * SCRIVIMI * CONDIVIDO * DEFINIZIONI * SCRIVIMI * FONTI *


.

mercoledì 11 maggio 2016

Marchini in confusione

Scusate ma fra ieri e oggi Alfio Marchini (imprenditore, politico, giocatore di polo), che si candida a fare il sindaco di Roma, è andato in confusione. Prima dice: se divento sindaco non celebro nozze gay. Violando in questo modo la legge... Poi precisa: ma non ce l'ho con i gay, è che le nozze sono sacre. Appunto, allora celebrale...
Mi sembra di sentire quella trita boutade non sono io che sono razzista sono loro che sono neri. Se non celebri le nozze gay previste per legge o sei omofobo o stronzo (nel senso che ti vuoi garantire l'amicizia della Chiesa, che in Italia, e a Roma poi, non averla dalla propria parte è come entrare in un labirinto dopo aver litigato con quello che ha la mappa) e comunque dai un segnale bruttissimo e violi la legge.
Premesso che se i Romani lo votano sindaco allora tutto è possibile, mi sembra di essere su Marte, invece siamo in Italia.
In un paese civile, uno così potrebbe pure ritirasi dopo queste frasi. Ma siamo in Italia, il sole ci sorride, il mondo ci deride.

autore: mauroarcobaleno (blog.mauroarcobaleno.it) Per tornare alla home page clicca qui. Se questo blog ti interessa e vuoi essere aggiornato sui suoi contenuti iscriviti al mio feed oppure seguimi via mail. Se vuoi segnalare questo articolo clicca sul titolo del post e vai a fondo post.


Nessun commento: